“Vineria di Quartiere”, un luogo in cui gustare ottimo vino e ritrovarsi tra amici ai Colli Aminei

Cinque amici, l’idea di avere un luogo in cui sorseggiare e godersi un ottimo aperitivo dopo il lavoro, con le fatiche di un’intera giornata alle spalle, e che al contempo diventi un piccolo posto della collettività, presidio del buon vino e di una sana risata. È proprio così che nasce Vineria di Quartiere sui Colli Aminei, nel quartiere residenziale di Napoli a ridosso della zona ospedaliera della città.

Un locale piccolo, ma accogliente, finemente arredato, e gestito da Vittorio Bianco, Salvatore Rusciano, Vincenzo Vivenzio, Gianluca Dimella e Danilo Cortimiglia.

Cinque amici e soci di una Vineria in cui ritagliare il tempo necessario per rifocillare e rinvigorire gli animi.

Vineria di Quartiere è una piccola realtà, al suo primo anno di vita, ma è già diventato un punto di incontro per le persone del quartiere, che dopo ore dietro una scrivania con gli occhi fissi al computer, o dopo i turni negli ospedali vicini, vogliono godersi un aperitivo o una piacevole serata.

In sala c’è Danilo Flori, direttore di origini siciliane trapiantato a Napoli, ma anche un front-man altamente preparato e cordiale, pronto ad accogliere i commensali nella scelta dei drink o in quella dei vini della selezione accurata di Vineria di Quartiere.

A selezionare le migliori etichette ci pensano direttamente i soci Danilo Cortimiglia (già cotitolare e cofondatore di Salumeria Contavoli, trattata a fine marzo sul magazine, che ha partecipato a inizio mese ai Teatri del Gusto e a una bella iniziativa della Fondazione FOQUS ai Quartieri Spagnoli di Napoli) e Vicenzo Vivenzio, rifornendo la vineria dalle cantine tutta Italia, e non solo.

Le proposte di Vineria di Quartiere

In Vineria di Quartiere si possono degustare i classici drink e accompagnarli con taglieri di salumi e formaggi, in parte presidi Slow Food, altri provenienti dal territorio campano. E si può trovare una selezione di gin che fa da componente principale ai cocktail, abbinandoli, secondo le caratteristiche degli stessi, alla tonica giusta nel segno di una mixology di qualità.

Il punto di forza di Vineria di Quartiere e i progetti futuri

Vineria di Quartiere, uno sguardo al suo interno

L’enologia si incontra col buon cibo e si accosta perfettamente alla gastronomia per piacevoli aperitivi da gustare in un luogo conviviale.

Grande attenzione viene riservata alle materie prime e alla loro stagionalità: da Vineria si possono assaggiare anche ottimi crostoni e bruschette, sempre accompagnati da verdure o contorni come la parmigiana di melanzane. Ma il punto forte di Vineria di Quartiere è sicuramente il cocktail di vino, con il vino rosso come ingrediente di punta.

Grazie alla preparazione dei soci, Vineria organizza anche corsi di avvicinamento al vino, per quanti vogliano conoscere da vicino questo mondo.

Vineria di Quartiere è prima di ogni altra cosa un luogo ospitale, in cui il cliente respira armonia e si sente a casa. E tra un sorso di vino e un morso a un crostone, divertirsi deve essere sempre la parola chiave. Ci tiene a precisarlo uno dei soci, Danilo Cortimiglia.

Non posso pensare di passare otto ore della mia vita senza divertirmi”: è questa la felicissima intuizione dei cinque soci e amici.

Ed è anche la ricetta che fa di Vineria di Quartiere uno dei migliori locali dei Colli Aminei, in cui arrestare i pensieri e farsi coccolare da un buon calice di vino con l’oste giusto e la musica più orecchiabile o raffinata.

Vineria di Quartiere

Indirizzo: Viale dei Pini, 89, Napoli (NA), quartiere Colli Aminei.

Tel. 0810606263

Instagram: vineriadiquartiere

The following two tabs change content below.

Giovanna Nuzzo

Classe 1997, pugliese, si è laureata in giurisprudenza presso l'Università di Bologna. Impegnata nel volontariato fin dall'adolescenza con associazioni locali e non, ricopre attualmente il ruolo di vicepresidente di un'organizzazione di volontariato attiva nella difesa dell'agro-biodiversità e nella sperimentazione di pratiche di restanza in territori marginali. Credendo fortemente nel potenziale del Sud, è tornata, infatti, a vivere nel suo paese d'origine, un piccolo paese del salento. Appassionata di scrittura e giornalismo, scrive, inoltre, per testate locali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *