L’amore per la propria terra del pizzaiolo siciliano Vincenzo La Porta a “Le Fontanelle”

Vincenzo La Porta ha deciso di seguire le orme del padre e ha dato vita alla pizzeria Le Fontanelle a Raffadali (AG), nella quale trasforma i piatti della tradizione siciliana in pizze.

Vincenzo La Porta Le Fontanelle

La famiglia è una potente matrice propulsiva. Sono numerosi, infatti, gli individui che scelgono di seguire e calpestare le orme dei propri genitori, e non fa eccezione a questo trend il pizzaiolo Vincenzo La Porta, proprietario de Le Fontanelle a Raffadali nell’agrigentino, in Sicilia.

Io sono figlio d’arte. Fin da quando ho memoria – racconta il giovane pizzaiolo – ho l’immagine della pizzeria e di mio padre che stende la pizza. Si può dire che sono nato nella farina. In me la passione per l’arte bianca è innata, proprio per questo motivo a 14 anni ho deciso di iscrivermi alla scuola alberghiera. Ogni volta che potevo, andavo ad aiutare la mia famiglia in pizzeria. Ho deciso poi di incrementare il mio bagaglio culturale e le mie conoscenze, seguendo corsi e acquistando numerosi libri sulla lievitazione e sulla panificazione”.

Vincenzo La Porta ha mosso i primi passi da pizzaiolo nella storica pizzeria di famiglia, che si trovava nella piazza principale di Raffadali (AG). Col passare del tempo, però, sentiva la necessità di dare vita a una nuova realtà, più moderna e con strumentazioni innovative.

Questo desiderio si è realizzato nel 2014 con l’apertura de Le Fontanelle. Un locale nel quale è racchiusa la filosofia del giovane chef, ovvero il tentativo di portare in tavola la tradizione siciliana, reinterpretandola attraverso tecniche moderne.

La Pizza di Vincenzo La Porta

Vincenzo La Porta Le Fontanelle

Per me tradizione – spiega il patron de Le Fontanellesignifica radici, la cucina della nonna. Si devono portare in tavola i gusti genuini delle ricette classiche, lavorando però gli ingredienti attraverso le tecniche innovative, come ad esempio la cottura a bassa temperatura. La mia idea è quella di trasformare in pizza i piatti tipici siciliani, come può essere una Pasta alla Norma. Voglio che quando un cliente assaggia le mie creazioni, ritorni bambino, che riviva la sua infanzia delle domeniche in famiglia. Non faccio altro che rielaborare, attraverso la mia esperienza, le ricette della mia terra”.

Questa tendenza a richiamare la tradizione si evince anche dalla scelta degli ingredienti; egli usa quasi esclusivamente materie prime della sua regione.

Scelgo tutti prodotti di prima qualità – assicura La Porta -, ma soprattutto solo presidi Slow Food. Per celebrare la Sicilia e la sua tradizione ho deciso di aggiungere nell’impasto di farina anche della semola rimacinata. Per la mia pizza parto da una biga e utilizzo un grammo e mezzo di lievito per ogni kg di farina. La mia si può definire una pizza siciliana contemporanea, perché apprezzo molto il cornicione pronunciato e ritengo che questa novità rappresenti una marcia in più“.

Vincenzo La Porta Le Fontanelle

Tradizione è la parola chiave di Vincenzo La Porta e lo si capisce anche quando gli viene chiesto quali siano le pizze che esprimono la sua filosofia.

Il pizzaiolo non ha dubbi in merito: la pizza Profumo di Sicilia e quella dal nome altrettanto evocativo Radici.

La prima ha quasi trent’anni sulla carta, si trovava anche nel menu della storica pizzeria di famiglia e custodisce i sapori dell’isola: una base condita con pomodoro Siccagno d’Aragona, il pomodorino ciliegino, le acciughe di Sciacca, le olive nere e delle scaglie di Grana Padano.

La Radici – continua il pizzaiolo – è una vera e propria riscoperta della Sicilia, la pizza che meglio rappresenta la mia terra. Infatti è composta da pomodoro Siccagno d’Aragona, pangrattato aromatizzato alle acciughe di Sciacca, la bieta di Raffadali, il primo sale della capra girgentana, i capperi e una polvere di olive nere”. 

L’esperienza al Festival di Sanremo 2024 e a Casa Sanremo

Vincenzo La Porta Le Fontanelle

La kermesse musicale del Festival di Sanremo 2024 ormai è giunta al termine. Quello che si vede in televisione però è solo una parte di ciò che avviene nella città ligure.

Nella settimana del Festival della Canzone Italiana viene allestita Casa Sanremo, un luogo in cui si ritrovano importanti chef e pizzaioli per preparare le proprie specialità ai cantanti in gara e ai loro entourage.

Quella di Sanremo è stata un’esperienza incredibile, non solo ti dà la possibilità di conoscere importanti nomi nel settore della ristorazione e farti notare, ma soprattutto ti permette di arricchire il tuo bagaglio culturale. L’atmosfera era bellissima e mi ha permesso di crescere dal punto di vista lavorativo”.

Indirizzo: Via Fontanelle 241, Raffadali (AG)

Facebook: Le Fontanelle

Instagram: lefontanellepizzeria

The following two tabs change content below.

Matteo Cicarelli

Sono Matteo e sono laureato in Lettere Moderne e in Editoria e Scrittura. Fin da quando sono piccolo amo raccontare storie. La gastronomia è una delle mie più grandi passioni e adoro parlarne, anzi… scriverne.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *