Concorso Enologico Internazionale Città del Vino

XX edizione, iscrizioni aperte. Concorso Enologico Internazionale Città del Vino

Le commissioni internazionali ospiti a Priocca (Cuneo), tra le colline del Roero, dal 19 al 22 maggio. Oltre 1.500 i campioni stimati in arrivo per le degustazioni alla cieca nei locali di Mondodelvino. Oltre ai premi speciali Forum Spumanti, BioDivino, Mondo Merlot e Grappa Award quest’anno anche un riconoscimento eccezionale in omaggio a Duino Aurisina (Devin-Nabrežina in sloveno) Città Italiana del Vino 2021 

foto-concorso-del-vino

Il presidente di Città del Vino, Angelo Radica: “Il nostro concorso, ormai ventennale, genera visibilità e ricadute economiche sui territori, che ormai gareggiano per ospitarlo. E questo è un grande successo di cui siamo orgogliosi. Nel 2023 e nel 2024 si sono già prenotate Sambuca di Sicilia (Ag) e Gorizia, che l’anno successivo sarà Capitale Europea della Cultura insieme a Nova Goriča”. 

Sono aperte le iscrizioni al XX Concorso Enologico Internazionale Città del Vino e al III Grappa Award che quest’anno si svolgerà in Piemonte, nelle terre del Roero a Priocca (Cuneo), negli spazi della cantina Mondodelvino, dal 19 al 22 maggio. Prima importante novità è il nuovo sito web https://concorsoenologicocittadelvino.it/ dove le cantine possono facilmente iscrivere i loro vini da sottoporre alle commissioni di assaggio; sul sito anche le immagini e i risultati delle ultime tre edizioni del concorso enologico; il Regolamento, le informazioni sull’ invio dei campioni e sulle quote di iscrizione e le principali scadenze per partecipare (chiusura delle iscrizioni il 2 maggio). 

L’edizione di Priocca sarà la ventesima, un traguardo che consolida un progetto nato nel 2001 con il nome di Selezione del Sindaco, felice intuizione dello scomparso direttore Paolo Benvenuti che voleva evocare la simbolica presentazione dei vini e dei territori da parte dei sindaci. Il Concorso cresciuto in questi 20 anni ha avuto solo uno stop nel 2020 a causa del Covid.  

“L’importanza del nostro concorso è dimostrata anche dalle manifestazioni d’interesse di molti Comuni associati a voler ospitare l’evento: per il 2023 si è già prenotata Sambuca di Sicilia (Ag), mentre nel 2024 sarà Gorizia a ospitare le commissioni internazionali nell’ambito delle attività in programma nel 2025 come Capitale Europea della Cultura – sottolinea il presidente di Città del Vino, Angelo Radica –. Voglio ricordare che il concorso attiva importanti ricadute economiche e di visibilità sui territori ospiti: per la logistica, la ricettività, l’enogastronomia e i vari servizi di supporto e collaborazione con scuole alberghiere, associazioni di sommelier e altro ancora”.

Il Concorso, autorizzato dal Ministero per le Politiche Agricole e con il patrocinio tecnico dell’OIV, Organizzazione Internazionale della Vite e del vino, punta a superare il record dei 1.400 campioni iscritti lo scorso anno per l’edizione svoltasi Castelvetro di Modena. 

Lo sponsor tecnico è anche quest’anno VDGLASS, l’Azienda di Parma leader nella fornitura di prodotti in vetro per il beverage.

Oltre a proporre i consueti premi speciali Forum Spumanti (in collaborazione con il Comune di Valdobbiadene), BiodiVino (in collaborazione con Città del Bio) e Mondo Merlot (in collaborazione con il Comune di Aldeno, Trento), il concorso rilancia la terza edizione del Grappa Award, premio riservato esclusivamente al prestigioso distillato italiano, nelle sue molteplici declinazioni.

Su iniziativa del Coordinamento delle Città del Vino del Piemonte, saranno premiate anche le migliori annate dei vini a base di uva nebbiolo; iniziativa maturata in collaborazione con i Coordinamenti regionali di Lombardia, Valle d’Aosta e Sardegna, dove il nebbiolo è chiamato rispettivamente chiavennasca, picodendro e nebiolo (con una “b”). 

Inoltre, in nome di Duino Aurisina, Città Italiana del Vino 2022, è stato istituito un premio che andrà ai migliori friulani bianchi e rossi nelle rispettive categorie: vini fermi dell’annata 2021 e delle annate precedenti; vini spumanti e frizzanti; vini dolci, passiti e liquorosi. 

Altra importante novità: l’azienda dovrà inviare solo 3 bottiglie della stessa tipologia di vino (stesso lotto) di capacità di litri 0,75. In alternativa, solo per i vini da dessert, 6 bottiglie della capacità di litri 0,375. Sul cartone di vino deve essere chiaramente scritto: “Campione non commerciale inviato per XX CONCORSO ENOLOGICO INTERNAZIONALE CITTÀ del VINO”. All’interno del cartone dovrà essere inserito il certificato di analisi come indicato sul Regolamento.

I campioni di vino devono essere spediti alla sede del Concorso a partire dal giorno 26 aprile 2022 e dovranno pervenire entro la data del 13 maggio 2022 al seguente indirizzo: Mondodelvino – Via Umberto I, 115 – 12040 Priocca (Cuneo). Sempre dal sito è possibile ordinare i bollini attestanti la vincita delle medaglie d’oro e d’argento.

Invariato il costo di iscrizione di € 80,00+IVA (22%) a campione, richiesto a titolo di contributo nelle spese organizzative per una manifestazione che non persegue scopi di lucro; il pagamento può essere effettuato direttamente online tramite Paypal al termine delle procedure di iscrizione dei vini, o tramite bonifico bancario alle seguenti coordinate:

BENEFICIARIO: CI.VIN srl società di servizi dell’Ass. Naz. Città del Vino
IBAN: IT45C0707514201000000032086
Banca Centro Credito Cooperativo Toscana Umbria Filiale di Siena – Viale Europa

Le iscrizioni dei vini si chiuderanno improrogabilmente lunedì 2 maggio.

Ufficio Stampa Città del Vino
Massimiliano Rella info@maxrella.com  347.8872490
Paolo Corbini corbini@cittadelvino.com 335.5723297 

The following two tabs change content below.

Redazione La Buona Tavola

Ultimi post di Redazione La Buona Tavola (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *