“Di Food in Tour” torna a Baronissi a Villa Farina per una “Christmas Edition”

Domenica 7 gennaio alle ore 10, dopo i saluti istituzionali del Sindaco Gianfranco Valiante, i partecipanti di Di Food in Tour inizieranno la visita di alcuni dei monumenti più rappresentativi di Baronissi assieme alla Pro Loco e ai suoi soci di cui la Presidente Maria Picarone che tanto si è attivata per l’organizzazione dell’itinerario culturale ed enogastronomico.

LA PRO LOCO

La Pro Loco è anche fautrice del progetto di promozione turistica territoriale “Visit Baronissi” che include diversi itinerari, occupandosi dell’organizzazione delle visite guidate.

La passeggiata del 7 gennaio rientra in questo circuito di valorizzazione della cittadina più rappresentativa della Valle dell’Irno e la Pro Loco si è attivata affinché “Di Food in Tour” venisse riproposto per la seconda volta sul territorio comunale dopo tre anni di assenza.

La Presidente del Gruppo CTG Picentia di Salerno Mina Felici ha sostenuto ancora una volta l’importanza del progetto appoggiato dall’Associazione CTG Picentia APS di Salerno, affermando: “Pur avendo iniziato da poco l’esplorazione di un nuovo territorio, ossia l’Alto-Medio-Sele, accogliamo con gioia l’invito della Pro Loco e ritorniamo a Baronissi esattamente dopo tre anni.

La stessa cosa capitò anche a Giffoni Valle Piana che ci vide più volte presenti con i nostri visitatori.

Di Food in Tour sta tracciando un segnale positivo e noi continueremo a sostenerlo e promuoverlo migliorandolo con impegno e costanza”.

La passeggiata culturale, che riempirà parte della mattinata, darà modo ai turisti di conoscere la cittadina con i suoi scorci più caratteristici come quelli dei Casali con i  pannelli maiolicati, di Villa Farina, architettura gentilizia di stile sette-ottocentesco appartenente ad una nobile famiglia locale, le Chiese di Maria Santissima di Montevergine e del Santissmo Salvatore.

A seguire gli approfondimenti enogastronomici che da sempre hanno caratterizzato i tour e nello specifico la visita alla Cantina Guerritore, apprezzata per i suoi rinomati vini, e alla Gelateria Angelo Napoli per assistere in diretta alla creazione del gelato artigianale.

Insieme si proseguirà per il pranzo presso la Pizzeria-Trattoria Pomo D’Oro, dove il menù sarà a base di pizze territoriali, antipasti di salumi e formaggi particolari e sfizi fritti.

Nel pomeriggio ci si dirigerà verso il famoso Presepe del Ciliegio per vivere le atmosfere natalizie.

Qui la Pro Loco organizzerà un laboratorio sulla conoscenza dell’antica mela limoncella che viene coltivata proprio a Baronissi assieme alla mela annurca, a cui seguirà una degustazione di liquori e altre novità prodotte con la medesima mela.

LA VICEPRESIDENZA

La vicepresidente e giornalista enogastronomica Annamaria Parlato ha ribadito: “La promozione turistica territoriale riveste un ruolo cruciale nello sviluppo e nella prosperità di una destinazione.

Non solo porta a benefici economici diretti, ma può anche contribuire alla crescita sostenibile, alla preservazione della cultura locale e all’arricchimento della comunità nel suo complesso.

Un approccio olistico e sostenibile alla promozione turistica è fondamentale per garantire che i benefici siano duraturi e positivi per la comunità e l’ambiente. Il turismo passa attraverso la cultura ma soprattutto l’enogastronomia che negli ultimi anni è traino fondamentale per l’economia italiana.

Tutto ciò però richiede una strategia integrata che coinvolga tutti gli attori locali.

Concentrandosi sulla valorizzazione delle tradizioni culinarie locali, si può creare un’esperienza turistica unica e memorabile che avvantaggia sia la destinazione che i visitatori”.

Il Food Blog 2Ingredienti Arte&Cibo sarà media partner dell’evento.

IL CTG

Il CTG (Centro Turistico Giovanile) è un’ Associazione nazionale senza scopo di lucro che promuove e realizza un progetto educativo e di formazione integrale della persona, attraverso momenti di crescita, di impegno e di aggregazione sociale, ispirandosi alla concezione cristiana dell’uomo e della vita, nel servizio alle persone e al territorio.

Agisce nell’ambito del turismo giovanile e sociale, della cultura e dei beni culturali, dell’ambiente e del tempo libero, avvalendosi del metodo dell’animazione e rivolgendosi a tutte le fasce di età, in particolare a quelle giovanili.

Nato nel 1949, il Ctg oggi si estende in tutta Italia con centinaia di realtà tra gruppi di base, circoli e centri di vacanza in località di grande richiamo turistico e naturalistico, con una rete diffusa di comitati provinciali e di consigli regionali, coinvolgendo ogni anno nelle proprie attività migliaia di persone.

Il CTG è riconosciuto dal Ministero dell’Interno come Ente Nazionale con Finalità Assistenziali ed è altresì iscritto al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore sezione “reti associative” e “Associazioni di Promozione Sociale”.

Ulteriore riconoscimento ufficiale come Associazione è quello concesso dalla CEI.

Il 2 marzo 2019 è stato stipulato un protocollo d’intesa con “I Borghi più belli d’Italia”, per valorizzare l’Italia e le sue bellezze e il 6 giugno 2019 con il MIC sull’educazione e formazione al patrimonio culturale.

Nel gennaio 2022 con il Ministro del Turismo Massimo Garavaglia, si sono poste le basi per attuare azioni pilota supportate dal Ministero stesso, per la realizzazione del progetto di interesse comune “Le Città Ospitali”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *