La Caprese, il dolce nato per un errore in pasticceria che ha stregato il palato di tutti

Tra i dolci più famosi e apprezzati a Napoli, sempre presente in vetrina nelle migliori pasticcerie e nel banco dei dessert di ogni ristorante o trattoria che ami la tradizione, la Caprese è un piacere per il palato, un tuffo nei sapori più delicati e decisi, raffinati e corposi.

Merito dell’incontro tra cioccolato e mandorle, declinato talvolta anche nella versione al limone tipica della Costiera Amalfitana e della Penisola Sorrentina. Un dolce nato per caso, o forse per errore.

Addirittura amore. La passione di un re per la sua regina può aver invitato i cuochi di corte a realizzare una torta che ricordasse l’austriaca Sachertorte, ovviamente una torta a specchio completamente diversa dalla Caprese.

Come per la ganache francese, il successo della Caprese potrebbe risiedere in un errore leggendario, quello che si citava prima.

La distrazione, la confusione dello chef Carmine Di Fiore nel 1920, mentre preparava la torta originale al cioccolato e alle mandorle, gli costò infatti un’invenzione felicissima, un’intuizione davvero brillante.

Dimenticò di aggiungere la giusta dose di farina – e la precisione in pasticceria è sacra, si sa -, ma questo non rovinò il sapore e la bontà della preparazione, che risultò di fatto croccante all’esterno e morbida all’interno.

Nacque così la torta coi faraglioni più famosi al mondo, simbolo dell’isola azzurra e dell’intero Golfo di Napoli.

The following two tabs change content below.
Napoletano, classe ’87, Renato Aiello sono giornalista pubblicista dal 2009, pubblicato dal 2001. Studi in Comunicazione di massa e media, nonché cinema, giornalismo e informazione cross mediale, ho iniziato col piccolo house organ del Cardarelli "Il Giornale di Ortika" di Gaetano Coppola tra il 2001 e il 2006 (prima recensione a 13 anni) e ho poi scritto nel corso degli anni per il quotidiano "Roma" dal 2006 al 2011, diretto da Antonio Sasso. Attualmente scrivo da free-lance per diversi siti e magazine di cultura e spettacolo, tra cui "Enneti NT - Notizie Teatrali" di Angela Matassa dal 2014 e la piattaforma di giornalismo partecipato “Sul Pezzo” dal 2015. Appassionato di letteratura, musica, arti figurative, fotografia e cinema, ho partecipato nel corso degli anni a festival cinematografici tra Roma, Napoli e Vico Equense, e a giurie di concorsi di cortometraggi a tema. Videoblogger dal 2014, ho un canale YouTube con servizi di video giornalismo e montaggi emozionali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *