Ristorante Pizzeria Mattozzi, la Centenaria che è garanzia di napoletanità

Il Ristorante Pizzeria Mattozzi è oggi in mano alla famiglia Surace, originariamente in società con i Mattozzi.

Un locale storico, oggi in mano all’erede pizzaiolo Paolo Surace.

Il Ristorante Pizzeria Mattozzi di Paolo Surace, situato a Napoli in Piazza Carità, era originariamente gestito dalla famiglia Mattozzi, in società con Alfredo Surace.

Nell’800, quando il locale fu aperto al pubblico, non era consuetudine usare due cognomi nel nome d’impresa, pertanto è da sempre conosciuto come Pizzeria Mattozzi.

Il nipote di Alfredo, Paolo Surace, attuale gestore e rappresentante della terza generazione della storica famiglia di pizzaioli, dopo aver preso le redini dell’attività ha scelto di registrarla con il nome attuale. Proseguendo la storia di questa Centenaria.

Il ristorante-pizzeria si distingue per la sua dedizione all’esperienza emozionale del cliente. Non si limita soltanto all’atto di portare le pizze dalla cucina alla sala.

Alla base di tutto c’è il contatto e la comunicazione con gli ospiti. “Nessun cliente è uguale all’altro. Io chiacchiero sempre con i miei ospiti. Spiego il prodotto finito ma anche tutto il processo di creazione della pizza”, afferma Paolo.

Lui spiega che tutto quello che rimane impresso non è solo la pizza in sé, ma soprattutto il messaggio che si vuole trasmettere: ovvero la tradizione culinaria e la storia di Napoli.

I rigorosi 90 secondi di cottura delle pizze nel Ristorante Pizzeria Mattozzi

Il Ristorante Pizzeria Mattozzi non esclude le variazioni culinarie, purché non stravolgano il lato tradizionale napoletano.
Le pizze classiche del Ristorante Pizzeria Mattozzi

Il motto di Paolo, segretario generale dell’Associazione Verace Pizza Napoletana, è il seguente: “Poche pizze e semplici”. Nel suo menu infatti include 11 pizze, divise tra fritte e cotte al forno. Tra queste, si consiglia la Paolo Surace, con pomodorino fresco, fiori di zucca e mozzarella di bufala campana DOP.

Viene completata con un filo d’olio extravergine di oliva e una spolverata di Parmigiano, cotta a 450° nella cupola del forno per 90 secondi.

All’uscita si aggiunge del radicchio fresco. Si tratta di una pizza con un grande valore affettivo, in quanto è stata dedicata a Paolo da suo padre Lello.

Per le pizze fritte vi è uno spazio dedicato appositamente, con servizio take away. Dietro la pizza fritta c’è un concetto diverso: la si ordina e la si mangia calda, passeggiando per le vie della città, dato che è nata come cibo di strada per eccellenza.

Paolo Surace, un custode dell’eredità gastronomica napoletana

In totale sono più di 200 i coperti nel Ristorante Pizzeria Mattozzi, tra sale interne e spazi esterni.

Il Ristorante Pizzeria Mattozzi, con i suoi 227 coperti tra esterni e sale interne, non si fa mancare il “lato” ristorante nel menu, accuratamente creato per dare modo a tutti di assaporare i gusti tipici della cucina napoletana. I suoi piatti più identificativi sono autentico tributo alla tradizione: c’è la genovese, su cui Paolo tiene a sottolineare una cosa, ovvero che il segreto dei suoi colori è dovuto non alle cipolle, ma alla sfumatura con un buon vino rosso; da ordinare assolutamente anche la pasta e patate con la provola; e come secondo il baccalà in casseruola, con patate e pomodorini del Piennolo del Vesuvio.

Ritornando a parlare di pizza, Paolo sostiene: “Siamo improntati sulla tradizione, ma se un cliente chiede una variazione ci mostriamo accomodanti, purché si tratti di modifiche che non stravolgano l’essenza della pizza napoletana”.

Per spiegare la sua filosofia, utilizza come esempio un aneddoto di un turista che ordinò la pizza con la nutella. “Una volta mi chiesero questo tipo di pizza e io cordialmente spiegai che a Napoli non esiste. Trovai però una soluzione per andare incontro al cliente. Come variante tagliai l’impasto della pizza in spicchi, friggendoli e servendoli poi con del cioccolato. In questo modo si crea una sorta di dessert.

È la salvaguardia della tradizione, infatti, ad aver permesso al locale di creare delle basi solide che poi sono rimaste vivide per più di 100 anni. E soprattutto ad aver fatto sì che Paolo ricevesse molteplici riconoscimenti, che si traducono in titoli. È infatti socio fondatore dell’Unione Pizzerie Storiche Napoletane “le Centenarie”, nonché dell’associazione Locali Storici d’Italia e Consigliere della FIPE.

Piazza Carità 2, Napoli (NA)

Tel. 081 5524322

Email: ristorantepizzeriamattozzi@hotmail.com

IG: mattozzi.ristorante.pizzeria

FB: Ristorante Pizzeria Mattozzi dal 1833

TRIPADVISOR: Ristorante Pizzeria Mattozzi

The following two tabs change content below.

Lucia Ioanna Bertsia

Il mio nome è Lucia e la passione per la scrittura è stata per me una scoperta che mi ha dato sicurezza, così mi sto impegnando per trasformarla in un lavoro. Amo viaggiare, conoscere terre diverse dalla mia mi fa stare bene. Forse perché il mio cuore è già diviso tra due culture: la Grecia, dove sono nata e cresciuta, e l’Italia, dove poi ho preso in mano la mia vita e sono “diventata grande”. Ovviamente, sono una buona forchetta, altrimenti non sarei qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *