Fratelli Castellan, ecco la nuova Linea Biologica “Assaggi del Piave” per il Cibus di Parma

La nuova Linea biologica del Caseificio Fratelli Castellan amplia la produzione e raggiunge le nuove tendenze di consumo che esporrà a maggio al prossimo Cibus di Parma. 

È un comparto in crescita quello dei formaggi biologici, sia in Italia che in Europa, in cui il consumatore è sempre più attratto da prodotti che provengono da filiere controllate e garantite. Da anni lo scontrino medio del mercato biologico vede in Italia i prodotti che derivano dal latte competere quasi alla pari con quelli ortofrutticoli. Segno di una diffusa valorizzazione dell’impegno dei caseifici nelle lavorazioni sempre più naturali e genuine. 

Stracchino, robiola, ricotta e caciotta sono i formaggi freschi della nuova linea biologica a marchio “Assaggi del Piave”. Stracchino e robiola bio sono disponibili anche senza lattosio. Il latte proviene da un’azienda agricola biologica del territorio, a pochi chilometri di distanza dal Caseificio trevigiano, per garantire formaggi bio di assoluta qualità e fedeli espressione di un territorio di antichissima vocazione casearia. La lavorazione artigianale e senza conservanti avviene poi nel nostro Caseificio da qualificati maestri casari che custodiscono passioni e competenzeIl Caseificio Fratelli Castellan è certificato biologico da Valoritalia.

Sul piano organolettico lo stracchino bio e la robiola bio presentano un gusto più dolce che rimanda al latte di alta qualità. La ricotta bio realizzata con il siero della lavorazione sprigiona un sapore di elevata qualità. La Caciotta bio ha una pasta più cremosa ed è adatta ai numerosi utilizzi delle cucine domestiche e dei locali del fuoricasa. 

La linea biologica “Assaggi del Piave” è distribuita in alcune qualificate catene di negozi specializzati nei prodotti biologici che ne riconoscono la qualità distintiva ma l’impegno del Caseificio è quello di ampliare la distribuzione nei migliori locali del fuoricasa e nel più qualificato retail, italiano ed europeo. 

Castellan, la storia

Il Caseificio Fratelli Castellan prosegue l’esperienza della storica “Latteria turnaria” di Ponte di Piave del 1919, cioè di una di quelle latterie che già alla fine dell’Ottocento si erano diffuse nell’attuale Triveneto e che puntavano a lavorare il latte degli allevatori soci della latteria.In piena autonomia l’allevatore decideva poi se ritirare i formaggi e venderli in proprio o lasciarli vendere allo spaccio della latteria. Una pratica di “cooperativismo di comunità”, che riuniva le competenze di filiera, con gli allevatori, i maestri casari e i venditori, con il valore della comunità e del territorio. Così nacque la Latteria turnaria di Ponte di Piave di cui il Caseificio Fratelli Castellan ha ereditato la sede che oggi rappresenta un moderno stabilimento di produzione in cui si valorizza la lavorazione artigianale dei formaggi freschi attraverso esperti casari e sotto il costante monitoraggio del laboratorio di qualità. 

The following two tabs change content below.

Eduardo Cagnazzi

Giornalista pubblicista ha scritto per Il Giornale di Napoli, Il Mattino, Italia Oggi e Affaritaliani. Oggi scrive per il Roma e Il GiornaleOff (Il Giornale). E’ vincitore di numerosi premi giornalistici nazionali tra cui “Ausonia Crociere e Cultura” (Il Giornale di Napoli) , L'Oro del Vesuvio" e “Sirena d’Oro di Sorrento” (Italia Oggi) e l’Award Nautical Shipping (Il Roma).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *