Articoli

La tipica colazione italiana odora di caffè e ha il sapore del cornetto. C’è chi lo preferisce al cioccolato, chi alla crema e chi è amante della marmellata di stagione. Quale che sia il gusto che preferite sono pronta a scommettere che almeno una volta siete andati al bar, avete ordinato e, ahimè, vi hanno risposto che  proprio quello che cercavate era già finito! Ho indovinato? Lo so, capita a tutti. Fortunatamente la soluzione è semplice: basta farli in casa ! La preparazione non è delle più veloci (bisogna contare almeno quattro ore da quando si inizia a lavorare a quando potremo sfornare il nostro dolcetto preferito) ma, soprattutto in questo periodo, vale la pena sporcarsi le mani e mantenersi attivi cimentandosi in questa nuova, gustosissima, sfida!

Quando la vostra casa si riempirà dello stesso odore della vostra pasticceria preferita mi ringrazierete..

Ingredienti:

 

Per l’Impasto:

  • 300 gr. di farina manitoba
  • 250 gr. farina 00
  • 200 ml acqua
  • 120 ml di latte
  • 100 gr. di zucchero
  • 40 gr. burro
  • 1 tuorlo
  • 10 gr di lievito di birra fresco (o 3 gr. di lievito di birra secco)

Per la sfogliatura:

  • 200 gr. burro

Per spennellare:

–       50 ml. di latte

–       1 tuorlo

Per guarnire:

–       Zucchero a velo q.b. per spennellare:

Procedimento:

Per il lievitino:

Come prima cosa mescolate in una ciotola la farina e la farina manitoba. Dal totale delle farine mettete da parte 150 gr. di prodotto. Sciogliete in acqua leggermente tiepida il lievito di birra fresco (se utilizzate quello secco riattivatelo con un cicchiaio di acqua tiepida e un pizzico di zucchero) e poi aggiungete questo “composto” ai 150 gr. di farina messi da parte. Impastate fino ad ottenere un impasto morbido e un po’ appiccicoso e lasciate lievitare il tutto per un ora circa.

Per l’impasto:

Prendete il panetto lievitato, mettetelo nell’impastatrice e unite il tuorlo.  Fatelo assorbire dall’impasto e unite i 40 grammi di burro e lo zucchero impastando per 5 minuti.  Unite la restante farina e il latte a poco a poco fino a che otterrete un impasto liscio, omogeneo e filamentoso: ci vorranno circa 10 minuti. Coprite e lasciate lievitare per due ore fino a che sarà raddoppiato di volume.

La sfogliatura:

Quando l’impasto sarà lievitato sgonfiatelo leggermente con le mani e create un rettangolo su un piano da lavoro infarinato. Prendete il burro per la sfogliatura dal frigo e mettetelo tra due fogli di carta da forno. Stendete il burro con il mattarello in modo da renderlo sottile. Poi stendete il burro sul rettangolo di impasto lasciando liberi i bordi. A questo punto prendete il bordo basso della sfoglia e portatelo al centro. Fate lo stesso procedimento portando la parte alta della sfoglia al centro. Chiudete l’impasto imburrato con pellicola trasparente e fate riposare il frigo per 30 minuti circa.

Trascorso questo tempo riprendete l’impasto imburrato e stendetelo nuovamente con il mattarello tra due fogli di carta forno. Piegate nuovamente il bordo basso della sfoglia al centro e lo stesso con il bordo alto come avete fatto prima, avvolgete in pellicola trasparente e rimettetelo in frigo per 15 minuti.

Ripetete nuovamente questo procedimento per la terza volta.

I cornetti:

Dopo aver atteso altri 15 minuti di riposo in frigo riprendete l’impasto, stendetelo con il mattarello e con un coltello e create tanti triangoli. Praticate un taglio sul lato corto del triangolo, vi aiuterà a fare i cornetti sfogliati di forma perfetta. Arrotolate i cornetti sfogliati, metteteli su un tegame con carta forno e fateli lievitare per due ore circa. Trascorso il tempo di lievitazione spennellateli con latte e un tuorlo sbattuti.

Cottura:

Cuocete i cornetti sfogliati in forno preriscaldato statico a 170 gradi per venti minuti circa fino: alla fine dovranno essere gonfi e dorati.

Sfornate i cornetti, fateli raffreddare e cospargeteli di zucchero a velo.

A questo punto sono pronti per essere farciti con marmellata, nutella o anche crema pasticcera. Invece di usare lo zucchero a velo potete spennellarli di albume e cospargerli di zucchero semolato prima di infornarli.

Un consiglio da amica? I vostri cornetti possono essere congelati sia crudi che cotti, pronti da infornare per la prossima colazione!

Livia Giordano

Pasticceria Giulia, cresce il Team in Laboratorio e l’8 marzo si celebra La Sfogliatella con “Colazione con Leonessa”

 
Il Pasticciere Roberto Ruggiero alla guida della brigata della storica realtà imprenditoriale adiacente al Santuario della Madonna Dell’Arco.
Carmine Leonessa della Pasticceria Giulia di Sant’Anastasia, adiacente al Santuario della Madonna Dell’Arco, punta con il nuovo anno a nuovi stimoli e bontà. Da qui la scelta di accrescere il team nello storico laboratorio da sempre rinomato per la bontà delle prime colazioni, dolci tipici e torte all’insegna della tradizione. A coordinare la squadra entra in campo infatti Roberto Ruggiero, napoletano con una lunga esperienza alle spalle, dal Gambrinus a realtà imprenditoriali del nord Italia.
“Roberto ci ha seguito la linea di panettoni a Natale – spiega Carmine Leonessa, patron della Pasticceria Giulia di Sant’Anastasia – con grande successo, soprattutto per la ricetta con l’albicocca pellecchiella del Vesuvio. Su questo stile, tra tradizione e innovazione, continueremo il percorso in laboratorio, esaltando con evoluzione i dolci tipici delle regioni italiane e soprattutto del nostro territorio”.
Ci sarà inoltre una linea dedicata alle torte Design per tutti i tipi di eventi , dal compleanno ai matrimoni , dove il cliente avrà la possibilità di personalizzare la sua torta. E’ stata già ampliata l’offerta della prima colazione, con nuove linee croissanterie, dal cornetto integrale, al gluten free, ai Muffin.
Non mancherà una rivisitazione alla rosticceria, dalle focacce farcite ai tramezzini preparati con prodotti tipici campani.
“Inseriremo anche una linea food – continua Carmine Leonessa – per chi non può concedersi molto tempo per la pausa pranzo, con vari primi piatti preparati dai nostri chef”.
Bontà che si potranno assaggiare dal prossimo mese, come anteprime, all’appuntamento “Colazione con Leonessa”. Un appuntamento domenicale che sarà indetto una volta al mese da marzo, per raccontare appunto nuove ricette, dalla tradizione all’innovazione, dai sapori semplici a quelli più stravaganti.

Il primo appuntamento è indetto per venerdì 8 marzo alle ore 9.30 con protagonista “La Sfogliatella”.

“In questa occasione esprimeremo la ricetta tradizionale al meglio della sua espressione – illustra il Maestro Ruggiero – e la sfogliatella nella sua evoluzione più moderna e con curiose varianti per stimolare il nostro palato e memoria sensoriale”.
Pasticceria Giulia Elite Cafe’
Via Padre Raimondo Sorrentino
Sant’Anastasia – Madonna dell’Arco (NA)
ph. + 39 5307387
Ufficio Stampa:
Luisa Del Sorbo
Comunicato Stampa

Al Bar e Pasticceria Sparaco di Castel Morrone (Ce), la prima colazione diventa d’autore con le nuove proposte artigianali di Guido.

Ai classici cornetti, francesine, paste frolle e ricce, si aggiungono: saccottini, crostatine e pastierine, cornetti bicolore, strudel, brioches al farro.

 

Il bar pasticceria “Nicola e Guido Sparaco” con unica sede a Castel Morrone in provincia di Caserta al civico 1 di via Taverna, un laboratorio artigianale con annesso punto vendita a conduzione familiare che ha festeggiato di recente i trent’anni di attività, non è solo  divenuto nel tempo punto di riferimento per i dolci buoni, quelli di qualità, ma rappresenta anche una tappa obbligatoria per coloro che amano consumare la prima colazione al bar. Sì, e parliamo di una colazione d’autore, questo lo sanno bene i clienti fedeli che ogni mattina si fermano qui per ricaricare le energie per affrontare gli impegni quotidiani ed iniziare nel miglior dei modi la giornata.

E’ uno di quei posti che ognuno di noi vorrebbe avere sotto casa, per la bontà e la freschezza dei prodotti proposti, ma anche per il contatto diretto con il pasticciere e per la gentilezza dell’intera famiglia: qui si  avverte la sensazione di essere sempre coccolati, tanto è il calore con cui si viene accolti e serviti.

Tutte le mattine, accanto alle francesine di pasta sfoglia con crema, marmellata e cioccolato, prodotto per cui la pasticceria è nota da anni, e al classico e vero cornetto artigianale, fresco a lievitazione naturale senza aggiunta di additivi non precotto e/o surgelato troviamo un’ampia offerta di idee sfornate da Guido, il bravissimo e rampante pasticciere di casa Sparaco che ha appreso gli insegnamenti e le tecniche del mestiere da papà Nicola e attraverso master e corsi di specializzazione per i lievitati con maestri di fama nazionale ed internazionale. La scelta delle leccornie pensata per chi ogni mattina non può essere uguale ad un’altra,  è davvero  divertente ed impegnativa: si può partire dall’assaggio di cornetti bicolore, proposti nella versione frutti di bosco, cioccolato fondente e pistacchio. Un vero piacere per il palato e per gli occhi perché buoni da mangiare e belli da vedere. Molto gustosi sono i saccottini in stile moderno sia lievitati che sfogliati; i salutisti che non vogliono rinunciare alla brioche qui possono provarla nella versione con farina di farro, ottima per sofficità e sapore. Prodotti che alla vista potrebbero sembrare grandi, ma non dobbiamo temere perché è proprio questa la caratteristica che ci fa capire la buona gestione dei lieviti che li rende gonfi, fragranti e soprattutto sani e leggeri. Inoltre, per chi ama la frolla, imperdibili sono le crostatine e le pastiere napoletane in formato mignon ed interessante è lo strudel con mele e lamponi.

Ad accompagnare tutto questo, naturalmente, un buon cappuccino all’italiana con latte fresco ed una bella schiuma corposa ed un cremoso caffè preparati magistralmente da Maria Rosaria.

 

La Pasticceria Nicola e Guido Sparaco (Unica Sede) è a Castel Morrone (CE) in via Taverna, N. 1 Tel. 0823. 399017

 

 

E’ nata “The Cafè Review” la Guida online al Bar Italiano.

Ecco i migliori Bar di Caserta con i Premi Speciali.

 

Caserta, 07 novembre 2017. È nata “The Cafè Review” la guida online alla prima edizione che racconta, valuta e premia il miglior Bar Italiano. Un progetto partito dalla città di Caserta, nato dall’idea di Alessandro Capotorto, coordinatore del gruppo di lavoro, che ha accumulato la sua esperienza con la creazione e gestione del gruppo Kriò s.r.l. di Salerno nato nel 2012 (bar, pasticceria e gelateria, caffè, B&B e resort sul mare), del Country Club di Casalduni in Terra Sannita e dopo aver visitato più di cento bar su tutto il territorio nazionale, compresi alcuni dei migliori segnalati e recensiti dalle guide cartacee, per studiare e aggiornare le sue competenze. La presentazione si è tenuta ieri, lunedì 6 novembre, presso l’Enoteca Provinciale della Camera di Commercio di Caserta situata in via Cesare Battisti, dove hanno partecipato uniti ed entusiasti i premiati, il gruppo di lavoro, giornalisti e food blogger.

Una classifica strutturata per categorie merceologiche e tecniche costruita secondo specifici parametri di valutazione, quelli del Bar Italiano, da parte di professionisti del settore: Antonella Ruggiero, architetto referente layout dei locali; Adolfo Orlando, esperto in caffè e latte art; Giulia Capece, pasticcera e maître chocolatier; Roberto Belmonte, bartender formatore ed esperto in mixology cocktail e distillati di eccellenza. Ispettori che hanno valutato le categorie in riferimento alle loro competenze e poi dato un giudizio ed un voto finale con un massimale di 10/10. Una selezione che punta ad una ulteriore crescita qualitativa dei bar che potrebbe allagarsi anche ad altre province campane.

La serata del 6 novembre ha visto la premiazione dei migliori di Caserta e la consegna dei Premi Speciali per ogni categoria relativi al migliore: aperitivo, caffè, cappuccino, cioccolato, cocktail, coerenza del progetto, colazione, layout del locale, pasticceria, personale di sala.

Ecco quali sono i migliori bar di Caserta secondo The Café Review Guida online al Bar Italiano:

1- Hackert Patisserie

2- Flora Caffè

3- Sparago Re di Dolci

4- Martucci

5- Pieretti

6- Chirico

7- Benefico

8- Sweet Cafè

9- Gran Caffé Margherita per il valore storico che ricopre nella città di Caserta.

 

“Fanno parte di questa selezione – ha spiegato Alessandro Capotorto, responsabile della Guida – i bar che propongono un’ottima caffetteria, una produzione di pasticceria artigianale propria, una buona cantina, un operato nel segno del rispetto al cliente, un’ospitalità garantita dalla cura del locale e degli spazi esterni e magari anche una gelateria del territorio. Il nostro scopo – ha aggiunto Capotorto – è essere rigorosi ma soprattutto costruttivi con il grande desiderio di poter aiutare gli operatori del settore, il pubblico e di poter far crescere le strutture”.

I Premi Speciali consegnati nel corso della serata sono:

Flora Caffè: Miglior Caffè, Pasticceria e Colazione Italiana.

Hackert Patisserie: miglior Aperitivo; miglior Personale di Sala; miglior Coerenza del Progetto. miglior Cappuccino, Migliore Layout.

Bar Martucci: miglior Cioccolateria per la cioccolata calda.

Gran Caffè Margherita: miglior Drink/Cocktail (americano perfetto).

Dal 14 novembre sarà pubblicata la guida on line e sui social network.