Sapori d’Austria, una masterclass che unisce i gusti di due nazioni 

Il Gambero Rosso ha organizzato una cooking class intitolata “Sapori d’Austria”. Gli chef Roman Klauser e Mattia Rossi hanno realizzato un menu che ha unito le loro esperienze e tradizioni.

Lo scopo della cucina non è quello di erigere muri, ma di abbatterli e creare inclusione. La tavola deve diventare un campo neutro, un luogo in cui celebrare l’inclusività e favorire uno scambio culturale. Quando si parla di cibo, pertanto, non esistono confini. Questo è il messaggio che vuole trasmettere il Gambero Rosso, celebrando i prodotti delle altre nazioni, come l’Austria, e creando un connubio tra le ricette nazionali e quelle internazionali.

Per tale ragione il Gambero Rosso ha tenuto lo scorso 14 novembre presso la sua Gambero Rosso Academy prima una masterclass a tema con Mara Nocilla e Lorenzo Ruggieri, poi un cooking show, nel corso del quale i cuochi e gli ambasciatori hanno presentato ingredienti provenienti dall’Austria e piatti che unissero la tradizione italiana e quella austriaca.

Gli chef Mattia Rossi e Roma Klauser hanno deciso di realizzare così un menu che unisse le loro esperienze e tradizioni.

Protagonisti dell’antipasto un formaggio grigliato che si adagia su un’insalata tiepida di verdure e un pomodorino ripieno di formaggio austriaco di capra alle erbe. Il tutto accompagnato da una salsa di peperoni e aceto di mele.

Per il primo si è tornati in Italia, infatti gli chef hanno deciso di proporre degli agnolotti del Plin. Un formato di pasta ripieno tipico del Piemonte. Il termine Plin (in piemontese pizzico) indica il tipo di chiusura, utilizzato per sigillare i lembi di pasta. Gli agnolotti, dopo essere stati farciti con ricotta, parmigiano e salame austriaco, vengono adagiati su una fonduta di latte, panna e formaggio austriaco. Infine, il piatto è guarnito con una spolverata di salame essiccato.

La seconda portata del menu consisteva in un involtino di scaloppine di manzo nappato con salsa alla senape e panna acida. Il tutto accompagnato da uno sformatino di patate saltate, aromatizzato con con sale, pepe, maggiorana, cumino, prezzemolo fresco e burro, e un’insalata marinata con aceto, senape, sale, zucchero e un po’ d’acqua.

Per concludere il menu lo chef Klauser ha deciso di omaggiare i partecipanti alla masterclass con una mousse di zucca e frutti di bosco.

Ogni pietanza è stata affiancata e sorretta da vini austriaci, iniziando col Bisamberger Grüner Veltliner 2022 Wieninger dalle note di erba appena tagliata, limone e pepe verde e proseguendo col Wiener Gemischter Satz DAC Ried Ulm 1. Lage 2021 Wieninger, un tradizionale vino di Vienna ricco di sensazioni fruttate, sentori di ananas, mela e agrumi, con un sottofondo di fieno. Il Grinzinger Beerenauslese 2018 Wieninger, con la sua acidità pronunciata e i toni dolci del caramello, ha svolto egregiamente il suo compito: “sorreggere” la mousse di zucca.

Sede Gambero Rosso: Via Ottavio Gasparri, 13-17 Roma

Instagram: gambero_rosso

Facebook: Gambero Rosso

The following two tabs change content below.

Matteo Cicarelli

Sono Matteo e sono laureato in Lettere Moderne e in Editoria e Scrittura. Fin da quando sono piccolo amo raccontare storie. La gastronomia è una delle mie più grandi passioni e adoro parlarne, anzi… scriverne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *