cioccolato

C’è una cosa che dopo Pasqua dura in eterno: il cioccolato delle uova. Quante volte l’abbiamo tenuto in frigo o in freezer per mesi e mesi? E quante volte ci siamo ripromessi di non finire nella stessa situazione? Sappiate che un rimedio c’è ed è quello di utilizzare il cioccolato avanzato per fare dolci, mousse e creme.

Ecco tre ricette facili e veloci per dei fine pasto golosi, dolci sfizi o merende gustose.

Torta con cioccolato alle nocciole

Avete ricevuto una di quelle uova buonissime di cioccolato al latte e nocciole? Vi segnaliamo la ricetta di una torta squisita.

Ingredienti

  • 100 g burro
  • 100 g zucchero
  • 1 bustina di lievito
  • 1 bustina di vanillina
  • 2 uova
  • 130 g farina per dolci
  • 50 ml latte
  • 100 g di scaglie di cioccolata con le nocciole
  • 50 g cioccolata fondente

Procedimento

In una ciotola, mescolare zucchero e uova e montarli finché il composto diventa spumoso. Nel frattempo sciogliere il burro a bagno maria. Dopo aggiungere al composto la farina, il lievito, la vanillina precedentemente setacciati e il burro fuso. Continuare a montare finché non saranno amalgamati perfettamente, poi aggiungere il latte. Sciogliere a bagno maria i due tipi di cioccolato e aggiungerli al composto. Versare il composto in una tortiera imburrata e infarinata. Cuocere per 45 minuti in forno preriscaldato a 140°.

Crema pasticcera

Se il vostro preferito è l’uovo al cioccolato fondente, adorerete questa ricetta. La crema pasticcera al cioccolato è una ricetta di base che, a differenza della crema pasticcera classica, prevede aggiunta di cacao e di cioccolato fondente, alla fine. Potete utilizzarla con farcia per il pan di spagna, o aggiungerci della panna montata per ottenere una mousse al cioccolato, ma vi assicuro che anche mangiata a cucchiaiate è squisita!

Ingredienti

  • 500 ml di latte
  • 2 tuorli
  • 60 g di farina
  • 25 g di cacao
  • 100 g di zucchero
  • 100 g di cioccolato fondente

Procedimento

In un pentolino lavorare tuorli e zucchero. Aggiungere farina e cacao setacciati, e se necessario un pochino di latte. Lavorare il tutto. Aggiungere il latte a filo, sempre mescolando con una frusta. Sul fuoco cuocere a fiamma bassa per 5-10 minuti, fino a che la crema non si sarà addensata. Spegnere ed aggiungere il cioccolato fondente. Mescolare e fare sciogliere del tutto. Trasferire in un piatto da portata e coprire con pellicola a contatto. Una volta che sarà raffreddata del tutto, mettere un’ora in frigo prima di utilizzare la crema.

Cubotti di cioccolato al latte

Per par condicio vi lasciamo anche una ricetta in cui utilizzare il cioccolato al latte delle uova di Pasqua che farà letteralmente impazzire i più piccoli.

Ingredienti

  • 100 g cioccolato al latte (si può utilizzare anche il fondente)
  • 20 g Latte
  • 1 cucchiaio Miele
  • 130 g Biscotti secchi

Procedimento

Tagliare a pezzi il cioccolato delle uova di Pasqua e posizionarlo in una ciotola. Unire il latte e il miele. Sciogliere il composto a bagnomaria, oppure, nel microonde per circa 50 secondi. Al termine, mischiare il composto con un cucchiaio per amalgamare bene gli ingredienti. Tritare i biscotti secchi e versare su di essi il composto a base di cioccolato. Mescolare. Versare il composto in una pirofila rettangolare coperta con carta forno. Compattare bene con le mani. Far raffreddare in frigo per circa 15 minuti. Una volta raffreddata, tagliare i cubotti e cospargere di zucchero a velo.

Oltre ai chili in eccesso, la Pasqua ci ha lasciato qualcosa di ben più delizioso: pezzi e pezzi di cioccolato avanzati dalle uova di Pasqua. Ora sapete cosa farne.

Se questa ricetta ti è piaciuta, condividila sui tuoi social e seguici su facebook. Per altre deliziose ricette, visita la sezione dedicata!

The following two tabs change content below.

Marika Manna

Vivo persa nei libri. Amo le parole. Perché hanno "un effetto magico. Nel senso che hanno la capacità di forgiare il pensiero degli uomini. Di condizionare i loro sentimenti. Di dirigere la loro volontà e le loro azioni". Amo anche i punti. Molto. Segnano la fine ma l'inizio di una nuova storia.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *