Nanà, cucina di Costiera nel cuore della capitale

Un pezzo di Costiera Amalfitana a due passi dalla Fontana di Trevi

Allontanandoci qualche metro dalle vie principali che circondano Fontana di Trevi, dove turisti e negozi animano ed affollano allegramente la zona, entriamo in Via della Panetteria, più defilata rispetto al rumore delle viuzze affiancate, e qui ci aspetta una piacevole e gustosa scoperta… Nanà.

Nanà-roma

Nanà cucina di Costiera rappresenta il quadro perfetto di quello che immagineremmo di gustare col meraviglioso sfondo di Amalfi, Vietri, Positano, ma rimanendo nella Capitale. Nato nel 2004 dalla famiglia Lombardi, originaria proprio della costiera amalfitana, Nanà Cucina di Costiera ha avuto inizialmente l’intento di riunire a Roma chi era abituato ai saporiti piatti della cucina campana.

Ben presto pero’ la fama del ristorante e delle sue prelibatezze è cresciuta, e i Lombardi hanno ricreato un format che si associa al rinomato brand del Pastificio San Lorenzo.

In tal modo la fascia di clientela si è allargata. Oltre a quella turistica, una radicata fetta di clientela romana, che ha accolto con grande soddisfazione e piacere il vivere l’esperienza dei sapori della costiera nella loro città.

Ricerca dei prodotti

La continua ricerca dei prodotti dello chef Gargiulo è perennemente direzionata verso la costiera amalfitana, e laddove lo chef non riesce a trovare i prodotti locali ricorre sempre agli importatori campani. Ciò significa per il cliente avere la garanzia di assaporare una vera cucina locale di origine controllata.

genivese-nanà-roma

Da bambino seguivo gli insegnamenti di mia nonna e di mia madre che mi hanno avvicinato ai piatti della tradizione campana. Dopo un paio di esperienze in rinomati ristoranti della penisola sorrentina e della costiera amalfitana, mi sono definitivamente spostato a Roma, per portare la mia idea di tradizione della costiera da Nanà – afferma lo chef.

La nostra cucina e idea di ristorante è quella di una ristorazione tradizionale con i migliori prodotti reperibili giorno per giorno, mantenendo la tradizione della nonna campana, ecco perchè il nome Nanà, che è il soprannome dato ad un’ anziana signora napoletana” – ha continuato.

Nanà, un menu che odora di mare e ci fa sognare

Difficile fare una scelta nel menù, data la varietà di scelta in base al pescato del giorno ed i prodotti stagionali.

Spiccano i primi, magistralmente eseguiti dallo chef Gargiulo, che ci riportano subito alla tradizione della costiera: paccheri alla Nerano, spaghettoni vicidomini alle vongole, vermicelli limone ed alici (di Cetara naturalmente).

I secondi vedono il pesce protagonista, che appunto varia in base alla pesca giornaliera. Possiamo trovare una ricciola con zucchine alla scapece, un fritto di paranza, un pesce al sale, polpo patate e friarielli. Il tutto accompagnato da un eccelsa carta dei vini e, perchè no, tante bollicine.

pesce-nanà-roma

E per finire come tradizione comanda torta caprese e babà al limoncello.

Obiettivo della famiglia lombardi è diventare il place to be della cucina campana a Roma.

Nanà via della panetteria 37

Orari: 12,30-15 e 19-23 tutti i giorni

Telefono 06 69190750

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.