Azienda vitivinicola Iovino, vigne storiche nel cuore dei Campi Flegrei in Campania

L’azienda vitivinicola Iovino è situata a Pozzuoli, nel cuore dei Campi Flegrei, alle pendici del vulcano della Solfatara. Essa è circondata da un paesaggio maestoso: il Golfo di Pozzuoli da un lato e il Vesuvio dall’altro.

Le origini dell’azienda vitivinicola Iovino

L’azienda nacque nel 1892, quando Gennaro Iovino impiantò le prime viti autoctone di Falanghina e Piedirosso. Da quel momento la famiglia si è sempre dedicata alla coltivazione della vite. Più di 100 anni di storia, qualità ed eccellenza.

Oggi si è arrivati alla terza generazione con Antonio Iovino, nipote di Gennaro, il quale con la stessa dedizione continua a produrre vini nel rispetto della tradizione, coadiuvato dalla moglie Teresa e i suoi due figli, Giuseppe e Consiglia.

Quello della famiglia Iovino è uno dei vigneti più storici regionali, iscritto all’albo della regione Campania, e figura tra i soci del Consorzio Tutela Vini dei Campi Flegrei e Ischia, presieduto da Michele Farro.

Il territorio

L’azienda vitivinicola Iovino, sulla collina Montespina, si trova in un territorio privilegiato, in una porzione di terra che fa parte del vulcano Solfatara. Qui nascono le vigne storiche di Falanghina e Piedirosso.

La vigna si trova in collina, affacciata sul Mar Tirreno, a un’altezza di 350m slm e con un’esposizione a 360°.

Mitigate dalla salsedine e dallo iodio del mare, le viti hanno dunque una protezione maggiore da parte degli agenti atmosferici.

Ad influire sulla resa contribuisce anche la vicinanza al cratere della Solfatara, distante circa 400 metri in linea d’aria che, con i suoi solfuri, impedisce la prosperazione dei funghi e dei patogeni che colpiscono la vite, come la Peronospora o l’Oidio.

L’area vulcanica, oggi interessata dal fenomeno del bradisismo in pieno svolgimento, ha reso fertili i terreni nel corso del tempo, tanto che la famiglia Iovino effettua una coltivazione quasi del tutto biologica, con pochissimi trattamenti e senza uso di pesticidi, ma solo zolfo e rame.  

I sistemi di allevamento utilizzati sono unicamente il guyot e il doppio guyot. Oltre alla Falanghina e al Piedirosso l’azienda coltiva, in piccola parte, anche la Sanginella bianca e la Sanginella rossa, viti autoctone della zona che però non sono destinate alla produzione di vino.

L’agriturismo Il Gruccione

Iovino non è solo un’azienda vinicola, ma anche agricola a tutti gli effetti. Non lontano dalla vigna, la famiglia coltiva anche i prodotti agricoli di stagione.

Per questo motivo, circa 9 anni fa, Antonio ha deciso di abbinare i suoi vini alla cucina tipica dei Campi Flegrei. Nacque così l’agriturismo Il Gruccione, che prese il nome da uno dei vini di punta dell’azienda Iovino.

Lo chef è Giuseppe Iovino, figlio di Antonio, già conosciuto a livello mediatico per aver partecipato a vari programmi televisivi su RAI1, tra cui La prova del Cuoco di Antonella Clerici, È sempre mezzogiorno e Camper, vincendo la gara gastronomica Nella Vecchia Trattoria. Giuseppe, con passione, propone pietanze dai sapori tradizionali, ma con un tocco di innovazione.  

Le etichette dell’azienda vitivinicola Iovino

Con i suoi 6 ettari vitati, l’Azienda vitivinicola Iovino, accompagnata dal suo enologo Ciro Verde, propone 4 etichette Campi Flegrei DOP, due bianchi da Falanghina e due rossi da Piedirosso.

Grande Farnia, 100% Falanghina: il suo nome deriva dell’omonima quercia secolare del Monte Spina, ed è un vino secco, fresco, strutturato ed armonico.  

Gruccione, Piedirosso: prende il nome da un uccello colorato, tipico dell’area puteolana, è prodotto da uve 100% Piedirosso – localmente detto Pèr’e Palummo – e si distingue per un profumo intenso e caratteristico, al palato si presenta armonico e persistente.

Vigna Solfatara, 100% Falanghina. Con una produzione limitatissima di sole 1253 bottiglie, questa Falanghina, allevata sull’unico areale DOP situato nei pressi del Vulcano Solfatara, ha un colore  giallo paglierino e un gusto fresco e leggermente fruttato.  

Vigna Solfatara, 100% Piedirosso. Come per il bianco, anche il rosso ha una produzione limitatissima di sole 1253 bottiglie. Anch’esso allevato sull’unico areale DOP situato nei pressi del Vulcano Solfatara, ha un colore rosso rubino e un gusto armonico e leggermente speziato.

Gli obiettivi futuri

Come afferma Antonio, il vino è in continua evoluzione; la famiglia Iovino non sarà mai stanca di produrre vini di qualità, in funzione al clima e alle annate. La prospettiva futura è sempre quella di migliorarsi e, anno per anno, portare avanti la tradizione, mantenendo alta la qualità.

Azienda vitivinicola Iovino

Indirizzo: Via San Gennaro Agnano 63, Pozzuoli (NA)

Tel. +39  081 520 6719

Email: info@vitivinicolaiovino.com

FB: agriturismoilgruccione

IG: agriturismoilgruccione

Sito Web: vitivinicolaiovino

The following two tabs change content below.
Melissa, siciliana. Sono una sommelier AIS e WSET, laureata in Scienze della Comunicazione e studentessa di Scienze filosofiche, con un Master in Giornalismo Enogastronomico. Le mie passioni? Vino, cibo e scrittura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *