Situato sulla via Panoramica di Monte di Procida il ristorante Paradise offre a coloro che si avventurano lì una vista mozzafiato che punta a stupire i clienti con la bellezza delle acque campane.

Naturalmente il locale non punta tutto solo su questo ma sulla passione di Aldo Esposito, proprietario del ristorante, che spiega qual è l’ingrediente essenziale della cucina di Paradise. “La fantasia è l’elemento più importante quando cucini. È ciò che ti differenzia dagli altri e ti permette di mostrare la tua unicità. Per me cucinare non è un mestiere, è un’arte. Quando prepari un piatto devi sempre metterci l’anima, come fanno i pittori quando dipingono.“

L’estrosità è quindi qualcosa che non deve mai mancare sui fornelli, dando la possibilità di sperimentare e cimentarsi in nuove sfide. “Cerco sempre di creare cose nuove con i miei piatti. Credo in quello che faccio. La cucina è come se fosse più importante della casa. Io mi definisco un cuoco regionale. La cucina mediterranea è ciò in cui mi concentro, specialmente quella flegrea. Un piatto di questa tradizione che prepariamo al ristorante è il linguino alla flegrea. In pratica è un misto delle varie tipologie di pesci che si trovano nella zona. Per le pizze invece noi facciamo una lievitazione a 36 ore utilizzando una farina particolare di Benevento, Reginella, che si divide in due tipi: una a zero e una a doppio zero.”

La filosofia di Aldo lo ha portato a fare una scelta importante e coraggiosa: la valorizzazione degli ingredienti poveri. Per lui è facile creare un buon piatto usando elementi come potrebbero essere le aragoste. Ma la vera bravura di cuoco sta nel realizzare un piatto che sappia catturare i clienti attraverso l’utilizzo di ingredienti che non si trovano spesso nelle cucine dei grandi chef. Qui si vede l’abilità e la passione di un uomo che fa della ristorazione la sua vita tenendo anche in considerazione i clienti: “Puntiamo sulla qualità ma a poco prezzo. Vogliamo dare l’opportunità a tutti di accedere al nostro locale.”

The following two tabs change content below.

Alberto Baccaro

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *