Gelateria “Di Matteo”, eccellenza del gusto nel cuore di Torchiara

Gelato noci e fichi

Un viaggio nel mondo del gelato attraverso la visione d’autore di Raffaele Del Verme

La dolce storia di oggi ci porta nel cuore del Cilento, presso la Gelateria Di Matteo di Torchiara.

Nata negli anni ‘30, la storica gelateria è oggi alla sua terza generazione.

La svolta di successo ebbe inizio nel 2000 grazie allo chef gelatiere Raffaele Del Verme, erede d’impresa e poliedrico artista che ne prese le redini quasi per caso.

Infatti inizialmente “l’idea non rientrava nei miei piani, ma una volta immerso in questo mondo e con l’arrivo dei primi riconoscimenti, iniziai a capire che quella era la mia strada e la mia vocazione”, confessa Raffaele.

La filosofia della Gelateria Di Matteo

Semifreddo al Gianduia

Per me conta il laboratorio, il lavoro sul campo, è quello il mio mondo”, afferma lo chef Del Verme.

Raffaele crede fermamente nell’artigianalità senza compromessi e tutto ciò che è possibile trasformare con le sue mani, e senza l’aiuto di prodotti terzi, viene fatto con orgoglio e con amore.

Quando ereditai le mie prime materie prime, ebbi modo di capire che i semilavorati erano tutt’altro che genuini, tutt’altro che ingredienti puri. Questo mi ha spinto a produrre ben presto tutto ciò che si può con le mie mani. Ho avuto un ottimo di spirito di osservazione, posso dire senza peccare di presunzione. Grazie ad esso ho capito che l’artigianalità e la purezza degli ingredienti che avrei voluto usare nei miei gelati fossero un obiettivo alla mia portata”.

Oggi lo chef assembla in maniera autonoma anche tutte le sue basi stabilizzanti, attraverso bilanciature messe a punto nel corso dei suoi lunghi anni di carriera. Ma dietro un prodotto di qualità c’è sempre una forte motivazione a fare bene il proprio lavoro.

La mia spinta a dare il massimo è stata mia figli, sapevo che sarebbe stata lei il mio primo giudice, questo mi ha sempre portato a migliorarmi, a non accontentarmi e a superare tutti i miei limiti”, confida Raffaele.

Talento e trasparenza al servizio del gelato

Marmellata artigianale

Il tempo ha dato ben presto ragione al talento dello chef Del Verme, il quale con impegno e serietà ha affrontato fin da subito la sua sfida con la gelateria.

Infatti, senza seguire troppe regole di costruzione di una ricetta, Raffaele crede che la sua più grande dote sia quella di creare appunto un perfetto equilibrio tra gli elementi, senza sforzo, semplicemente seguendo le sue sensazioni.

Il mio asso nella manica è quello di aver scoperto come bilanciare perfettamente tutti gli ingredienti, in modo tale da non far prevalere nessun sapore sull’altro: solo così possono arrivare singolarmente al palato del cliente, appagandolo”, asserisce.

Ma c’è anche un altro aspetto cui il maestro è profondamente legato: la trasparenza col cliente per Raffaele è tutto.

Proprio per questo motivo ogni singola materia prima viene scelta secondo il proprio giudizio personale: “Non scelgo un prodotto di qualità solo in base al prezzo. Testo personalmente tutte le materie prime, effettuando un attento studio. Ciò che corrisponde al mio gusto personale e che ritengo irresistibile entra subito nella mia linea”, prosegue Raffaele.

Tra le tante materie prime di eccellenza utilizzate presso la Gelateria Di Matteo troviamo la nocciola Piemonte IGP, la ricotta di Paestum del Caseificio Barlotti, il latte di Alta Qualità Berna, fichi bianchi e noci – forniti da un’azienda locale -, i pregiati pistacchi greci, il cioccolato di Agostoni (Cuba, Madagascar e Perù).

Gelateria Di Matteo, un mondo in continua espansione

Gelato al Pistacchio

I gusti di questa attività dolciaria sono 20, proposti in un banco a sole Carapine – Speciali contenitori di acciaio cilindrici che aiutano a conservare struttura e capacità organolettiche del gelato al meglio – e seguono la stagionalità delle materie prime.

Tra i più gettonati e particolari figurano alloro e mandorle; fichi e cioccolato; mandorle e mandarino; cioccolato, pepe e cannella; cioccolato, limone e zenzero; ricotta e pistacchio; e l’immancabile ricotta e pera.

I sorbetti disponibili sono invece tre – per accontentare la clientela che ha sancito il trionfo dei gusti a base bianca o base cioccolato – limone, fragola e un terzo gusto che varia costantemente.

Ma da oltre un decennio lo chef Del Verme ha dato il via anche alla produzione di altri prodotti che accompagnano oggi i suoi famosi gelati.

Tra queste abbiamo tantissime tavolette al cioccolato mono origine, 12 tipi di torte semifredde, 20 tipologie di marmellate totalmente artigianali – tra cui citiamo il duetto di sapori limone e liquirizia, un’altra alle fragole, mandarino e zenzero, oppure al binomio di albicocca e curcuma, e quella con pesca, arancio e pepe rosa, solo per citarne alcune -, 15 varietà di biscotti, prodotti in vaso cottura e due tipi di creme spalmabili.

Sono spronato a fare sempre di più in nome della qualità grazie ai miei clienti. Identificando il mio nome con il gelato di qualità, essi si aspettano che tutto ciò che produco sia allo stesso livello. Lo sforzo è impegnativo, ma tanto gratificante, considerando che ogni volta che abbiamo introdotto un prodotto nuovo in negozio, questo ha avuto fin da subito un enorme successo”.

Soddisfazioni di un percorso basato sulla qualità

Biscotti arancia e cioccolato

Nella sua Gelateria Di Matteo, lo chef Raffaele si sente fautore di un processo di sensibilizzazione alla qualità: un percorso lungo che ha ripagato il suo modo di vedere il fare impresa.

Secondo la sua opinione ed esperienza l’artigianalità ripaga sempre. Raffaele è fermamente convinto del suo credo lavorativo perché sono proprio i clienti a non avere paura di un prezzo che porta nelle loro case la qualità e la genuinità in molteplici forme.

Non si guadagna solo la loro fiducia, il loro rispetto, ma veniamo ormai considerati professionisti seri e credibili, pronti a metterci la faccia, onorando la loro arte. Di questo sono profondamente grato”, tiene a precisare il maestro Del Verme.

Questo credo ha portato la Gelateria Di Matteo a ottenere il primo posto alla manifestazione internazionale Sherbeth del 2012, i prestigiosi Tre Coni del Gambero Rosso – dal 2017 ad oggi -, il primo posto nella classifica di 50 Top Italy come miglior gelateria d’Italia nel 2023.

Tuttavia la soddisfazione più grande dello chef cilentano è un’altra: “Per essere in un paese di 1800 anime e al centro di una piazza che conta venti abitanti, devo dire di potermi ritenere soddisfattissimo. Nonostante questo, qui a Torchiara vengono a trovarmi tantissime celebrità e per me è motivo di grande orgoglio”, sottolinea il maestro.

Non manca uno sguardo sul futuro: “Mi piacerebbe produrre anche caramelle”, rivela divertito Raffaele.

Dunque non resta che aspettare nuove emozioni dolcissime all’orizzonte.

Gelateria Di Matteo

Indirizzo: Piazza Andrea Torre 13/15, Torchiara (SA), Campania, Italia

Tel. 0974831012

Sito Web

E-mail: gelateria.dimatteo@tiscali.it

Facebook

Instagram

The following two tabs change content below.

Gionata Bertolini

Napoli
Classe 1983, sono laureato in Antropologia, svolgo l'attività di pasticcere professionista e consulente per aziende del settore. Con un passato da musicista e specialista informatico, affianco alle mie attività quella di articolista per il magazine "La Buona Tavola".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *