Relais Blu: tappa stellata della rotta gastronomica del Mediterrano. Il menù e a firma dello chef Alberto Annarumma e ha un’anima decisamente gourmet.

Chi avrebbe mai detto, o anche solo pensato, che le sirene si sarebbero cibate di stelle; non di certo quelle marine con cui, invece, solevano decorare le loro lunghe chiome. A Massa Lubrense, terra di miti e di leggende, nella parte finale della penisola sorrentina, proprio di fronte all’isola di Capri, c’è un “passaggio” bagnato dalle acque di due golfi, il Relais Blu, la tappa stellata della rotta gastronomica del Mediterraneo.

Il fine dining di Alberto Annarumma, chef del Relais Blu, ha un’anima decisamente gourmet. La sua principale fonte di ispirazione è ovviamente la cucina della tradizione campana, quella che viene contaminata dalla tipicità dei prodotti locali.
I presidi slow food sono un incredibile “inno alle proprie radici”; intere filiere “riconosciute e certificate” su cui porre le basi di una proposta culinaria “esclusiva, di nicchia e per questo innovativa”.


Il menù à la carte è semplice nell’aspetto culinario, tecnico nell’abbinamento di gusti e sapori, di qualità nella scelta degli ingredienti.
Il primo piatto è artistico; una mano introspettiva lo firma. Riso acquerello con crema di ricotta, pasta dolce di limone Sfusato Amalfitano I.G.P., burro profumato al rosmarino, gamberi rossi rigorosamente crudi e alici di Cetara dalla sapidità equilibrante.

Il secondo piatto è genuino, essenziale, divino. Merluzzo cotto a bassa temperatura in agrodolce di concentrato di pomodoro, capperi, olio extra vergine di oliva e limone Costa d’Amalfi. La salsa alla pizzaiola con cui viene condito il pesce profuma di mare perché è realizzata direttamente con le lische, unite al pomodoro pelato San Marzano DOP, la cipolla, l’aglio e l’olio evo. Ad una parte di questo intingolo vengono aggiunte gocce saporite di colatura di alici di Cetara: il risultato finale è il riflesso di un gusto originale nella sua semplicità; il velo di un sapore leggero ma ricercato.    
Il dolce è scomposto al punto giusto e giustapposto in modo straordinario. Disco croccante di biscotto giapponese alla nocciola, mousse alla ricotta di pecora, panna montata e sciroppo fruttato, l’antica varietà di pere Spadone caramellate e un gelato al rum, caratterizzato da un sentore particolarmente intenso e avvolgente.
Alberto Annarumma è lo chef stellato fortemente radicato nella sua terra di origine, legato al patrimonio culinario italiano ma anche, letteralmente, aperto alla cucina internazionale di cui assorbe volentieri le influenze, quelle piacevolmente percepibili nella sua proposta culinaria, che è cucita perfettamente addosso al ristorante del Relais Blu.  

Per altri articoli “stellati” clicca qui.

The following two tabs change content below.

Felicia Mercogliano

Quando scrivo sono consapevole del gesto che sto per compiere ma non delle parole che userò. La mente si apre, i pensieri volano via, le parole arrivano a destinazione in un modo così naturale, il che mi sorprende ogni volta. Amo scrivere su carta, usare la penna, una matita, i colori. Sulla mia scrivania c’è sempre almeno un libro, la sua presenza mi sprona a fare di più e ogni volta meglio. Il contatto materiale per me è liberatorio, questo mi emoziona.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *