Da Sustable un movimento per la valorizzazione di questa varietà unica nel mondo Venerdì ore 19, via Filichito 102

Si è tenuta venerdi sera alle 19 a Volla presso Sustable (via Filichito 102), bistrot guidato dall’imprenditore Salvatore Susta, la presentazione del movimento per Volla Capitale del friariello.All’evento, a cura di Bc Communication, hanno partecipato:- Pasquale Di Marzo, sindaco di Volla- Federico Capuano, capo dipartimento degli Alimenti Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno- Amilcare Troiano, responsabile Parchi del Gruppi Ricerca Ecologica- Rosario Lopa, portavoce Consulta Nazionale per l’Agricoltura e il Turismo
– Pasquale Calviati, imprenditore settore agroalimentare- Giuseppe Serroni, presidente Associazione I Sedili di Napoli- Alfredo Catapano, Vicepresidente provinciale Federmoda e membro esecutivo nazionale Federmoda Giovani- Giuseppe Daddio, chef e patron Dolce & Salato- Salvatore Susta, titolare Sustable

Presente inoltre un rappresentante di Slow Food
“I friarielli – ha osservato Salvatore Susta –  sono tra le verdure più consumate ma anche più amate nella nostra regione: si tratta di una cultivar esclusiva che non si trova in nessuna altra parte del mondo e che ha caratterizzato l’agricoltura della nostra terra. Per questo abbiamo sostenuto questo progetto che intende riportare Volla anche alle sue origini di terra fertile. Abbiamo proposto un menù a base di friariello proprio per esplorare le virtù di questo ortaggio”.
Per l’occasione Sustable, che compie il primo anno di attività, ha presentato il nuovo menù invernale realizzato con la collaborazione della Scuola di Cucina Dolce & Salato e un’intera linea dedicata alla valorizzazione del friariello.
Il marchio per la tutela di questa cultivar autoctona è di Bc Communication che ha seguito l’intero progetto. Agenzia di marketing e pubblicità, la BC si sta dedicando alla promozione del territorio partendo proprio dall’agricoltura.

BCCOMMUNICATION

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *