Articoli

         Il presepe di pizza di “Da Pasqualino”

 

Il presepe di pizza: è questa l’ultima creazione dell’Art Pizzaiola Linda Gallifuoco, esponente della storica pizzeria “Da Pasqualino” al Borgo Loreto, nel cuore della Napoli antica, tesa a celebrare in maniera originale l’avvento del Santo Natale.

Linda Gallifuoco è una pizzaiola alla terza generazione e collabora quotidianamente ed in perfetta sinergia con il padre, il maestro Giovanni Gallifuoco, la mamma Annamaria Mazzotta, le sorelle Rosa, Angela, Lella, istruttrice UP&ter e campionessa mondiale di pizza fritta, e la signora Giovanna Mazzotta.

Insieme realizzano piatti prelibati della tradizione partenopea e naturalmente la pizza in ogni sua specialità, evidenziandone puntualmente uno spiccato senso artistico, sia nel decoro della portata in sè che nella realizzazione di piccole opere di acqua e farina.

Il progetto “presepe di pizza”, rappresenta dunque un’idea innovativa da proporre come elemento decorativo per le tavole imbandite delle conviviali natalizie. Altrettanto innovativo e assolutamente funzionale è il “menu da asporto” per la sera della Vigilia ed il giorno di Natale “pensato” dal team Gallifuoco soprattutto per le donne dedite ad un’attività lavorativa full time e che, quindi, hanno poco tempo da dedicare alla cucina.

La pizzeria, in particolare, prevede una carta eno-gastronomica che rispecchia fedelmente le tradizioni partenopee, pur non escludendo eventuali richieste di menù personalizzati.

Per la sera della Vigilia è previsto il menù di mare che presenta i “marinati” al pepe verde come antipasto, le linguine allo scoglio, il capitone ed il baccalà fritto e la spigola di mare al profumo di limone.

A Natale, invece, sarà servito il tradizionale brodo di gallina e di pollo con tortellini, ed a seguire “bollito di carne” con canditi e salsine.

Ampio spazio anche ai dolci, per la gioia dei più golosi, dalla pastiera alle cassate siciliane, ai roccocò, alla cupola di struffoli con colata di miele caldo.

 

[Fonte]
Maridì Communication : Maridì Vicedomini
Mob: 338/2259860 – 333 /9921506
Mail maridyvicedomini@gmail.com
www.maridicommunication.it

La birra artigianale e il gusto del territorio 

 

Grande successo per l’evento “Ciacco & Bacco a tutta Birra” organizzato dalla giornalista e foodblogger Angela Merolla a Gragnano, territorio notoriamente ricco di bontà gastronomiche.

Nel ristoburger Ciacco & Bacco, di Gianluca Ungaro e Rossella Molinari, si sono esaltate le caratteristiche del gusto e degli abbinamenti ideali tra l’antica bevanda di origine celtica e le pietanze caratteristiche del territorio. A dimostrazione, un pranzo sapientemente articolato dove ogni piatto ha avuto il suo abbinamento con una tipologia di birra artigianale proposta dal Birrificio Irpino Serro Croce di Vito Pagnotta ha proposto in degustazione quattro varianti artigianali da filiera agricola.

In cucina, il patron Gianluca Ungaro è stato affiancato per l’occasione dallo chef Francesco Lama, lo chef Felice Ferretti, il maestro pizzaiolo Giovanni Russo, il mastro fornaio Domenico Fioretti.

Queste le proposte dei professionisti del gusto.

Chef Francesco Lama – Pub Cucù – Aversa CE

Il Verace: marennella ai cinque cereali, polpo arrostito, pesto di rucola, pomodorino del piennolo, formaggio Cheddar Westcombe

Mastro fornaio Domenico Fioretti – Carinaro CE

Ripieno scarole e baccalà: ‘mpasticcio

Maestro pizzaiolo Giovanni Russo “Pizzeria La Famiglia” di Casapulla CE

Montanarina al San Marzano D.O.P: pezzella fritta

Chef Felice Ferretti “Tirabusciò” – Pomigliano d’Arco NA

Scarpariello: punta e tacco

(sigarette lisce Pastificio “Arte & Pasta)

Patron Gianluca Ungaro

Stracotto di guancia di vitello e spicchi patate della Sila in buccia: la carne chiama

Panini cafoni del mastro fornaio di Domenico Fioretti da Carinaro CE

Dessert: “Bufalotto” del mastro fornaio di Domenico Fioretti da Carinaro CE

Liquore: Amarè – Distilleria Petrone di Mondragone -Amaro di erbe, piante e agrumi provenienti dall’orto botanico della Reggia di Caserta

Birrificio Artigianale da filiera agricola Serro Croce – Monteverde AV

Birre in abbinamento:

Serro Croce “Chiara”
Stile Ale – note floreali e fruttate

Serro Croce “Ambrata”

Stile IPA – note fresche e fragranti di scorza di agrume che ricordano arancia e pompelmo rosa

Serro Croce “ La Fresca”

Stile Ale – note pepate e speziate, gusto corposo

Serro Croce “ Granum”

Partners dell’evento “Solania” – Azienda leader nella produzione e trasformazione del pomodoro San Marzano Dop dell’Agro Sarnese Nocerino, Arte & Pasta – Pastificio artigianale di Boscoreale.

I grani antichi siciliani sposano le eccellenze della pasticceria napoletana

 

Susamielli, Roccocò, Struffoli, Raffiolo,

dolci conventuali e natalizi tra cultura e tradizione 

 

La Buona Tavola magazine diretto da Renato Rocco è stata lieta di partecipare, insieme a alla giornalista Rosaria Castaldo, alla giornata-evento “I grani antichi siciliani sposano la i dolci della tradizione napoletana”.

Sabato 16 dicembre siamo stati allo splendido Complesso di San Giovanni a Carbonara dove i dolci ed in particolare i dolci di Natale sono stati i protagonisti principali. La nostra presenza ha dato l’opportunità di valorizzare la tradizione e l’importante ruolo che la pasticceria svolge nel panorama culturale napoletano. La ricostruzione delle radici della pasticceria partenopea è stata un percorso di carattere storiografico raccontato egregiamente da Amedeo Colella, famoso storico della Napoletanità, che ha presentato la mappa del centro cittadino dove si evidenziano le strette relazioni tra il territorio, le strutture conventuali e l’arte culinaria. Dagli Angioini agli Aragonesi dai Francesi fino ai Savoia sono tanti i dolci che hanno attraversato la tradizione dolciaria napoletana. Roccoco’, Susamielli, Struffoli, Raffiolo, insieme alla Sfogliatella, sono nati in seno ai conventi dove da principio hanno rappresentato una compensazione per gli onorari dei medici che visitavano i conventuali.

Raffaele Capparelli, ha illustrato la metodologia di preparazione dei dolci natalizi con le tecniche adottate da oltre 100 anni dalla sua nota pasticceria il Capriccio. Una testimonianza preziosa che ha nobilitato la presenza dei veri protagonisti della giornata: il Susamiello, il Roccocò, gli Struffoli e il Raffiolo tutti dolci di Natale che sono stati molto apprezzati. “L’arte pasticciera, dove il Babà è senz’altro un cavallo di battaglia insieme alla Sfogliatella, è strettamente legata alla storia e ai luoghi del territorio”.

Veronica Dubbio, rappresentante del distributore campano Tailor Food ha esaltato le proprietà delle farine dell’Azienda Siciliana Molini Riggi. “L’eccellenza di questi farine e nella lavorazione detta “molitura a pietra” in cui viene utilizzata la Fertè, una pietra francese nota per la sua capacità di lasciare intatte le caratteristiche organolettiche delle farine. La “Maiorca” in particolare, è fatta di grano tenero siciliano ed è indicata per la preparazione di dolci. Le altre sono la “Perciasacchi”,“Russello” e “Timilia” farine realizzate con grani duri siciliani indicate per la preparazione di pizza e pane, attualmente utilizzate nel progetto Pizza Maestro realizzato in collaborazione con il maestro pizzaiolo Vito de Vita”.

L’incontro si è concluso con una visita guidata dall’Associazione culturale Mani e Vulcani, al complesso monumentale della Chiesa S. Giovanni a Carbonara, uno degli esempi più rappresentativi del gotico napoletano.

Muu Muuzzarella presenta il nuovo menù

Il 13 Dicembre a partire dalle ore 20:30 sarà presentato il menù rivisto nell’aspetto, nell’organizzazione e soprattutto ricco di novità.

Una sezione dedicata all’innovazione ed una interamente dedicata al Senza Glutine e Vegetariani, per offrire un’esperienza di gusto sempre più interessante ed incontrare la diversità della scelta di qualità.

Un evento esclusivo su Invito

 

Ore 20.30

Presentazione alla stampa

Ore 21.00

Assaggio del menù

Saranno presenti in sala Salvatore e Dario per accogliere feedback e suggerimenti dagli esperti di settore.

 

Soffritto homemade mozzarella ripiena di zuppa forte

La storia di un inizio, quello di Muu Muuzzarella.

Le aziende nascono da una scintilla, da un’idea, così come le nuove storie.

Quella di MUU MUuzzarella nasce un pomeriggio, durante un pranzo tra due vecchi amici; Salvatore, promotore finanziario e Dario, procuratore sportivo.

I due amici, seduti a chiacchierare davanti a un calice di buon vino, si erano fatti prendere dai racconti e dalle idee più strampalate, buttate giù tra un sorso e una risata, quando il cameriere, giunto a prendere le ordinazioni, esordì con: “I signori desiderano?”.Cevice di salmone

A quella domanda Sasy e Dario, così d’istinto, risposero all’unisono: “Una Mozzarella per cominciare”.

Giunta in tavola, i due cominciarono ad assaporare la mozzarella e, subito dopo il primo boccone, Sasy chiese: “Com’è sta muzzarell’?”; “Mmmmh…”, fu tutto ciò che riuscì a rispondere Dario, con la bocca piena e gli occhi al cielo, estasiato da tale bontà.

In quel momento gli occhi dei due cominciarono a brillare, la mente viaggiava vorticosamente e l’idea vincente fu subito servita: senza neanche accorgersene, i due amici continuarono per quasi tre ore a parlare di una cosa soltanto: come reinterpretare la mozzarella di bufala campana!

Tutti la mangiano, tutti la amano e nessuno la propone anche in altri mille modi diversi… Andrebbe rivisitata con piatti nuovi e creativi, senza però snaturare le nostre tradizioni.” chiese allora il primo.

Gli inizi poi devo essere accompagnati da determinazione, capacità visione.

E questa alchimia ha portato l’azienda di Salvatore e Dario a crescere sul mercato del Food, un mercato difficile ma in crescita esponenziale.

 

Muu nell’interpretazione di Dario e Salvatore è l’esperienza del cliente che vuole fare esperienza raffinata della mozzarella, senza perdere però l’innovazione dei prodotti e della loro presentazione.

Così da allora dal latte di bufala nascono piatti eccellenti, che fanno incontrare la mozzarella con pesce, verdure, pasta, dessert e cocktail.

 

Capodanno 2018 al Sensi Restaurant

Sapori, eleganza, atmosfera, musica e spettacolo di fuochi d’artificio da ammirare dalla terrazza sul mare, gli elementi vincenti del Capodanno al Sensi Restaurant di Amalfi.
La cena, raffinata ed originale, proposta dall’Executive Chef Alessandro Tormolino vedrà alternarsi piatti della tradizione e pietanze gourmet.

Sensi Restaurant ad Amalfi, per dare il benvenuto al nuovo anno.

Menu
Pizza di scarola,
crostino di burro alici e limone,
focaccia al vapore con salmone e alghe

Gambero in tagliatella di calamaro,
mandorla salata, friariello e colatura di alici,
gelé di pompelmo

Baccalà croccante,
salsa di topinambur alla vaniglia and chips,
cremoso di papacella

Risotto con carciofo arrostito,
scampo affumicato al profumo di lime

Bottoni di broccoli e burrata
su guazzetto di frutti di mare allo zenzero

San Pietro con salsa di scarola,
crema di fagioli cannellini e aglio nero

Rollatina di pan panettone, mandarino, cioccolato fondente,
sorbetto di melograno e Pernod

ABBINAMENTO VINI:
Prosecco Brut Gorio · Magnum · Malibran
Verdicchio di Matelica · Magnum · 2015 Collestefano
Ribolla Gialla · Magnum · 2016 I Clivi
Greco di Tufo DOCG · Magnum · 2015 Bambinuto
Champagne Brut Reserve · Magnum · Hugues Godme

La serata avrà inizio alle ore 20,00
Costo: € 150 a persona incluso vini abbinati

Adatto ai bambini
Info line e prenotazioni :
Tel. 089.871183 – 3382760040

 

[Fonte] 

Angela Merolla

meroangela@libero.it

Cell. 320 861 98 20

 

L’8 E IL 9 DICEMBRE A NAPOLI E’ DI  SCENA LA TOMBOLA VAJASSA 

Napoli, 5 dicembre  2017. Venerdi 8 e sabato 9  dicembre alle ore 20.30  al Teatro Portalba, in via Port’Alba 30 a Napoli, Mani e Vulcani presenta un nuovo appuntamento con  La Tombola Vajassa con Nanà, la vera tombola Vajassa, che grazie ad un originalissimo femminiello racconterà storie e situazioni che proietteranno i partecipanti nella più verace atmosfera della tradizionale tombola napoletana. Il  gioco nasce per un escamotage dato ai napoletani durante il periodo natalizio del 1734: poichè il sovrano aveva proibito durante il Natale il gioco del lotto per questioni religiose, la fantasia del popolo  si sbizzarrì inventando questo gioco con un piccolo panariello in cui furono inseriti 90 numeri. Poi furono disegnati i numeri sulle cartelle e così la fantasia popolana trasformò un gioco pubblico in un gioco a carattere familiare. La serata sarà arricchita da un primo piatto e un dolce della cucina tradizionale napoletana, accompagnati da un bicchiere di vino. La quota di partecipazione è di  25,00 euro;  spettacolo vietato ai minori di anni 14. Info e prenotazioni 0815643978 – 340 4230980; manievulcani@gmail.com – www.manievulcani.com. Quelle dell’8 e del 9 dicembre sono solo le prime serate di un ricco  calendario che si concluderà la sera  della Befana.

Calendario degli spettacoli

08 dicembre ore 20.30 – 09 dicembre ore 20.30

22 dicembre ore 20.30 – 23 dicembre ore 20.30

29 dicembre ore 20.30 – 30 dicembre ore 20.30

05 gennaio ore 20.30 – 06 gennaio ore 20.30

NOTE SU MANI E VULCANI

Narrare per emozionare è il vero punto di forza della nostra mission. Una piazza, una strada, un semplice vicolo napoletano, raccontati dalle nostre guide, rivivono come per magia attraverso storie, racconti, aneddoti e leggende. Partecipare ai nostri percorsi di visite guidate a Napoli e dintorno è come vivere un’esperienza completa ed unica: entrare in sintonia con un luogo, ascoltarne la storia, immergersi completamente nella sua cultura, vi farà sentire come un viaggiatore d’altri tempi. In location selezionate e dimore storiche MANI E VULCANI mette in scena tutta la tradizione napoletana, con spettacoli di Tarantella, Posteggia Napoletana, Cafè Chantant e la famosissima e tipica Tombola dei “femminelli”. Congressi, Convegni e Meeting trovano con Mani e Vulcani il modo di sottrarre ai lavori  momenti culturali e ludici per conoscere il territorio e le sue tradizioni popolari.

Fonte:

Uff. Stampa

Simonetta de Chiara Ruffo

simonettadechiara@gmail.com

cell. 3343195127

L’associazione Campania Experience7 , in collaborazione con THAT’S NAPOLI LIVE SHOW  ideato dal Maestro Carlo Morelli che ha scopi moralmente rilevanti, il 17 dicembre alle ore 19,00 ,propone una serata di beneficenza presso la Chiesa di san Potito in via S. Tommasi 1/7  nei pressi del Museo Archeologico MANN.

Nel corso della serata saranno presentate le più belle eccellenze del periodo borbonico e alle ore 21,00  si esibirà il Coro diretto dal maestro Morelli.
La serata prevede, a mezzo di una modesta offerta d’ingresso, la raccolta fondi per l’Associazione ” In Nome di Concetta Onlus che si prodiga per gli ammalati di tumore.
Crediamo fermamente che chiudere la manifestazione in questo modo, possibilmente riempendo i trecento posti a sedere, rappresenti un’ azione lodevole.
Di seguito il Programma:

Venerdì 8 Dicembre 2017  

  • Rassegna di auto storiche degli anni ‘20
  • Giornata dei Fiori
  • 10,00 inizio manifestazione : taglio del nastro.
  • 10,30 CampaniaExperience7 si presenta: saluto alle autorità
  • Lega del filo D’oro:  ( presente per l’intera giornata)   – breve corso Sistema Malossi.
  • Break Hair Studio per l’intera durata della manifestazione offrirà una piega gratuita “Staie  ‘mmano all’art”  
  • 11,00  Laboratorio artigianale fiori a cura di Vincenzo de Luca
  • 12,00  Il laboratorio artigianale Bonsai a acura di Pino Iodice

dalle ore  13,00 alle ore 16,00  “a pranzo con noi”

    Storie terra terra

 16,00  Laboratorio Gastronomico Elicoltura a cura dell’Azienda Arcobaleno 

  • 17,00  Laboratorio gastronomico  Miele del Cilento a cura dell’Azienda Cavalieri
  • 18,00  La Lega del Filo d’oro si racconta
  • 19,00  Libri Consigliati  da Campania Experience7   ospite d’onore: Avv. Alfonso Sarno

Sabato 9 Dicembre 2017 

  • breve corso Sistema  Malossi
  • 10,00 i comuni al centro Rofrano e le sue eccellenze
  • 11,30  Storia di Poppella
  • 12,30 La lega del filo d’oro  laboratorio

dall ore 13,00 alle ore16,00  “A Pranzo con noi”

Storie e terra

  •  16,00  Il laboratorio  gastronomico a cura della cooperativa ” Terra di resilienza” presentazione degli antichi grani del Cilento
  • 17,00 II  Laboratorio gastronomico cioccolato a cura dell’Azienda Silva  

 

  • 18,00 Convegno: Escursionismo naturalistico ambientale: la Campania è pronta
  • Coordinerà i lavori Mimmo Pandolfo  Presidente Nazionale FIE
  • 19,30 Associazione Megaride si racconta 
  • 20,30  Le aziende scelgono una selezione dei Migliori negozi Campani 

 

Giorno 10 Dicembre 2017  Domenica

  • 10,00 I comuni al centro:  Stio e le sue eccellenze
  • staie’mman all’arte
  •  12,00 II Laboratorio artigianale- a cura del maestro Lucio Liguori Ceramica Vietrese 

 

dalle ore 13,00 alle ore 16,00  “A pranzo con noi”

Storie Terra  Terra

  •  16,00 I laboratorio artigianale a cura della professoressa Paola Capriotti ceramista
  • 17,00 Il laboratorio a cura del Dott. Mancino che presenterà  il profumo Campania Experience.
  • 18,00 Convegno: Le Buone Pratiche Agrocepi”
  • 19,00  Libri consigliati da Campania Experience  ospite d’onore: Avv. Ciociano – editore

giorno 11 Dicembre 2017  Lunedì

  •  10,30 Convegno:  Le acli presentano il Cantiere delle idee e drone heart a cura di Gianluca Mastrovito 
  • staie’mman all’arte
  •  12,00 Laboratorio artigianale l’arte del Cammeo a cura del maestro Vincenzo Nocereto del Museo del Cammeo di Napoli  

Dalle ore 13,00 alle ore 16,00  “A pranzo con noi”

  •  15,30 al Maschio Angioino Convegno:  “Patrimonio culturale Campano e  turismo – Lo chef  Alfonso Crisci adotterà il pomodorino di Rofrano ( Cultivar a rischio d’estinzione)

Storie di terra

  • 20,00 Laboratorio Antica Panificazione di Rofrano
  • 21,00 Laboratorio Vino a cura di Vinarte che proporrà la degustazione di pane e vino

 

Martedì 12   Dicembre  2017

 Slow food presenta Leguminosa 2018

  •  9,30 – Slow Food Campania Educa: con le scuole alla scoperta dei legumi
  • 11,00 – Laboratorio del Gusto: i legumi come snack
  • 12,00 alle ore 16,00 – A pranzo con… le freselle dei Presìdi (prodotti in vendita)
  • 16,30 LA LEGA DEL FILO D’ORO SI RACCONTA  laboratorio
  • 17,30 – Laboratorio della Terra: Verso Leguminosa 2018. Cosa faremo insieme. Con la partecipazione della Regione Campania e dei principali partner dell’evento
  • 18,00 alle ore 20,00 – Un aperitivo con… le freselle dei Presìdi (prodotti in vendita)
  • 19,00 – Laboratorio del Gusto con i cuochi dell’Alleanza: leguminose in tutte le salse

 

Giorno 13 Dicembre 2017 Mercoledì

  •  9,30 Maschio Angioino La FITeL si racconta
  • 10,30  Maschio Angioino ” I Comuni al centro: Ascea e le sue eccellenze
  • staie’mman all’arte
  • 12,00 Presentazione di un percorso naturalistico del Comune di Ascea 
  • Maschio Angioino
  • Dalle ore 15:00 alle ore 16:00 incontro- FITel Campania – G A L:  sinergie possibili

 

  • Dalle ore 13,00 alle ore 16,00  “A pranzo con noi ”

Storie Terra Terra

  •  16,00  Il laboratorio gastronomico di formaggi caprini a cura dell’Azienda il  Gelso Bianco
  •  17,00  Il Laboratorio gastronomico Salumi di Maiale Nero a cura dell’Azienda Tomaso
  •  18,00  II Laboratorio gatronomico Storie di Caffè a cura dell’Azienda Expresso
  • 19,00   IV Laboratorio gastronomico Alici di Menaica a cura dell’Azienda di Marianna Coppola
  •  20,00  Serata di intrattenimento a cura della FITeL

Giorno 14 Dicembre  2017 Giovedì

  • 10,00 Maschio Angioino I comuni al centro:  Stella Cilento e le sue eccellenze E LE SUE ECCELLENZE
  • staie’mman all’arte
  • 12,00 Il Laboratorio artigianale Lavorazione dei Cesti

 

dalle ore 13,00 alle ore 16,00  “A Pranzo con noi”

Storie terra terra  

  •  16,00  Il Laboratorio gastronomico il tartufo, a cura dell’azienda saporti D’Irpinia
  • 17,00  Il Laboratorio gastronomico liquore al caffè a cura dell’azienda SIAG CAFFE’
  • 18,00  Maschio Angioino : Valorizzazione delle filiere della flora costiera per la sostenibilità di attività produttive curate dal Prof. Pantaleo De Marco condurrà la Dott.ssa  Nunzia Gargano
  • 19,30  Laboratorio del Libano a cura di Maria Principe

 

Giorno 15 Dicembre 2017 Venerdì

  • Stai’ mmane all’arte
  • 10,00 Laboratorio artigianale Birra a cura dell’azienda IRIS
  • 11,00 Maschio Angioino: Il gusto della cooperazione, incontri formativi con gli istituti alberghieri curato da Davide Pieri di CONFCOOPERATIVE
  • Parteciperà Ipsseoa Raffaele Viviani di Castellamare di Stabia (sede coordinata di Agerola)

dalle ore 13,00  alle ore 16,00  “a pranzo con noi”

Storie terra terra  

  • 16,00 Laboratorio gastronomico Salumi a cura del Salumificio Madonna del Carmine
  • 17,00  Laboratorio gastronomico il Panettone a cura dell’Azienda Tenerità
  • 18,00  Maschio Angioino

 CONFCOOPERATIVE PRESENTA IL SUO PROGETTO:   “QUI DA NOI”  parteciperà’  LA DOTT. ROSSANA TURINA  -CONDURRA’  PASQUALE ALBERICO

20,00  CampaniaExperience7  incontra i campioni dello sport: Cibo salute e sport  -La dieta dello sportivo madrina della serata La campionessa Imma Cesaruolo

 

Giorno 16 Dicembre 2017 Sabato

  10,00 libri consigliati da CampaniaExperience7, ospite d’onore Dott Enzo Landolfi

Storie Terra Terra

11,00  Laboratorio gastronomico: Formaggi Valdianesi a cura dell’azienda Fattoria di Sant’Antonio

12,00 Laboratorio gastronomico: i grandi vini del Cilento a cura dell’Azienda Cobellis

dalle ore 13,00 alle ore 16,00  “a pranzo con noi

 Storie terra terra

 16,00  Laboratorio gastronomico Formaggi Caprini a cura dell’Associazione Carciofo Bianco di Pertosa

17,00   Laboratorio Canapa a cura dell’Azienda Scalzone

18,00  Convegno:  Modelli di sviluppo locale condurrà la serata il giornalista Enzo Landolfi  

Prima parte i Comuni al centro: Pertosa e le sue eccellenze

Seconda Parte i Comuni al centro:  Le nuove frontiere dell’agricoltura: La Canapa

giorno 17 Dicembre 2017  Domenica

  • staie’mman all’arte
  • 11,00 Laboratorio artigianale Aire Creazione
  • 12,00 Laboratorio artigianale Visconti Borse

 

dalle ore 13,00 alle ore 16,00  “a pranzo con noi”

 Storie terra a terra

  • 16,00 Laboratorio gastronomico I grandi vini del Cilento a cura dell’Azienda Alba Marina
  • 17,00 Laboratorio gastronomico Igrandi Oli Campani a cura dell’Azienda Sole di Cajani
  • Durante la serata il prof. Pantaleo de Marco presenterà la Soppressata nella Cera

 

  • 19,00 Chiesa di San Potito, Via san Tommaso 1-7 ( nei pressi di P.zza Dante)
  • Convegno:  Le eccellenze Borboniche  
  • con la partecipazione de’ lo chef.  Alfonso Crisci
  • 21,00 That’s Napoli Live Show   a cura del  Maestro Morelli