La pizza di gallette è un dolce alla crema pasticcera semplice da realizzare e adatto per un fine pasto o una merenda. Più che una ricetta questo dessert è un tuffo nel passato, un salto negli anni ’60, un sapore che spalanca ricordi di domeniche in famiglia. Un dolce che piacerà a tutti, grandi e piccini ma allo stesso tempo di una semplicità che lo rende ancora più buono. Come dice Alain Ducasse “è una storia d’amore la cucina. Bisogna innamorarsi dei prodotti e poi delle persone che li cucinano”.

Ingredienti pizza di gallette

  • 4 uova
  • 200 g di zucchero
  • 1 litro di latte + un cucchiaio
  • 100 g di farina 00
  • un pacco di biscotti secchi
  • caffè della moka quanto basta
  • mezza tazzina da caffè di rum
  • cacao amaro per spolverare (oppure confettini colorati).

Preparazione

Amalgamare le uova con lo zucchero con una frusta a mano, poi aggiungere 1 litro di latte e la farina. Trasferire il tutto sul fuoco a fiamma moderata e mescolare con la frusta per eliminare i grumi e fino a far addensare la crema e tenere da parte a raffreddare.

Preparare il caffè con la moka, aggiungere un po’ di zucchero, il rum e il cucchiaio di latte e mescolare. Inzuppare quindi i biscotti in questo composto, formare uno strato in una pirofila, aggiungere la crema, coprire con un altro strato di biscotti, ancora crema e finire con l’ultimo strato di biscotti. In superficie spolverare con cacao amaro, oppure ricoprire semplicemente con dei confettini colorati. È consigliato preparare questo dolce il giorno prima, in modo da farlo riposare in frigo e fargli acquistare ancora più sapore.

Per altre buone ricette clicca qui.

The following two tabs change content below.
Mi appassiona tutto ciò che è cibo, dal cucinarlo al mangiarlo, fino allo sperimentare e avere sempre fame di conoscenza, perché ad esso si legano tradizione, cultura e socializzazione di ogni luogo. Se vi fa piacere seguitemi sulla mia pagina instagram cuciniamobyanna (le ricette di Anna).
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *