Articoli

Pizza a Vico – nasce Premio Luigi Dell’Amura

MODALITA’ DI ACCESSO ALLA CONFERENZA STAMPA

Gli operatori dell’informazione interessati a seguire la conferenza stampa di Pizza a Vico nella quale sarà presentato anche il Premio intitolato a Luigi Dell’Amura, ideatore della pizza a metro, possono accreditarsi inviando una e-mail ai seguenti indirizzi : info@bccommunication.it oppure bccommunicationservices@gmail.com.

La mail dovrà contenere: nome, cognome e testata giornalistica/blog di riferimento

L’incontro è fissato per  giovedì 4 aprile alle ore 11 presso il castello Giusso di Vico Equense.

 

Ufficio Stampa:

Bc Communication Services

Buonocore: “sì a una strada intitolata a Gigino”

E’ stata installata in via Nicotera, a Vico Equense una statua in memoria dell’imprenditore Luigi Dell’Amura, fondatore di Pizza a Metro.
A tenere a battesimo il busto, insieme agli eredi di Gigino, i figli Francesco, Carlo, Rosa, Mario e Lucia (Antonio e Giulio sono scomparsi) e ai 15 nipoti, il sindaco della cittadina costiera, Andrea Buonocore, il direttore della struttura, Giovanni Rivieccio e i dipendenti del locale.
Nel corso dell’evento che si inquadra nell’ambito dei festeggiamenti per il 50esimo anno della sede di via Nicotera, il sindaco si è impegnato ad intitolare una strada al Gigino ideatore della pizza a metro, che brevettò nel 1959.
Pizza a Metro
Pizza a Metro – ha detto il sindaco – è Vico Equense e ha un valore sociale, economico, turistico. Per noi è un onore avere famiglie e attività rappresentative della storia della costiera e dell’intera Campania. Il brand oggi è conosciuto in tutto il mondo e alla naturale attrattiva di Vico dovuta alle valenze ambientali e, in particolare, alla risorsa mare, si aggiunge certamente anche la prospettiva gastronomica legata al locale”.
Pizza a Metro – hanno detto gli eredi di Gigino – è oggi una realtà che conta 1600 posti a sedere e circa 100 dipendenti. E’ l’unica struttura ad avere quattro forni a legna da 2, 20 metri ciascuno che lavorano contemporaneamente. Col passare degli anni abbiamo ingrandito il locale e aggiunto nuovi condimenti alle pizze: oggi se ne contano 50″.
La grande festa è continuata fino a notte con una carrellata di pizze e dolci, tipici dell’impostazione del locale.

A Vico Equense statua dedicata al fondatore di Pizza a Metro

Sarà installata giovedì 21 giugno alle ore 19, a Vico Equense, la statua dedicata a Luigi Dell’Amura, fondatore di Pizza a Metro, realtà consolidata del mondo enogastronomico campano divenuta attrattiva turistica del territorio ma anche azienda con circa 100 dipendenti e 1600 posti a sedere.

La scultura sarà inaugurata dal sindaco di Vico Equense, Andrea Buonocore che parteciperà alla cerimonia insieme con la famiglia Dell’Amura e il direttore di Pizza a Metro, Giovanni Rivieccio.

Subito dopo l’installazione della scultura presso l’entrata principale del ristorante, si terrà una serata gastronomica ad invito all’interno dello storico locale con degustazione di prodotti che hanno segnato l’evoluzione del gusto oltre che della tipica pizza a metro.

A conclusione gran buffet di dolci del laboratorio interno.

Nel corso della serata si procederà ad una raccolta fondi volontaria in favore di una onlus vicana.

Domenica 3 giugno “Professori all’Università”

 

I grandi chef d’Italia incontrano la storia della pizza. Festa a Vico celebra i 50 anni di Pizza a Metro – L’Università della Pizza, autentica istituzione del territorio capace di rappresentare a livello mondiale una delle maggiori svolte nel mondo della pizza: l’introduzione di un nuovo modo di preparare l’impasto e di servire il prodotto finale.

Una rivoluzione che, per ironia della sorte, coincide proprio con il ’68.

 

A spegnere le candeline, insieme alla famiglia Dell’Amura, ossia agli eredi di Gigino, saranno ben 50 chef stellati guidati da Gennarino Esposito, due stelle Michelin della Torre del Saracino di Seiano, per l’eccezionale evento “I Professori all’Univesità” che si svolgerà domenica 3 giugno, proprio nello storico locale di Pizza a Metro, in corso Giovanni Nicotera a Vico Equense.

La serata si inquadra nell’ambito della sedicesima edizione di Festa a Vico e l’incasso sarà devoluto in beneficenza a favore delle onlus selezionate per questa edizione dagli organizzatori. Ha già garantito la partecipazione, insieme a Gennarino Esposito, Antonino Cannavacciuolo.

Con loro: Alberto Annarumma, Silvia Baracchi, Paolo Barrale, Salvatore Bianco, Marco Bottega, Cristina Bowerman, Graziano Caccioppoli, Stefano Ciotti, Lorenzo Cogo, Lorenzo Cuomo, Gianluca D’Agostino, Umberto De Martino, Rocco De Santis, Giovanni De Vivo, Patrizia Di Benedetto,Danilo Di Vuolo, Paolo Gramaglia, Nicola Gronchi, Vincenzo Guarino, Giuseppe Guida,Domenico Iavarone, Franco Madama, Raffaele Lenzi, Rosanna Marziale, Ivan Milani, Antonino Montefusco, Luigi Nastri, Fabio Pesticcio, Domenico Pichini, Errico Recanati, Gennaro Russo, Luigi Salomone, Domingo Schingaro, Giuseppe Stanzione, Domenico Stile,Fabrizio Tesse,Pasquale Torrente,Cristian Torsiello, Cristoforo Trapani, Daniele Usai,Claudio Vicina,Ilario Vinciguerra,Marianna Vitale.

 

Gli chef, divisi in cinque squadre, prepareranno piatti stellati per circa 400 persone che avranno preventivamente acquistato il ticket da 150 euro che darà diritto anche all’ingresso ad una seconda serata che si svolgerà in estate e che si inquadra sempre nei festeggiamenti per il 50esimo del locale.

A mezzanotte, per la grande festa del mezzo secolo di Pizza a Metro, si apriranno le porte a tutti gli altri chef che hanno partecipato alla festa nelle strade della città e saranno sfornati 50 metri di pizza con 50 tipi di condimento diverso. A fare gli onori di casa sarà il direttore della struttura, Giovanni Rivieccio, affermato manager del settore wine and food che affianca la famiglia nella gestione aziendale.

Una operazione resa possibile dal maestro pizzaiolo Raimondo Cinque, coordinatore di una brigata di 12 persone e dagli imprenditori che hanno voluto suggellare questa importante data, come Francesco Franzese de La Fiammante:

“E’ la festa di un territorio. Pizza a Metro non è un locale qualsiasi. E’ la storia della città di Vico ed è la storia della pizza. Non potevamo mancare a un evento che ricorda innanzitutto la genialità imprenditoriale di Gigino che non solo inventò la pizza a metro ma addirittura riuscì a brevettarla il 4 settembre del ’59. Un prodotto capace di mantenere inalterata, in mezzo secolo di storia, la sua originalità e capacità distintiva. Siamo felici che Pizza a Metro abbia scelto La Fiammante, un’azienda che da sempre promuove il valore socio culturale e, dunque, identitario del cibo, tutelando il lavoro contadino grazie ad accordi diretti e relazioni autentiche con la parte agricola. Persone, famiglie che conosciamo personalmente e che fanno la storia della nostra terra, esattamente come la famiglia Dell’Amura”. 

Il ricavato dei biglietti venduti sarà interamente devoluto in beneficenza.

Per prenotazioni: 081.8798309 – 081.8798426