Articoli

 

Cosa accomuna una pizzeria di una cittadina nel salernitano all’ospedale dello stesso paese? Apparentemente nulla, se non fosse per una straordinaria iniziativa che li vede entrambi protagonisti. Quale?

Una pizza per un sorriso: è questa la filosofia che ha ispirato l’iniziativa di beneficenza di Michele e Christian Nasti, titolari della pizzeria “Nastieat” di Nocera Inferiore (SA). Una raccolta fondi volontaria ispirata dal grande senso di appartenenza alla propria comunità, un modo per poter fare la differenza anche con poco. Destinatario di quest’opera di gran cuore è il reparto neonatale dell’Ospedale Umberto I di Nocera Inferiore.

E come regalare un sorriso se non attraverso la regina delle tavole napoletane, la pizza?!

Dal 1° dicembre al 6 gennaio, infatti, i due titolari, supportati dall’intero staff “Nastieat”, propongono un nuovo impasto, composto da farina di tipo 1 (semi-integrale) che sarà la base delle pizze “benefiche” al cui prezzo verrà aggiunto €1,00. L’intera somma ricavata verrà interamente devoluta al reparto sanitario che, com’è facilmente intuibile, necessita di elevate risorse, attrezzature all’avanguardia, tecnologie avanzate e tanta, ma proprio tanta, professionalità e coraggio.

Ancora una volta, la generosità viene “dal basso”. Da giovani imprenditori dell’arte bianca che, attraverso il loro lavoro, fanno semplicemente del bene. E, sulla scia di altre iniziative alla pari, la pizza si dimostra essere l’alleata perfetta per donare non solo sorrisi, ma speranza. Sono le iniziative valorose e trasparenti come questa che fanno ben sperare in una catarsi del genere umano. A Natale allora un caffè in meno e una pizza “Nasteat” in più!

Marika Manna

” Cenando sotto un cielo diverso (on the road) “, cene d’autore e di beneficenza presso Villa Domi l’1 dicembre e tenuta San Domenico il 12 dicembre

cenando sotto un cielo diverso

E’ previsto per domenica 1 dicembre l’appuntamento che vede all’opera più di 80 chef presso le stanze di una delle più belle ville napoletane, ovvero Villa Domi: un evento di beneficenza che sarà animato da chef stellati (hanno già dato conferma della loro presenza Ciro Sicignano, Domenico Stile, Gianluca D’Agostino), cuochi di accalorato livello, pasticcieri, maestri panificatori, pizzaioli, produttori locali, cantine vinicole, bar tender, aziende agroalimentari d’eccellenza… Sarà possibile passeggiare nelle sale della Villa godendo delle sue bellezze architettoniche ed assaporando le leccornie preparate dagli chef presso le varie postazioni allestite, tutti piatti studiati con un ingrediente principale di partenza: la gioia di donare a chi è meno fortunato di noi! Come di consuetudine, l’edizione internale di “ Cenando sotto un Cielo Diverso ” prevede anche lo svolgimento di un galà di beneficenza che si terrà il 12 dicembre presso un’altra bellissima location, ubicata nel casertano, ovvero Tenuta San Domenico. In questa occasione, oltre a un parterre artistico d’eccezione che animerà la serata, saranno protagonisti ai fornelli: gli chef stellati Danilo Di Vuolo, Giuseppe Aversa, Michele de Blasio, Michele De Leo e Raffaele Vitale; i maestri panificatori Domenico Fioretti e Filippo Cascone; e il pastry chef Marco Aliberti.

“ Cenando sotto un Cielo diverso ” è un evento con una triplice finalità: beneficenza, valorizzazione del territorio, e corretta comunicazione dei suoi prodotti (e, dunque, della buona cucina ad essi direttamente legata). Esso coinvolge – in qualità di protagonisti ai fornelli – cuochi, pizzaioli, pasticceri, produttori del territorio campano e non (tutti di acclarata professionalità, alcuni chef stellati che intervengono in qualità di special guest), aziende (che, oltre a condividere le finalità dell’evento, sfruttano l’occasione per tessere rapporti con gli altri soggetti coinvolti), personaggi del mondo dello spettacolo vicini al concetto di “beneficenza”, operatori della comunicazione, e migliaia di persone che intervengono all’iniziativa per far del bene e mangiare bene.
Il progetto a monte della kermesse è stato ideato dalla dott.ssa Alfonsina Longobardi – psicologa, sommelier ed esperta di food & beverage – che ha voluto coniugare il suo impegno nel sociale alla sue competenze nel mondo del food. A monte della macchina organizzativa c’è l’Associazione “Tra cielo e mare” fondata dalla dott.ssa Longobardi nel marzo 2013: tale ente opera a sostegno delle persone con disagi psichici e di altra natura; altra finalità del sodalizio è quella di avvicinare le persone cosiddette “normali” a persone che purtroppo vivono situazioni di disagio, abbattendo la barriera della “paura” che è causa dell’incomunicabilità; l’ultimo obiettivo dell’Associazione consiste nella valorizzazione del territorio campano, sia delle sue bellezze che del suo potenziale umano (perciò l’evento si tiene in luoghi di interesse storico – culturale e perciò coinvolge chef e produttori, in primis campani) che dei suoi prodotti.
La prima edizione di “Cenando sotto un Cielo diverso” si è svolta nel 2014 presso il Castello Medioevale di Lettere, incastrato nell’incantevole cornice dei Monti Lattari. L’evento ogni anno ha registrato un consenso sempre maggiore: oggi è divenuto uno degli appuntamenti legati al mondo della beneficenza e a quello dell’enogastronomia più grandi del centro – sud Italia.

Due le mission della prossima edizione dell’evento: raccogliere denaro necessario all’acquisto di giochi da donare durante il periodo natalizio ai bambini ospedalizzati presso il Santobono Pausilipon (obiettivo ormai storico dell’edizione invernale di “Cenando sotto un Cielo Diverso”) e presso l’ospedale Monaldi, e il prosieguo della raccolta fondi per la costituzione di un laboratorio ludico didattico per persone affette da sindromi schizofreniche.

A partire da questa edizione l’associazione “Tra Cielo e Mare” si avvale anche dell’affiancamento del dott.  Ciro Langella, ricercatore  in ambito medico nel campo della Nutraceutica – ossia del food quale principale arma di prevenzione e salute -, e ideatore e fondatore del progetto SANA FOOD (realizzato nel 2017),  la prima rete di  aziende alimentari di eccellenza italiane, di operatori del food (chef, mense, nutrizionisti, etc.),  e di istituzioni pubbliche e private (università, strutture sanitarie, scuole, realtà legate al benessere e allo sport, etc.) che hanno come obiettivo comune la costituzione di un paniere di “alimenti per la salute”. Perché la cucina italiana è anche uno strumento di “health prevention” , ovvero di prevenzione della salute.

Altra novità di quest’anno sarà un momento dedicato all’arte, che si svolgerà l’1 dicembre,  con protagonista Davide Montuori, noto writer napoletano, che realizza quadri utilizzando le mille sfumature del vino. L’artista realizzerà un quadro in estemporanea e metterà all’asta le sue  prime opere realizzate in wine art. Il ricavato sarà devoluto per gli scopi sociali dell’evento di beneficenza. Banditore d’eccezione sarà l’attrice Annalisa Insardà, nota per il suo impegno nel settore antimafia.

Testimonial della kermesse sono  Floriana Messina – ex concorrente del Grande Fratello, ed oggi presentatrice, influencer, e nominata dai tifosi napoletani madrina della loro squadra del cuore – e l’attore Francesco Albanese. Durante le due serate interverranno numerosi personaggi legati mondo della musica e dello spettacolo, come il cantautore Michele Selillo ed il modello e attore Nicola Coletta.

Pagina Facebook: http://bit.ly/2QKSfzT

Evento Facebook: http://bit.ly/2s6VUxH

Lista chef aderenti: http://bit.ly/345FZ0M

Ufficio Stampa

Grazia Guarino

Quante pizze possono sfornare 50 pizzaioli in 12 ore? 10.893. È il numero esatto di pizze sfornate ieri nella zona portuale di Torre Annunziata gremita di persone che ha valso la riconquista del Guinness World Record ai 50 pizzaioli campani, riuniti dal presidente e dal vicepresidente dell’associazione Gruppo La Piccola Napoli Paco Linus ed Enzo Fiore.

record

Le 10.893 pizze sono state preparate, infornate e sfornate in sole 14 ore in barba alle 24 ore previste dal record ufficiale. “La più grande soddisfazione è stata riconquistare il record in territorio campano, portatoci via dagli argentini dopo la nostra precedente vittoria in Svizzera” ha detto Paco Linus che sapientemente ha diretto la brigata di pizzaioli aiutato dal suo braccio destro Enzo Fiore.

“L’aver coinvolto aziende del settore agroalimentare campano come Solania, Il Molino Scoppettuolo, Latticini Orchidea ha significato per noi sottolineare un’identità territoriale forte, come a evidenziare un lungo filo indissolubile che lega l’arte della pizza al territorio campano” ha detto Enzo Fiore.

Presenti, infatti, anche gli sponsor nelle persone di Giuseppe Napoletano per Solania srl, Raffaele Maiello per Latticini Orchidea, Ciriaco Scoppettuolo per il Molino Scoppettuolo e Damiano Reppuccia per i Forni Reppuccia che hanno accolto positivamente l’evento fornendo le materie prime per la felice riuscita dell’obiettivo.

L’evento ha avuto anche un risvolto solidale: infatti, due terzi delle pizze sono state donate alle persone meno abbienti della città e alle associazioni del territorio. “ Il nostro intento” ha commentato Paco Linus “è stato anche quello di riuscire a strappare sorrisi a chi una pizza, diciamola tutta, non se la può permettere”. E anche per chi, invece, ha qualche possibilità in più la soluzione è stata quella di distribuire l’altra metà al prezzo popolare e simbolico di 2 euro.

record

L’unione di persone accomunate dalla stessa passione e aziende fortemente radicate nel territorio è stato dunque il modo migliore per stabilire il nuovo primato e per creare un intenso momento di solidarietà sullo sfondo di uno dei luoghi più suggestivi del nostro territorio.uno dei luoghi più suggestivi del nostro territorio.

 

Marika Manna

Ad Arzano, in provincia di Napoli, c’è la pizzeria “Anema & Pizza” di Ciro Savarese, un locale da poco riammodernato, che garantisce al cliente una esperienza di gusto e di benessere. La pizza è sempre stata presente nella vita di Ciro Savarese e non poteva essere diversamente, vista la lunga tradizione familiare: «La passione per la pizza me la porto dentro da tutta la vita. Sono alla quarta generazione di pizzaioli, figlio di pizzaiolo e nipote di pizzaiolo. Ci sono cresciuto nelle pizzerie e non ho fatto altro che questo dall’età di tredici anni. La pratica è stata la mia scuola. Ovviamente con il tempo la tecnica è migliorata sempre di più, ma non ho fatto nessuna scuola, nessun corso, solo recentemente qualche aggiornamento sulle tecniche di impasto».

Anema & Pizza

Con il tempo Ciro Savarese non si è adagiato su un percorso in qualche modo già solcato, ma ha continuato a crescere e a migliorare il prodotto che offre al cliente: «Oggi realizzo una pizza a lunga maturazione con impasti leggeri. Il mio impasto è il risultato di un blend di farine tipo 0 e tipo 1. Mi piace usare una farina abbastanza forte, a 60 ore di maturazione. Poi lascio lievitare l’impasto per quattro ore a temperatura ambiente». La pizza che si può gustare da “Anema e Pizza” è l’emblema della semplicità e della leggerezza, con il suo impasto fragrante e il cornicione pronunciato. «Io amo la semplicità. Uso il buon pomodoro San Marzano, la mozzarella di bufala e il parmigiano ventiquattro mesi. Preferisco lavorare molto con la stagionalità dei prodotti e in base alla stagione cambia anche il menù. Ad esempio, una pizza che va sempre è quella con i “friarielli”, ma è stata tolta dal menù perché ora il prodotto è fuori stagione. In generale sto attento a modificare la proposta gastronomica in base alla qualità del prodotto di stagione. In sostanza amo, per la pizza, far sentire il gusto dell’impasto, quindi evito di combinare troppi gusti e ingredienti e mi attengo alla “regola” dei tre sapori. Cerco, infatti, di proporre pizze molto semplici, in cui gli ingredienti che la farciscono sono al massimo tre». Quello di Ciro Savarese è un percorso che ha alle spalle una grande tradizione familiare, ma che ha saputo, con il tempo, trovare la propria fisionomia e ha saputo adeguarsi ai tempi e alle esigenze dei clienti di oggi. «Il locale nasce nel 2002 come piccola pizzeria d’asporto. Poi pian piano sono riuscito ad aggiungere nuovi spazi, ma si trattava sempre di semplici ampliamenti, senza grandi interventi di abbellimento. Nel 2018 ho deciso di chiudere il locale per un mese e l’ho completamente ristrutturato». Oggi, è un locale moderno, gradevole, in cui Ciro Savarese ha adottato una serie di scelte strutturali per rendere perfetta la permanenza del cliente. «Abbiamo inserito anche pannelli fonoassorbenti per migliorare la qualità acustica per i clienti che stanno in sala a cenare. Abbiamo sostituito, grazie ad uno studio sulla luminotecnica, le luci fredde con quelle calde e anche sulla scelta della musica di sottofondo c’è stato uno studio, affinché questa non distragga il cliente. Tutto questo per offrire un’esperienza positiva che non sia solo limitata al piatto, ma che sia completa per la persona»

nerano

Da “Anema & Pizza” la pizza è solidale e occasione di sostegno ai più disagiati. Infatti, Ciro Savarese ha deciso di aderire ad una campagna in sostegno dell’Associazione Matteo25 Onlus, che si occupa di aiuti ai più bisognosi. «Per l’occasione ho realizzato la pizza Nerano, una pizza semplice con le zucchine di stagione. Da giugno a settembre, fino a quando le zucchine saranno di stagione, per ogni pizza Nerano acquistata, un euro sarà donato all’Associazione Matteo 25». Una iniziativa lodevole, che unisce il piacere di una bella serata in compagnia alla solidarietà. Chi si reca da “Anema & Pizza” di Ciro Savarese, oltre a mangiare una buona pizza dal profumo e dal sapore unici, che non può trovare negli impasti fatti con farine doppio zero, potrà assaporare un prodotto fragrante, grazie all’utilizzo della crusca nell’impasto, ma anche avere la completezza per confort e accoglienza. 

 

Amalia Vingione

Charity Event alle Rocce Rosse di vietri sul mare

Buonissimi 2019

Il 24 giugno più di 140 realtà tra chef stellati, aziende, ristoranti e pizzerie approdano sulle terrazze sea front del Lloyd’s Baia Hotel per nutrire la ricerca

 

buonissimi

Charity event alle Rocce Rosse del Lloyd’s Baia Hotel di Vietri sul Mare. Presentata questa mattina presso il Comune di Salerno la terza edizione di Buonissimi, l’evento di beneficenza ideato e promosso dall’Associazione Oncologia Pediatrica e Neuroblastoma – OPEN Onlus, con il sostegno della Fondazione Giuseppe Marinelli, dedicato alle eccellenze enogastronomiche del Mediterraneo per nutrire la ricerca scientifica. L’appuntamento è fissato per lunedì 24 giugno, a partire dalle 19.

«Ancora una volta Buonissimi – ha detto il Sindaco Vincenzo Napoli nel corso della presentazione sfida la città di Salerno a superare se stessa in una gara di solidarietà che ha un sapore gourmet Come sempre il Comune promuove ed affianca questa meritoria attività.».

Oltre 140 le realtà tra chef stellati, pizzerie, friggitorie, pasticcerie, gelaterie, cocktail bar e consorzi di tutela del vino della Campania, che approdano sulle terrazze sea front della Baia.

«Buonissimi è una creatura di OPEN ed il rapporto della nostra amministrazione con l’associazione è costante e duraturo – ha aggiunto l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Salerno Nino Savastano non potrebbe essere altrimenti per l’impegno che il suo presidente profonde quotidianamente per i piccoli malati, per le loro famiglie e per la ricerca».

Anche quest’anno sarà un viaggio di gusto tra i profumi e i sapori del territorio, una festa in nome della vita che nel cibo trova nutrimento ed attraverso il cibo dona speranza, per un prestigioso appuntamento a sfondo sociale.

« Buonissimi cambia le persone che ne prendono parte – ha spiegato Annamaria Alfani Presidente di OPEN – è un’occasione ed un evento che ci ha aiutato a finanziare un progetto importante come quello della biopsia liquida consentendoci, anche, di accettare sfide importanti come quella della collaborazione col Gaslini di Genova che è il nostro nuovo progetto nazionale».

Con l’edizione 2019 dell’evento si conclude la raccolta fondi per il progetto triennale di ricerca scientifica “La Biopsia Liquida nei bambini malati di tumore” al quale con l’edizione 2017 e 2018 sono stati destinati 151.670,00 euro.

«Abbiamo già analizzato dieci pazienti con questa metodica, che va sicuramente messa a punto perché si tratta di una tecnica innovativa ma siamo fiduciosi – ha spiegato il Dott. Mario Capasso, Professore in Genetica Medica Università degli Studi di Napoli Federico II e ricercatore presso l’Istituto CEINGE Contiamo per il prossimo anno di mettere in atto un nuovo programma di medicina di precisione. L’idea è quella di scoprire, con un semplice prelievo del sangue, analizzando il DNA del bambino, qual è il suo tumore e, se è già sotto terapia, come sta reagendo alle cure. In questo modo evitiamo al bambino il trauma dell’intervento chirurgico».

La splendida struttura alle porte della suggestiva Costa d’Amalfi accoglierà, come ogni anno, diversi amici illustri rappresentanti del mondo dello spettacolo e con una donazione minima di 80 euro si offrirà come una lunga notte sotto le stelle dopo poter mangiare, bere e anche ballare fino a notte tarda.

« Buonissimi quest’anno è cresciuto ancora – ha concluso Paola Pignataro, una delle infaticabili organizzatrici in tandem con Silvana Tortorella – sono 140 gli chef, pizzaioli, pasticcieri che ne sono protagonisti e che non vengono solo dalla Campania, ma anche dalla Puglia, la Sicilia, la Lombardia. La location è rimasta la stessa, ovvero le Rocce Rosse, ma avremo un meraviglioso palco sulla spiaggia».

Ufficio Stampa: Silvia De Cesare

Venerdì 20 febbraio 2019

Il Rotary Club Campania – Napoli ha organizzato a Napoli, presso lo splendido ristorante Palazzo Petrucci, la quarta edizione della cena di gala “e quindi uscimmo a riveder le stelle”.

I fortunati partecipanti all’evento potranno degustare un menù esclusivo firmato dagli Chef stellati:

  • Paolo Barrale, Presidente della Charming Italian Chef
  • Angelo Carannante, Caracol, Bacoli (NA)
  • Luigi Salomone, Piazzetta Milù, Castellammare di Stabia (NA)
  • Lino Scarallo, Palazzo Petrucci, Napoli
  • Ciro Scamardella, Pipero Roma, Roma
  • Pastry chef Carmen Vecchione, Dolciarte, Avellino

 

La cena organizzata per il prossimo 20 febbraio 2019, intende finanziare un progetto internazionale ed uno locale: il ricavato della serata sarà interamente devoluto, infatti, in favore della Rotary Foundation   e dei suoi programmi finalizzati all’accesso all’acqua potabile nei paesi in via di sviluppo ed al rafforzamento delle economie locali, ed in favore della Fondazione San Gennaro Onlus e dei suoi progetti per i giovani del quartiere Sanità di Napoli.

Il talento degli chef presenti, ai fornelli ci saranno ben 5 Stelle Michelin, la splendida location e le importanti cause umanitarie certamente stimoleranno i numerosi benefattori a partecipare alla cena occupando in breve tempo i limitati posti disponibili.

Il Rotary Club Campania – Napoli ringrazia le numerose e qualificate aziende che, anche in ragione della rilevanza dell’evento, non hanno voluto far mancare il proprio contributo in favore dei progetti di beneficenza.

Partner: Feudi di San Gregorio (vini), Carmasciando (formaggi), Le Carni irpine di Mario Laurino, Mamy (impastatrici), Giro Quadro (childrenswear), Malafronte (panificio), Pastificio Marulo, Leopoldo (dolci), Alma De Lux (amari e distillati).

Ulteriori informazioni sono disponibili al link:

www.facebook.com/Cena-di-beneficenza-Rotary-Club-Campania-Napoli-943186372395415/

Il 14 gennaio 2019 a Brusciano (NA) la terza edizione dell’evento culinario di beneficenza 

Il 14 gennaio 2019, presso la Parrocchia San Sebastiano Martire di Brusciano, (NA) si terrà la terza edizione dell’evento #InsiemeperilDormitorio . In un’area di 1200 mq, coperta e riscaldata, saranno presenti 48 stand con altrettante attività enogastronomiche, tra cui ristoranti, pasticcerie ed enoteche tra le più rinomate della Campania e non solo, che quest’anno hanno deciso di sostenere la causa Dormitorio, mettendo a disposizione della serata la loro arte culinaria.

L’unico scopo dell’evento culinario di beneficenza, ormai apprezzato e riconosciuto anche a livello nazionale, è come sempre quello di raccogliere fondi a favore del progetto #InsiemperilDormitorio, nato circa tre anni fa per dare un “punto di riferimento” a chi ha bisogno d’aiuto, dove può essere ascoltato e assistito, ma soprattutto per dare un tetto sulla testa a chi se ne ritrova, all’improvviso, senza. Secondo i dati Istat sono più di 50 mila le persone in Italia che vivono e dormono per strada, un numero record, il più alto dell’ultimo decennio. Anche la Comunità Interparrocchiale di Brusciano si trova spesso di fronte a tante persone che, non avendo riparo, per necessità, cercano protezione all’interno o sul sagrato delle diverse parrocchie del Paese. Proprio per dare una risposta a questa emergenza è nato il progetto solidale della Casa di Sant’Antonio, i cui lavori di ristrutturazione, per creare circa 20 posti letto e una mensa per accogliere fino a 60 persone, sono iniziati nell’estate 2018, grazie al sostegno di tutti coloro che hanno creduto e credono in questo progetto.

L’evento ideato e organizzato dalla Comunità Interparrocchiale di Brusciano, sostenuto dal Parroco della Comunità, Don Salvatore Purcaro, con la fondamentale collaborazione di due chef di levatura nazionale come Gennaro Langellotti e Tommaso Foglia, sarà allietato dalla musica e dalla voce di Felice Romano e avrà il sostegno dell’Associazione Volontari Capitano Ultimo Onlus e del Comune di Brusciano.

 

Evento solidale di alta qualità, con gran gala e cenone/spettacolo stellatissimo per donare un Natale sereno ai piccoli ricoverati.

Uniti chef d’Eccellenza, produttori, scuole del Territorio, artisti solidali, esperti della Salute e del Benessere

Ottaviano. Giovedì 20 dicembre, alla Baita del Re Resort,“#InsiemeperilTerritorio: Natale d’Amore”, evento di autentica Eccellenza che ha come scopo donare un Natale quanto più sereno e gioioso possibile ai bambini ricoverati nel reparto di Oncologia del Pausilipon e di Pediatria del Policlinico Nuovo.

La manifestazione rientra nella rassegna “Salute, Alimentazione e Bellezza: tutto quello che molti non sanno” firmata dalla giornalista Teresa Lucianelli che ne è organizzatrice unitamente al patron Nunzio Illuminato, e allo chef Luca Grande, con il fondamentale contributo della Onlus specializzata “Diamo una mano” che coordinerà la consegna dei giocattoli ai piccoli pazienti con animatori specializzati in ambito ospedaliero, vestiti da Babbo Natale è da Elfi.
In programma, dalle ore 15 ai mercatini solidali ai quali partecipano anche scuole del territorio (di Ottaviano e Castellammare di Stabia, IC 2 Panzini) con i lavoretti degli alunni; alle 17,30 incontri sulla sana alimentazione e l’importanza dell’acqua da bere; alle 19 show cooking del bistellato chef Francesco Sposito di Taverna Estia, Brusciano, con aperitivo.
Di seguito, alle ore 20, gran gala con cenone/spettacolo, guidato dallo chef stellato Pasquale Palamaro del ristorante Indaco, Hotel Regina Isabella, Ischia.
Partecipa un gruppo di chef di autentica eccellenza:
Nunzio Spagnuolo di Cieddi Portici, con Michele Sammarco e Valerio Giuseppe Mandile;
Paola Fiorentino star di Hell’s Kitchen, di Villa Fiorentino e Villa dei Fisici a Positano, con Vincenzo Ferro (l’Antica Fraconia) e Marco di Martino (personal chef);
i maestri pizzaioli Aniello Falanga (Haccademia, Terzigno), Michele Cuomo, campione mondiale Pizza in Pala (Cerase’, Vico Equense), Carmela Iorio, vice campionessa mondiale categoria Pizza Fritta (Pizzeria Carmine Iorio, Melito); Antonio Battipaglia (Ruah, San Vitaliano); Vincenzo Toppi (Amor mio, Brusciano);  Maddalena Tessitore (Dogana Golosa, San Leucio) oltre a Luca Grande (Ce stava na vota, nuovo ristorante di prossima apertura ai Gradoni di Chiaia a Napoli), il patron de La Baita del Re Resort, Nunzio Illuminato; i maestri pasticcieri Ciro Scarpato, presidente Associazione Pasticcieri Napoletani (pasticceria Angela, San Sebastiano al Vesuvio); Gennaro Langellotti (Gallucci Nola); Francesco Lastra e Gennaro Peluso (Equipe Eccellenze Italiane); Pasquale Pesce (Antica Pasticceria Pesce, Avella).
Dalle ore 19 si esibiranno artisti gli solidali: Ilva Primavera grande simbolo della canzone classica partenopea, Gennaro De Crescenzo apprezzato interprete, Maria S. Movchan soprano dalla possente voce, i valenti maestri Armando Celentano, Raffaele Marzano, Enzo Savarese, la splendida danzatrice professionista del ventre Zakì Kairoli, con le allieve Najat e Shiva in “Notti alla corte del Sultano”.
Conclusione con ricca Pesca solidale a cura di: Icaro Le Gioie, Castellammare di Stabia; Ileana Mandile Estetica e Benessere, Casoria; Accademia Aseo, Napoli; Giuseppina Helen Passerotti, Positano, Luca Carnevale e Paola Fiorentino, protagonisti anche di una mostra d’Arte collettiva.
In palio un viaggio, gioielli, quadri, trousse di make up, cofanetti e trattamenti  viso/corpo di importanti case cosmetiche, ecc.La magnifica tenuta sarà spettacolarmente illuminata dalle famose Luci d’Artista della Lucifesta di Antonio Criscuolo.
La manifestazione sarà seguita da testate giornalistiche televisive, radiofoniche, online e della carta stampata, blog specializzati.

Sostenitori: AIS, Associazione Italiana Sommelier Campania – Delegazione Comuni Vesuviani, resp. Ernesto Lamatta; ISIS de Medici, Ottaviano, dir. ing. Vincenzo Falco; Azienda Altavigna di Gaetano Sepe, Cantine Taurasi Avellino; Azienda Agricola Diana, Caserta; Fattoria Alpega, Sarno; Fratelli Merolla; Gelati Vesuvio, Somma Vesuviana; Oleificio F.Lli Punzo, Pollena Trocchia; Antica Maccheroneria; Soleo, Terzigno – Peppe Imperatore; Il Fornaio, Pane ai Grani Antichi e Panini, Somma Vesuviana; Eurograf, Palma Campania

Prodotti per Pasticceria; Prelibatezze di Nonno Luigi, di PierFrancesco Ammirati; Spizzé Di Adele Lentano, Centro Commerciale La Cartiera, Pompei
Braceria L’Antico Portone, Qualiano, di Francesco Palma; Lucifesta istallazioni artistiche luminose, di Antonio Criscuolo, Luci d’Artista; Goeldlin, Cis Nola (is 2)
IC 2 Panzini, Castellammare di Stabia dir. Donatella Ambrosio; Ileana Mandile Estetica e Benessere, via Pio XII, Casoria, di Ileana Mandile; Luca Carnevale, pittore, Napoli; Icaro Le Gioie, Castellammare di Stabia, di Irma Carosella; Paola Fiorentino, chef pittrice, Positano; Biofonte, sez. Campania dott. Rosalia Ciorciaro; Accademia Aseo, Napoli, di Rosa Bennio; Helen Passerotti, Positano, di Giuseppina Passerotti; Happy Holiday Onlus, Napoli; Therapoint, Grafica e Stampa della manifestazione; Rino D’Antonio, Fotografia dell’evento.Baita del re Resort in via Valle delle Delizie, 13, ad Ottaviano
Info e prenotazioni: ‭081 8270793‬, responsabile segreteria Roberta Alinei

Oltre 100 chef uniti per diffondere la cultura del gusto e regalare ai bambini del Santobono la possibilità di guarire più in fretta

L’eccellenza della cucina campana a sostegno dei bambini ricoverati nell’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli. Saranno lo chef stellato Michele De Leo, lo chef Danilo Di Vuolo e l’attore Francesco Albanese a fare da padrini all’edizione invernale dell’evento “Cenando sotto un Cielo diverso on the road” in programma domenica 2 dicembre alle ore 19:30 presso il ristorante “Tiberius” di Pompei (ubicato in via Villa dei Misteri, 7) e venerdì 7 dicembre a Capua presso Tenuta San Domenico. Nella data domenicale saranno coinvolti più di 100 chef che proporranno altrettanti piatti in versione degustazione. Il 7 dicembre si terrà invece una serata di gala che vedrà coinvolti ai fornelli diversi chef stellati.

Cenando sotto un Cielo diverso“Cenando sotto un Cielo diverso” è un evento con una triplice finalità: beneficenza, valorizzazione de territorio e dei suoi prodotti (e, dunque, della buona cucina ad essi direttamente legata). Esso coinvolge – in qualità di protagonisti ai fornelli – cuochi, pasticceri, produttori del territorio campano e non, aziende (che, oltre a condividere le finalità dell’evento, sfruttano l’occasione per tessere rapporti con gli altri soggetti coinvolti), personaggi del mondo dello spettacolo vicini al concetto di “beneficenza”, e migliaia di persone che intervengono all’iniziativa per far del bene e mangiare bene.

Il progetto a monte della kermesse è stato ideato dalla dott.ssa Alfonsina Longobardi – psicologa, sommelier ed esperta di food & beverage – che ha voluto coniugare il suo impegno nel sociale alla sue competenze nel mondo del food. A monte della macchina organizzativa c’è l’Associazione “Tra cielo e mare” fondata dalla dott.ssa Longobardi nel marzo 2013: tale ente opera a sostegno delle persone con disagi psichici e di altra natura; altra finalità del sodalizio è quella di avvicinare le persone cosiddette “normali” a persone che purtroppo vivono situazioni di disagio, abbattendo la barriera della “paura” che è causa dell’incomunicabilità; l’ultimo obiettivo dell’Associazione consiste nella valorizzazione del territorio campano, sia delle sue bellezze che del suo potenziale umano (perciò l’evento si tiene in luoghi di interesse storico – culturale e perciò coinvolge chef e produttori, in primis campani).

La prima edizione di “Cenando sotto un Cielo diverso” si è svolta nel 2014 presso il Castello Medioevale di Lettere, incastrato nell’incantevole cornice dei Monti Lattari. L’evento ogni anno ha registrato un consenso sempre maggiore: oggi è divenuto uno degli appuntamenti legati al mondo della beneficenza e a quello dell’enogastronomia più grandi del centro – sud Italia.

Ecco i nomi degli chef, pasticcieri, panificatori, pizzaioli e bar tender che daranno vita alla tappa pompeiana dell’evento:

Chef

Vincenzo Noviello – Le Lune Bistrot  (Pompei)

Andrea Amodio  – Dr. Slim e Mr. Fat  (C.Mare di Stabia)

Alessio Galati – Trattoria Dueggi (Pollenatrocchia)

Vincenzo Cimbali – Personal Chef

Antonio Borrelli – Salotto Comfort-Food (Nocera Inferiore)

Vincenzo Ferro – Country House L’antica Franconia (Taurano)

Antonio Tecchia – ristorante San Cristoforo (Ercolano)

Nunzio Spagnuolo – Ristorante Cieddi  (Portici)

Davide Mea – La Taverna del Mozzo (Marina di Camerota)

Enrico Ruggiero – Personal chef

Fabio Ometo – Villa Trabucco (Torre del Greco)

Franca Di Mauro – Il Cellaio di Don Gennaro (Vico Equense)

Francesco Maiorano e Pamela Vigiano – Trattoria San Fransisco (Tramonti)

Francesco Piscopo  – Leone ristobracepizza  (Casandrino)

Francesco Restivo – Area Varlese (Napoli)

Francesco Vorraro – ristorante Mamma Elena (San Giuseppe Vesuviano)

Gennaro Rotella – Le lampare (C.mare di Stabia)

Gianmarco Carli – ristorante Il Principe (Pompei)

Giorgio Vitiello – ristorante Acqua & Sale (Scafati)

Giuseppe Fasulo – ristorante Eccellenze Nolane (Nola)

Giuseppe Zaccaria – ristorante Il Pescatore (Vietri Sul Mare)

Gustavo Milione – Via Porto cunina e shop (Salerno)

Lorenzo Principe – Osteria Famiglia Principe 1968 (Nocera Superiore)

Antonino Esposito e Ciro Leone – I Dottori del Fritto in Eccellenze Campane  (Napoli)

Alberto Fortunato – La bettola del Gusto (Pompei)

Marco Del Sorbo – Terrazza Fiorella – Massa Lubrense

Maurizio De Riggi – ristorante Markus (San Paolo Belsito)

Nunzio Annunziata – ristorante Marea/Hotel Delfino (Massalubrense)

Paolo Iovieno – ristorante La Terra (Positano)

Pietro Cuomo – Hostaria di Bacco (Furore)

Roberto Verducci – Strairs Diner (Napoli)

Michele Perrotta  – Villa Perrotta (Roccarainola)

Vincenzo Piacente – Hotel Parco dei Principi (Sorrento)

Vincenzo Toppi – ristorante Amor Mio (Brusciano)

Roberto Lepre – Blu Stone (C.Mare di Stabia)

Domenico D’Aniello e Luigi Longobardi – ristorante C’è posto per te (Castellammare di Stabia)

Gabriele Martinelli – Personal chef

Valentino Buonincontri – Bertie’s Bistrot (Nola)

Salvatore Scognamiglio – Ristorante Putea (Cava dei Tirreni)

Antiony Di Lieto  – Tavernetta 58 (Meta di Sorrento)

Lombardo Vincenzo – Tiberius (Pompei)

Rosario Consalvo e Gianluca Centomani  – Villa Imperiale (Posillipo)

Alberto Vaccaro – Il casale del mirto (Vico Equense)

Antonio Morinelli  – Sustettibile Food.Rooms.Art  (Pioppi)

Nando Melileo –  Emozionando (Salerno)

Yuri Buono – Vincanto (Pompei)

Dario De Gaetano – La Fescina (Quarto)

Vincenzo Vaccaro – Ristorante Cucina 82 (Gragnano)

Luigi e Consiglia Russo  – Ristorante La Lanterna (Somma Vesuviana)

Iovine Fioravante -Ristorante Garum (Pompei)

Antonio Mauro –  Massè  Pizza e Fritti (Torre Annunziata)

Luigi Di Martino  – Villa Magia (Positano)

Pizzaioli

Aniello Falanga – pizzeria Haccademia (Terzigno)

Massimo Gargiulo – pizzeria Pizza e Buoi (Santa Maria La Carità)

Claudio De Siena – Pizzeria Magma delle Piscine Sakura (Torre del Greco)

Isabella De Cham – Pizza Frittà  (Napoli)

Pasticceri

Carlo Cuofano – pasticceria Svizzera (Salerno)

Graziano Notarnicola – Madamoiselle Charlotte (Cava Dei Tirreni)

Gennaro Peluso – pasticceria La Goccia (Pompei)

Raffaele Caldarelli – pasticceria Caldarelli  (Nola)

Francesco Palladino – Pasticceria Palladino (C.Mare Di Stabia)

Salvatore Tortora – Pasticceria Tortora

Antonella D’Amora  – La fata delle Torte (C.Mare di Stabia)

Teresa Ruocco – cake design

Carmine D’Amora – Pasticceria Di Nocera (C.Mare di Stabia)

Maestri Panificatori

Carmelo Esposito – panificio Esposito (Pompei)

Filippo Cascone – panificio Cascone (Lettere)

Gianluigi Caccioppoli – panificio Il Buongustaio (Sant’Antonio Abate)

Massimiliano Malafronte – Panificio Malafronte (Gragnano)

Domenico Fioretti – Panificio Fioretti (Carinaro – Caserta)

Luigi D’Auria –  L’università del pane (S.Antonio Abate)

Latterie

Caseificio Aurora

Latterie Gargiulo

Frantoi

Frantoio De Ruosi

Bartender

Francesco Varnelli – Varnelli Pizza Bistrot e Restaurant (Pompei)

Giacomo Prisco – pizzeria f.lli Prisco (Boscotrecase)

Pastifici

Pastificio dei Campi, Pastificio Liguori, Pastificio Arte e Pasta, Pastificio D’Aniello

Produttori

Agrolegumi

Vini

Tenuta delle Ginestre , Poggio delle Baccanti , Cantine Poggio Ridente, Cantine Casa  Rocca, Cantine Barone, Cantine I due principati ,Cantine I Lauranti, Cantine Abbzia, Capri Moonlight, Fattoria Pagano, Cantina Orneta, Cantina Fiore Romano

Birrifici

I Monaci Vesuviani

Birrificio Valsugana

Distillati

Terre pompeiane

Amaro del Rosso

Enoteca

Masseria delle grazie

Grappolo Blu

Caffe Caruso

Sigaro Toscano

Partnership

Alleanza cuochi Slow Food

Slow Food Condotta Vesuvio, Slow Food Condotta Monti Lattari

Sponsor

Agrolegumi  Goeldline Collection

Atelier MerSì di Maria Longobardi

LINK EVENTO FACEBOOK https://bit.ly/2PUQa4A

LINK ALLA LISTA https://bit.ly/2OIdTAc

INFO, PRENOTAZIONI & CONTATTI
D.ssa ALFONSINA LONGOBARDI
Direttore, Coordinamento e sviluppo iniziative “Cenando sotto un cielo diverso”
VIA STABIA, 697 – 80057 S.ANTONIO ABATE (NA)
TEL: 3333455623
email: alfonsinalongobardi@yahoo.it

L’organizzatore Carmine Donzetti: “Continuerò a sostenere la lotta alla distrofia muscolare”

Lonardo e Rasconi: “Contenti che il progetto abbia prodotto risultati concreti”

“Sono molto contento che si sia riusciti a portare a termine questa iniziativa che ha visto impegnati imprenditori e cittadini di Arzano per il sostegno ad una Associazione, la Uildm ‘Giovanni Nigro’ che poi riporterà sul territorio, in termini di servizi, ciò che le è stato donato. L’abbattimento di una barriera non è una imposizione, ma è  un gesto che consente a tutti di vivere meglio il luogo in cui si vive”.

Così il presidente nazionale dell’Unione italiana per la lotta alla distrofia muscolare, Marco Rasconi, ha commentato la conclusione del progetto Pizza senza barriere che ieri, nel corso della serata organizzata da Carmine Donzetti da Frijenno Magnanno ad Arzano, ha visto la consegna di un minibus attrezzato per il trasporto di disabili.

“Si tratta – ha detto Carmine Donzetti – di un progetto che abbiamo iniziato lo scorso anno con la donazione di un primo pulmino. Poi abbiamo proseguito con la raccolta di ulteriori fondi che serviranno a contribuire all’utilizzo di questi veicoli. Non ci fermiamo qui.  In carta abbiamo inserito già una pizza i cui utili si aggiungeranno ai fondi per la Uildm”.

Pizza senza barriereLa Donzetti estate, questo il nome della pizza, rappresenta una novità dal punto di vista gastronomico. E’ realizzata con vellutata di melanzane, provola di Agerola e granella di nocciole. “Abbiamo puntato a renderla estiva ed appetibile in modo da avere più richieste possibile da parte dei nostri clienti”.

Nel corso della serata, che è stata condotta dalla giornalista Brunella Cimadomo, si è svolta alla presenza di numerose autorità cittadine, dell’area metropolitana, regionali e nazionali, ha voluto anche stimolare azioni benefiche in generale verso le fasce fragili della popolazione. Diversi momenti emozionanti si sono susseguiti. L’abbraccio degli aderenti alla Uildm di Arzano è scattato anche per i dipendenti di Frijenno Magnanno che hanno voluto donare alla causa le loro mance settimanali.

Salvatore Leonardo, presidente della Uildm di Arzano, ha voluto evidenziare come da una situazione critica si possano invece ottenere grandi risultati: “I miei maestri mi hanno insegnato a pensare in grande per ottenere il piccolo. Invece, in questo caso, devo dire che l’effetto ottenuto è andato oltre le aspettative. Ringraziamo – ha aggiunto – tutti gli imprenditori che hanno sostenuto l’acquisto del minibus e che sono vicini alle nostre attività. Tutto è nato – ha raccontato – da una casualità: sono andato a cena da Frijenno Magnanno qualche anno fa e ho fatto notare che mancava il bagno per i disabili. carmine, in dieci giorni lo ha fatto realizzare, poi mi è venuto a trovare e, da allora, ci affianca costantemente in tutto, ma nella quotidianità, in silenzio. E’ tutta la famiglia che ci viene a trovare in sede e i ragazzi qui da lui si sentono a casa. E’ come se Frijenno Magnanno fosse diventata la succursale della Uildm Arzano“.

Tommaso Pellegrino, presidente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, non ha fatto mancare il suo sostegno notando che “lè bello che dal sud viene un segnale forte, concreto, vero, autorevole di solidarietà. con la consegna di un pulmino mettiamo in condizione i nostri ragazzi di vivere una vita un po’ più accessibile”. Il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli, ha voluto sollecitare un impegno da parte di tutti,  a favorire le attività quotidiane dei disabili anche con piccoli gesti, a cominciare dal rendere fruibili i varchi di accesso ai locali evitando la sosta selvaggia.

Flavia Sorrentino, delegata del Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris all’Autonomia della Città Metropolitana ha sottolineato una bella occasione che tiene insieme la tradizione culturale e culinaria del Sud con la generosità del nostro popolo”.

Particolarmente soddisfatti di evidenziale il bello e il buono che vengono dalla città di Arzano, Osvaldo Barba, vicesindaco del Comune e Anna Errichiello,  assessore alle Politiche Sociali Comune di Arzano. Presenti anche il consigliere regionale Franco Moxedano,  Francesco Lettieri, della fondazione Telethon Sud Italia, Attilio Albachiara, presidente Associazione Mani d’Oro Gerardo e Vincenzo Nigro, figli del fondatore della Uildm di Arzano, Ciro Salzano, direttore Aias Lello Marangio, scrittore e il comico Lino Barbieri che ha simbolicamente consegnato alla Uildm le chiavi del minibus.

 

[Fonte Bc Communication Services ]

Gli imprenditori donano alla Uildm minibus per trasporto disabili

Mercoledì 25 ore 20 da Frijenno Magnanno cena di gala di beneficenza

Showman, istituzioni e associazioni all’evento organizzato da Carmine Donzetti

Un minibus attrezzato per il trasporto disabili, completo di nove postazioni, sarà consegnato mercoledì 25 alle ore 20 alla Uildm, alla presenza del presidente nazionale, Marco Rasconi, nel corso di una serata di beneficenza organizzata da Carmine Donzetti, pizzaiolo di Frjenno Magnanno che da sempre è vicino a Telethon e all’Unione Italiana per la lotta alla distrofia muscolare.

L’azione si inquadra nel più ampio progetto “Pizza senza barriere” che vede impegnato proprio Carmine Donzetti: il pulmino è il secondo che viene donato alla Uildm “Giovanni Nigro” di Arzano. Il primo, per il trasporto di sei persone, era stato offerto dallo stesso pizzaiolo il 28 maggio dello scorso anno.

Ma l’attività di beneficenza non termina con l’acquisto dei due mezzi: l’intero ricavato della serata di gala (25 euro a persona) sarà infatti donato alla Uildm di Napoli-Arzano per il sostegno alle attività ricreative dei ragazzi.

E’ stata inoltre attivata una raccolta fondi attraverso la vendita di un particolare tipo di pizza, “la Donzetti”, i cui proventi serviranno a coprire parte delle spese necessarie al funzionamento dei veicoli. Dal primo agosto, in carta, sarà possibile trovare anche la versione realizzata per i mesi più caldi, denominata “la Donzetti estate”, i cui ingredienti saranno svelati nel corso della serata di gala.

Numerose le presenze istituzionali che già hanno garantito la propria adesione a sostegno dell’iniziativa.

Frijenno MagnannoInterverranno alla serata organizzata da Carmine Donzetti di Frijenno Magnanno e da Salvatore Leonardo, presidente della Uildm di Arzano:

Marco Rasconi, presidente nazionale Uildm

Tommaso Pellegrino, presidente Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni

Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale

Francesco Moxedano, consigliere regionale

Flavia Sorrentino, delegata del Sindaco di Napoli, Luigi De Magistris all’Autonomia della Città Metropolitana

Elpidio Capasso, consigliere Comune di Napoli

Osvaldo Barba, vicesindaco Comune Arzano

Anna Errichiello, assessore alle Politiche Sociali Comune di Arzano

Francesco Lettieri, fondazione Telethon Sud Italia

Attilio Albachiara, presidente Associazione Mani d’Oro

Gerardo e Vincenzo Nigro, figli del fondatore della Uildm di Arzano

Ciro Salzano, direttore Aias

Lello Marangio, scrittore

La serata sarà introdotta dalla giornalista Brunella Cimadomo e allietata dal noto comico  Lino Barbieri.

Il ticket per la cena di gala è di 25 euro e il ricavato sarà interamente devoluto alla Uildm.

La serata si svolgerà da Frijenno Magnanno, via Atellana 3 – Arzano, Napoli.

Per prenotazioni: 081.5734136

Grande successo per i 10 anni di Beninsieme, l’evento solidale organizzato dall’associazione DareFuturo Onlus, con  le Associazioni PHP e Col Cuore Disponibile, che si è svolto al Nabilah. L’evento ideato da Roberto Pennisi, Fondatore e Presidente di DareFuturo Onlus ha visto la partecipazione fino a notte inoltrata di un pubblico partecipe e divertito, che ha ballato fino a notte fonda.

Il ricavato quest’anno è destinato a due progetti; il primo è quello del  “trasporto a scuola in piroga nella laguna di Ganviè (Benin)” con la donazione di 14 piroghe, di cui 4 a motore, che permetteranno a 1500 studenti di guadagnare ogni giorno almeno due ore di tempo per recarsi a scuola grazie a questo servizio di navette. Il secondo prevede una vacanza studio in Inghilterra per due studenti meritevoli del Rione Sanità di Napoli.

L’evento è stato  condotto da Serena Albano e Simonetta de Chiara Ruffo. Il Premio DareFuturo 2018 è stato attribuito quest’anno ad Andrea Ballabio, il Premio alla Carriera a Claudio Danisi, che è stato il primo fotografo ufficiale di Beninsieme e il Premio all’Amicizia a Serena Albano, prima presentatrice storica dell’evento. Come sempre, è stato realizzato dall’artista Claudia Piscitelli; Madrina della serata è stata Fabiana Sera e i momenti piu’ significativi della serata sono stati  immortalati da Claudio Danisi, Pippo by Capri e  Giancarlo de Luca, quest’anno anche con la partecipazione di Andrea Carlino.

BeninsiemeTanti gli amici che hanno voluto aderire all’iniziativa: si è ballato con lo Show di live-music di Raoul & swing orchestra, e il  DJ set a cura di Aldo & Antonello e Massimo Caserta. Il buffet, ricchissimo con le pizze di Ciro Oliva – Concettina ai tre Santi –  pasta alla Genovese con la cipolla ramata di Montoro di Nicola Barbato, bocconcini di mozzarella di Torre Lupara di Mimmo al Casolare e del caseificio Michelangelo di Piano di Sorrento, i fiocchi di neve di Poppella, i gelati di Mennella, il caffè Kamo di Marizia Rubino, la birra artigianale Kbirr, vino a volontà offerto da Vestini Campagnano, Cantina degli Astroni, Tenuta Cavalier Pepe, Carmine Antropoli, Cominium, Porto di Mola, Fonzone Paternopoli, Piscina Mirabile e  tanta acqua Ferrarelle. Inoltre, 10 sommelier dell’AIS (Associazione Italiana Sommelier) hanno deliziato gli ospiti offrendo e “spiegando” loro le virtù dei vini offerti e per tutti i graziosi gadgets Virgin Active.

 

Grazie alla generosità dei napoletani, in 10 anni sono stati realizzati questi progetti all’Ospedale La Croix dei Padri Camilliani di Zinviè in Benin e a Napoli:

1.Costruzione di un  nuovo padiglione  delle Urgenze con 24 posti letto;

2.Ristrutturazione della foresteria dell’Ospedale;

3.Compartecipazione alla ristrutturazione del reparto di Radiologia, del laboratorio e del reparto operatorio che è stato potenziato e portato da 1 a 3 sale;

4.Circa 600 interventi  chirurgici, la metà dei quali di  chirurgia tiroidea avanzata;

5.E’ stato realizzato il progetto Salvatore Parente – sostegno allo studio di specializzazione in Oncologia del Religioso Camilliano Ghislain Missiho;

Con le  Suore Figlie di San Camillo sempre a Zinviè sono stati realizzati questi ulteriori progetti:

1.Sostegno alla corretta alimentazione di 1450 bambini malnutriti;

2.costruzione in Togo, con inaugurazione  prevista nel 2019,  di un complesso sanitario “in ricordo di Maria e Marina “costituito da dispensario, centro malnutriti gravi, unità neonatale ed alloggio Suore.

Progetti extra Camilliani:

1.Realizzazione di due scuole con l’aiuto del Consolato ed altra onlus;

2.Costruzione di un pozzo;

3.Realizzazione di 14 piroghe per il trasporto scolare dei Giovani alla scuola di So-avà  Ganviè.

Progetti realizzati a Napoli :

1.Laboratorio di cucito presso la parrocchia di Torregaveta;

2.realizzazione dell’aula telematica presso la  parrocchia Sant’ Arcangelo  al Rione Salicelle ad Afragola;

3.Realizzazione oratorio e campi estivi presso la  parrocchia Sacro Cuore  ad Arzano;

4.Realizzazione Biblio-mediateca presso  la Casa dei Cristallini rione Sanità;

5.Vacanze studio di Inglese per due studenti meritevoli rione Sanità.

 BeninsiemeQuesto il commento commosso di Roberto Pennisi, Presidente di DareFuturo Onlus: “Siamo arrivati alla decima edizione di Beninsieme che coincide con il decimo anno della creazione della onlus, prima Mosi Cicala, dal 2015 DareFuturo. Sanità ed istruzione sono alla base dei nostri progetti , sono la base per Dare Futuro in ogni realtà del pianeta, ancor di più in quelle in difficoltà.  E così dal 2017 in Benin sosteniamo un Prete Camilliano Medico nello studio della Specializzazione in Oncologia Medica e termineremo entro il 2019 in Togo un Centro Medico comprendente dispensario, centro malnutriti e unità neonatale. Sul versante istruzione, il 31 luglio, durante la diciassettesima Missione all’ Hôpital La Croix, inaugureremo il progetto di Trasporto Scolare per gli Alunni della Comunità di So-Avà Ganviè con la donazione di 14 piroghe, di cui 4 a motore, che permetteranno a 1500 studenti di guadagnare ogni giorno almeno due ore di studio grazie a questo servizio di navette. A Napoli, al rione Sanità  grazie all’importante sinergia  con Ciro Oliva, sta per aprirsi una biblio-mediateca presso la onlus Casa dei Cristallini. Infine, il 14 luglio partiranno da questa Associazione due studenti napoletani meritevoli per un soggiorno di studio della lingua Inglese in Inghilterra.

Gli fa eco il Console del Benin a Napoli, Giuseppe Gambardella: “Anche quest’anno il Consolato del Bénin ha confermato la sua presenza per un’iniziativa dall’alto valore morale, oltre che solidale. In qualità di Console sono orgoglioso per i frutti ambiziosi che DareFuturo Onlus porta a compimento, non solo attraverso le edizioni di Beninsieme, ma anche per le brillanti attività che la realtà associativa offre e garantisce al popolo che ho l’onore e l’onere di rappresentare a Napoli. Di questo infatti vorrei ringraziare il Presidente Roberto Pennisi: non soltanto è un grande medico elargitore della sua scienza attraverso la sua autorevole passione di benefattore, ma soprattutto per il fatto di essere medico volontario in zone in cui la sanità si presenta precaria, creando di conseguenza uno spaccato di estremo disagio e di marginalizzazione di una società dilaniata da carenze ed esigenze di bisogni primari. Lavorando sinergicamente in partnership con le Associazioni, organizzazioni private e cittadini, il Consolato del Bénin a Napoli si impegna a dar man forte al popolo beninese, nell’ attuare un miglioramento della qualità della vita, attraverso gli svariati progetti umanitari”.

Queste le parole di Andrea Ballabio: “E’ per me un grande onore ricevere il Premio DareFuturo 2018. Questo premio rappresenta un importante riconoscimento degli sforzi di tanti ricercatori che, con il loro lavoro presso I’Istituto Telethon di Genetica e Medicina (TIGEM), cercano di “dare un futuro” ai tanti pazienti affetti da malattie genetiche”. Un commosso Claudio Danisi, destinatario del premio alla carriera, così riassume la sua esperienza: “In Benin, luogo meraviglioso in cui ho scattato in 5 anni migliaia e migliaia di fotografie, ho toccato la felicità per aver colto e vissuto quegli attimi per cui vale la pena di vivere.”

I Partners della serata, generosi sostenitori di Beninsieme 2018 sono: Ferrarelle, Capri s.r.l, Kiton e  Autofelice, Widiba, Concettina ai tre Santi, Gb agricola Casa Barbato, Liquori La Sorgente, Gelateria Mennella, Sawadì viaggi – Caserta, Bose Exclusive Experience Store, Caffè Kamo, Pasticceria Poppella, Ricchi stamperia digitale, Bioruma Surgery, Birra artigianale Kbirr, AIS Associazione Italiana Sommerlier,  Antropoli agricola, Tenuta Cavalier Pepe, Azienda vinicola Vestini Campagnano, Cantina degli Astroni, Azienda vitivinicola Cominium, Azienda agricola Piscina Mirabile, Azienda vitivinicola Porto di Mola, Vini Fonzone Paternopoli, Carputo Vini, Agricola casearia Lupara,Il Casolare Alvignano, Caseificio Michelangelo Piano di Sorrento,  Foto Claudio Danisi,  Pippo by Capri, Giancarlo De Luca, Circolo nautico Posillipo, Nabilah Beach Club di Luca ed Antonello Iannuzzi, Virgin Active.

“Cenando sotto un Cielo diverso” si è svolto il 24 giugno presso il Parco Archeologico del Castello di Lettere

Più di 90 professionisti del gusto all’opera per l’edizione estiva di “Cenando sotto un Cielo diverso”, un evento che ha coinvolto in qualità di protagonisti ai fornelli cuochi, pasticceri, pizzaioli, produttori del territorio campano e non, e in qualità di pubblico migliaia di persone che vi partecipano per far del bene e mangiare bene.

Chef stellato testimonial dell’ottava edizione della kermesse – che si è svolta presso il Parco Archeologico del Castello di Lettere il 24 giugno sera (dalle ore 20 in poi) – è stato Michele De Leo. Altra special guest della serata l’attore, regista, autore e sceneggiatore napoletano Francesco Albanese.

Cenando sotto un Cielo diverso

 

Il progetto a monte dell’iniziativa è stato ideato da Alfonsina Longobardi – psicologa, sommelier ed esperta di food & beverage – che ha voluto coniugare il suo impegno nel sociale alla sue competenze nel mondo del food.

La macchina organizzativa è stata avviata dall’Associazione “Tra cielo e mare” da lei fondata nel marzo 2013: tale ente opera a sostegno delle persone con disagi psichici e di altra natura; altra finalità del sodalizio è quella di avvicinare le persone cosiddette “normali” a persone che purtroppo vivono situazioni di disagio, abbattendo la barriera della “paura” che è causa dell’incomunicabilità; l’ultimo obiettivo della manifestazione consiste nella valorizzazione del territorio campano, sia delle sue bellezze che del suo potenziale umano (perciò si è tenuto in luoghi di interesse storico – culturale come il Parco Archeologico del Castello di Lettere, e perciò ha coinvolto chef e produttori, in primis campani).

L’evento  dal 2014 – anno in cui si è svolta la prima edizione – ad oggi ha registrato un consenso sempre maggiore: è divenuto uno degli appuntamenti legati al mondo dell’enogastronomia più grandi del centro – sud Italia.  La mission specifica della prossima edizione consiste nel raccogliere fondi per l’acquisto di un ecografo da donare all’ospedale pediatrico Santobono Pausillipon di Napoli, macchinario che sarà collocato nel reparto di nefrologia del nosocomio guidato dal Prof. Carmine Pecoraro. Oltre a vantare la collaborazione con il Comune di Lettere, la prossima edizione di “Cenando sotto un Cielo Diverso” si fregia anche del supporto  dell’ente “Parco Archeologico del Castello di Lettere”.

La pizzeria Trianon – Da Ciro

partner del Gran Galà di Beneficenza per l’AVEP a Villa Signorini

Trianon

 

Anche quest’anno la  Pizzeria Trianon da Ciro sarà tra i protagonisti del Gran Galà di Beneficenza organizzato dal Lions Club Portici Miglio d’Oro a Villa Signorini ad Ercolano il 22 giugno; l’obiettivo è raccogliere fondi in favore dell’ Associazione Volontari Ematologia Pascale (AVEP).

TrianonI titolari del Trianon, da sempre sensibili alle cause benefiche, parteciperanno alla serata offrendo le gustose pizze della storica pizzeria che da quasi cento anni porta in alto la fama della verace pizza napoletana non solo in Italia ma anche nel mondo:

Siamo orgogliosi di essere nuovamente partners di questo evento benefico – affermano Angelo Greco e Giuseppe Furfaro, amministratori del Trianon – perché quando si tratta di contribuire a una buona causa siamo sempre in prima linea. Ci auguriamo, anzi, che per iniziative come questa si faccia sempre più “rete” prodigandoci tutti insieme per una iniziativa lodevole in una serata di festa”

#InsiemeperilTerritorio : Eccellenze dell’Eno-Gastronomia, dello Spettacolo e dell’Arte sartoriale per il recupero dei ragazzi a rischio di Napoli e contro la violenza di genere ed il femminicidio

“Insieme per il Territorio”: ‪mercoledì 7 marzo‬, nella sede dell’ I.P.S.S.E.O.A.  Antonio Esposito Ferraioli, in ‪via Gorizia 2, Napoli‬, (uscita tangenziale corso Malta) dalle ore 19, grande evento enogastronomico di Eccellenza con musica, spettacoli di cabaret, sfilata interattiva di alta moda, esposizioni d’arte, che va a sostenere l’impegno della Fondazione Onlus “‘A voce d’ ‘e criature” del prete anticamorra Don Luigi Merola per il recupero dei ragazzi a rischio attraverso l’inserimento allo Sport.
La manifestazione è organizzata  dall’architetto Assunta Polcaro e dalla giornalista specializzata in Food Teresa Lucianelli – impegnate attivamente nel sociale attraverso iniziative solidali di spessore – con il significativo contributo della dirigente scolastica prof. Rita Pagano e di tutto il Corpo Docenti dell’Istituto, e rientra nella nota rassegna enogastronomica e culturale “Salute, Alimentazione e Bellezza: tutto quello che molti non sanno” firmata dalla stessa Teresa Lucianelli.
Nell’occasione, verrà presentata alla presenza delle Autorità, la 4’ edizione della maratona nazionale “Corri per l’Ambiente, Memorial Antonio Massa”, A.S.C. ‪2018, che si‬ svolgerà con partenza dallo stadio Albricci di Napoli l’ ‪11 marzo mattina‬: in gara 1000 atleti che si sfideranno su un percorso di 10 km su 4 municipalità, padrino Patrizio Oliva.
Alla serata del ‪7 marzo‬, partecipano 70 location d’Eccellenza: ristoranti, pizzerie, pasticcerie – tra esse, attività pluristellate, stellate, maison de charme, centenarie e ultracentenarie – tutte note e contraddistinte da un alto target qualitativo; le Associazioni leader dei pizzaioli: Verace Pizza Napoletana, Centenarie, APN, Mani d’Oro, Pizza a Vico; un pool di importanti aziende produttrici.
Ad impreziosire la location, le spettacolari e pluripremiate luminarie d’Autore della ditta Lucifesta srl di Antonio Criscuolo – ideatore tra l’altro delle Luci d’Artista di Salerno ed esportatore mondiale – suggestiva cornice al mega spettacolo no stop che vedrà alternarsi sul palco i tanti artisti solidali, incominciando dalla madrina, ‪Raffaella Fico‬, la cantante e attrice Anna Capasso, le attrici Valeria Vaiano e Anna Troise, il maestro della Regia RAI Pino Sondelli, Paolo Caiazzo, Gianni Simioli, il tenore Giuseppe Gambi, la soprano Maria Movchan; Carolyne Smith Academy: con i campioni di danza Roberto Montariello e Shana Monaco; in Musical Story, spettacolo di e con Gabriella Cerino, Lorena Bartoli e Francesco Luongo; Umbertone, la Mascotte del Napoli Calcio; la drag queen Nanà Vajassa; i ballerini della Latin Steps Academy; i cantanti Martina Bruno, Alessandria Palmieri, Rosaria Scaglione, Giuseppe De Fazio, Mister Proseccone Michael Esposito; Gennaro ‘o mast’ d’ ‘a pizza; Stat’v Band, e tanti altri ancora.
Performance di alta moda sposa con le creazioni esclusive firmate da Angela Solla ed il contributo di Anna Palladino: “Il sogno violato” contro la violenza sulle donne.
Disco fino a notte col dj professionista Ventura Saviano.
Allo scoccare della mezzanotte, con l’ingresso nell’ ‪8 marzo‬, Festa della Donna, brindisi contro il femminicidio e la violenza di genere, a cui è dedicata la 4’ edizione della maratona nazionale.

I protagonisti di “Insieme per il Territorio”.

Eccellenze ai fornelli:
Don Alfonso 1890 – S. Agata sui due Golfi – chef Ernesto Iaccarino, executive chef Vincenzo Castaldo, maestro pasticciere Tommaso Foglia, Martina Brachetti, Carmine Natale;
Villa Fiorentino e Villa dei Fisici – Positano – chef Paola Fiorentino, Giuseppa Di Castiglia;
Piazzetta Milù – Castellammare di Stabia – chef Luigi Salomone;
Il Buco – Sorrento – chef Peppe Aversa;
Il Comandante, Hotel Romeo – Napoli – chef Salvatore Bianco;
Villa Chiara Orto e Cucina – Vico Equense – chef Fabiana Scarica;
Taverna Vesuviana – S. Gennaro Vesuviano – chef Alfonso Crisci;
Zì Teresa – Napoli – chef Carmela Abbate
Lo Stuzzichino – S. Agata sui due Golfi – chef Mimmo De Gregorio, Gennaro Durante, Emanuela Giannicola;
Osteria la Lanterna – Mugnano del Cardinale – chef Stefano Parrella;
Emozionando – Salerno -chef Nando Melileo;
1000 Gourmet/Daniele Gourmet – Napoli e Avellino – chef Giuseppe Maglione;
Ieri Oggi e Domani – Napoli – chef Giuseppe De Domenico, maestro pizzaiolo Marco Bustelli;
Umberto – Napoli – dir Massimo Di Porzio
Villa Palmentiello – Sant’Antonio Abate, chef Maria Cannavacciuolo;
Cerase’ – Vico Equense – chef Michele Cuomo;
Ristorante Mangiafoglia – Napoli – chef Francesco Piscopo;
Trattoria San Francisco – Tramonti (SA) – chef cucina Pamela Viggiano, maestro pizzaiolo Francesco Maiorano;
Villa Zaira – Gragnano – chef Maurizio Di Ruocco con Macelleria Maggiore – Gragnano – Gino Donnarumma
Trattoria e Pizzeria da Alfredo a Poggioreale – Napoli – chef Vincenzo Visone;
Il Silenzio Cantatore – Piano di Sorrento – chef Nunzio Illuminato;
Amor Mio – Brusciano (Na) – chef Vincenzo Toppi;
Pasta fresca e Gastronomia Pasta e…. – Sant’Agata sui Due Golfi – chef Mario Pollio;
Ristorante La Terra – Positano – chef Paolo Iovieno;
Il Cellaio di don Gennaro – Vico Equense – chef Franca di Mauro e Luciano Galano;
La Campagnola – Napoli – chef Italo Iorio, maestro pizzaiolo Salvatore Grossi;
Alla vera Napoli – chef  Giovanni Natale;
Aglio olio e peperoncino – Napoli – chef Carla e Danilo Pede;
personal chef: Umberto Ventriglia, Marco Di Martino; Nidal El Bouamri; La Cucina di Nanà Vajassa;

Sua Maestà la Pizza e i suoi migliori interpreti:
Gino Sorbillo – Napoli – maestro pizzaiolo Gino Sorbillo;
Associazione Verace Pizza Napoletana, Antonio Pace;
Associazione Le Centenarie, Antonio Starita;
Associazione Pizzaioli Napoletani, Sergio Miccù;
Associazione Mani d’oro, Attilio Albachiara
Associazione Pizza a Vico, Michele Cuomo;
Mattozzi Piazza Carità, maestro pizzaiolo Paolo Surace;
Oro bianco – Napoli  maestro pizzaiolo Antonio Maraucci, maestro pasticciere Salvatore Martino
Pizzeria 110 e lode – Napoli – maestro pizzaiolo Salvatore Staiano;
Pizzeria Un posto al sole – Napoli – chef Pasquale Colonna;
Casa De Rinaldi – Napoli – maestro Pizzaiolo Salvatore Rinaldi; chef Cristiano Rinaldi;
Pizzeria e friggitoria Carmine Iorio – Napoli – maestri pizzaioli Carmela Iorio e Rosario Giustiniani;
Da Pasqualino – Napoli – maestra pizzaiolo Lella Gallifuoco;
Pizzeria Starita a Materdei, maestro pizzaiolo Antonio Starita;
Antica Pizzeria Port’Alba – Napoli – maestro pizzaiolo Gennaro Luciano;
Gorizia 1916 – Napoli – maestro pizzaiolo Salvatore Antonio Grasso
Michele – Napoli – Alessandro e Daniela Condurro
Pizzeria Lombardi – Napoli;
Ciro a Santa Brigida – Napoli;
Antica Pizzeria Ciro Gaeta – Napoli;
Capasso Porta San Gennaro – Napoli;
Olio e Pomodoro – Napoli – maestro pizzaiolo Salvatore Marco Grasso;
Il Principe – Somma Vesuviana – chef pizzaiolo Fabio Russo;

Pizzeria Telos – Cimitile (NA) – maestro pizzaiolo Paolo Russo.

Talenti ai Forni, le Dolci preziosità:
Pasticceria Pasquale Marigliano – Nola – maestro pasticciere Pasquale Marigliano;
Pasticceria Sirica – San Giorgio a Cremano – maestro pasticciere Sabatino Sirica;
Pasticceria Gallucci – Nola – maestro pasticciere Gennaro Langellotti;
Mennella Gelati – Napoli – maestro gelatiere Roberto Mennella;
Cuori di sfogliatella – Napoli – Antonio Ferrieri;
Hotel Moon Valley – Seiano – Vico Equense – maestro pasticciere Guido Michele Langellotti;
Il Bacio Gelateria – Napoli – maestro gelatiere Gennaro Martino;
Trattoria Pasqualina 1926 – Napoli – chef Gabriele Cozzuto;
Pasticceria De Vivo – Pompei – maestro pasticciere Vincenzo Faiella;
Pasticceria La Delizia – Torre del Greco – maestri pasticciere Antonio Di Rosa;
Eccellenze Nolane – Nola – maestro pasticciere Giuseppe Fasulo;
Bar Pasticceria È nu Sfizio – Napoli – Rosaria Florio;
I.P.S.S.E.O.A. Antonio Esposito Ferraioli con i maestri e gli allievi di Cucina coordinati dallo chef Angelo Russo;

Case vinicole, Birrifici, Beverage:
Cantine Mediterranee, di Vincenzo Napolitano;
La Vigna di Sarah – Conegliano Valdobbiadene;
Azienda Vitivinicola Cantine I Favati – Cesinali (AV) – Rosanna Petrozziello
Tenuta Cavalier Pepe –  Sant’Angelo all’Esca (AV) – Milena Pepe;
Birrificio Gloria Mundi – Serrungarina (PU) – Fabio Disanto;
Birrificio artigianale Okorei – Marigliano – coop. Okorei
Maurizio Russo Liquori, Gianluca Russo
gfagroup s.r.l.
Ferrarelle;
Biancaffé – Giffoni Valle Piana (SA);
El Bibitaro, Gino Brillante – Napoli
GFa Group – Somma Vesuviana – Giuseppe Ciriello

La manifestazione si avvale delle professionalità di AIS, Associazione Italiana Sommelier Campania e dei docenti ed allievi di Sala dell’ I.P.S.S.E.O.A. Antonio Esposito Ferraioli, coordinati dal prof Antonio Sorrentino, supporto dei proff. Anita Miniello ed Antonietta Paresce; assistenza: Nunzio Palladino.

Sostengono Insieme per il Territorio:
La nuova casearia – Enrico Coppola, Gianni Incoronato;
Molino Caputo – Napoli;
Compagnia della qualità s.a.s. e Latte Nobile – Napoli;
Caseificio Caracciolo – Lauro – Gianluca e Roberto Caracciolo;
Solania pomodori srl – San Valentino Torio (SA);
Valgrì – Coppola Enterprice srl – Gaetano Coppola;
Azienda Agricola Paragano – Perdifumo – di Maria Pia Paragano;
D’Avino Zucchero dal 1927 –
Poggiomarino;
Azienda agricola F.lli Rusciano, Chiaiano – Napoli;
Momenti Gommosi – Napoli;
Lucifesta srl – Pomigliano d’Arco – Antonio Criscuolo;
Goeldlin Collection;
Macos Pubblicità – Casoria – Vincenzo Marotta;
Mr. Risparmio Piazza Poderico – Napoli – Andrea Loreto;
Arredamenti Lupin – Castelvolturno;
Edil Time – Pozzuoli – Gennaro Ferrante
De Martino Parrucchieri – Napoli;
Claudio De Martino Hair stylist Napoli-Toronto;
Ileana Mandile Estetica e Benessere – Casoria – di Ileana Mandile;
Shiatsu Napoli – Domenico Credo, discipline olistiche;
Security Eye – f.lli Battaglia Roberto, Fabrizio e Dario;
Vivaio Massa Rosa;
Aderiscono: Terziario Donna, Associazione La Rosa Bianca, Accademia Discepoli Terzo Millennio, Memory Foundation ed altri Enti, Fondazioni, Circoli, Associazioni, Gruppi impegnati nel sociale a favore dei soggetti deboli.

Insieme per il Territorio vuole anche accendere i riflettori su una zona trascurata della Città, pur contraddistinta da enormi potenzialità, energie, bellezze storiche, artistiche, architettoniche, fermenti, strutture d’eccellenza.
I proventi, come spiegato, andranno in beneficenza.

 

[Fonte]

Teresa Lucianelli
Assunta Polcaro

Cena di Beneficenza “e quindi uscimmo a riveder le stelle”

organizzata dal Rotary Club.

È in programma il prossimo 23 febbraio la seconda edizione di “e quindi uscimmo a riveder le stelle”, la cena di beneficenza organizzata dal Rotary Club Campania – Napoli presso l’elegante Villa Domi del capoluogo campano.

A firmare il menu di questa serata benefica saranno cinque chef stellati e una brillante pastry chef:

  • Paolo Barrale, ristorante Marennà, Sorbo Serpico (AV)
  • Gianluca D’Agostino, ristorante Veritas, Napoli (NA)
  • Vincenzo Guarino, ristorante Il Pievano – Gaiole in Chianti (SI)
  • Antonio Mellino, Ristorante Quattro passi, Nerano (NA)
  • Luigi Salomone, ristorante Piazzetta Milù – Castellammare di Stabia (NA)
  • Pastry chef Carmen Vecchione– Dolciarte, Avellino (AV)

Obiettivo della cena di beneficenza “e quindi uscimmo a riveder le stelle” è finanziare un progetto internazionale e uno locale: il ricavato della serata, infatti, sarà interamente devoluto in favore della Rotary Foundation e dei suoi programmi finalizzati all’accesso all’acqua potabile nei paesi in via di sviluppo e al rafforzamento delle economie locali, e in favore della Fondazione San Gennaro Onlus e dei suoi progetti per i giovani del quartiere Sanità di Napoli.

rotaryclaub

 

Per informazioni e prenotazioni: 392 8385104

Ulteriori informazioni sono disponibili al link:
www.facebook.com/Cena-di-beneficenza-Rotary-Club-Campania-Napoli-943186372395415/

 

L’Unione Pizzerie Storiche Napoletane – “Le Centenarie”

Appuntamento lunedì 18 dicembre 2017 ore 11.00 al Gran Caffè Gambrinus con L’Unione Pizzerie Storiche Napoletane – “Le Centenarie” per presentare il nuovo Calendario 2018 “Napoli ieri e oggi”.
L’iniziativa è mirata ad una raccolta fondi da destinare alla Lilt – Lega italiana per la lotta contro i tumori. Sezione di Napoli interverranno Prof. Adolfo D’Errico Gallipoli, presidente della Lilt Sezione Napoli, i rappresentanti de “Le Centenarie” maestri pizzaioli Antonio Starita (presidente dell’Unione “Le Centenarie” ), Gennaro Luciano, Giorgio Moffa, Salvatore Antonio Grasso, Antonio Pace, Lello e Paolo Surace, Massimo Di Porzio, Alessandro Condurro, Enrico e Carlo Alberto Lombardi, Antonio e Vincenzo Paolo Capasso.

L’Unione Pizzerie Storiche Napoletane – “Le Centenarie”, sempre nel segno di una pizza sinonimo di storia, tradizione ed espressione popolare e nella fierezza della recente consacrazione Unesco, presenta, lunedì 18 dicembre alle ore 11.00, al Gran Caffe Gambrinus, il suo nuovo “Calendario 2018”. Con il titolo “Napoli ieri e oggi”, la pubblicazione ha come finalità benefica la raccolta fondi per la Lilt – Lega italiana per la lotta contro i tumori. Sezione di Napoli. Voluto dallo storico sodalizio “Le Centenarie” che ha sostenuto con entusiasmo l’idea originaria portata avanti dai maestri pizzaioli Gennaro Luciano e Giorgio Moffa, il calendario che gode anche del supporto dei partner “Polselli”, “Gustarosso” ed “Antica Pizzeria Port’Alba 1738”, intende rappresentare il simbolo di una passione e di un’arte non a caso dichiarata Patrimonio dell’Umanità. Alla presentazione felicemente ospitata nello storico locale della Famiglia Sergio, oltre al professore Adolfo D’Errico Gallipoli, presidente della Lilt Sezione Napoli, interverranno i maestri pizzaoli rappresentanti de “Le Centenarie” Antonio Starita (presidente dell’Unione) Gennaro Luciano, Giorgio Moffa, Salvatore Antonio Grasso, Antonio Pace, Lello e Paolo Surace, Massimo Di Porzio, Alessandro Condurro, Enrico e Carlo Alberto Lombardi e Antonio e Vincenzo Paolo Capasso. Ad essere racchiuse nel calendario con le fotografie di Gennaro Giorgio, secoli di storia per dieci pizzaioli “Centenari” che con le loro pizze diventano l’emblema di antiche sapienze e nobili virtù. “In sequenza mensile, dieci maestri del cerchio di farina più famoso del mondo che anche con il colorito almanacco si pongono festosamente al cospetto di una Napoli senza età. Diffondendo nel tempo ciò che lo stesso popolo partenopeo ha creato con i sentimenti dell’anima, la sapienza della mente e la forza delle mani, i dieci paladini di una tradizione secolare, portano avanti il vessillo di una storia che continua, si evolve e si rigenera. Immagini per dodici mesi divise tra i grandi fasti del passato e la realtà del presente di una Partenope immortale, per segnare la strada di chiunque nel nome di una leggenda chiamata “pizza” considera la città di Napoli uno scrigno di magia, di segreti e di generose bontà. Con le fotografie che parlano di storia, di bellezze architettoniche e naturali ed ancora, di pizze intese come l’espressione di una tradizione che si aggiorna e si rinnova, i dieci “Centenari” dell’Unione Pizzerie Storiche Napoletane, si proiettano in uno spazio fatto di sapere e passione con l’antica e saggia consapevolezza che senza passato non ci potrà mai essere futuro”. Per la realizzazione del calendario: concept e testi Giuseppe Giorgio, foto e digital image processing Gennaro Giorgio, progetto grafico Gennaro Apicella.

[fonte]
 Giuseppe Giorgio giornalista professionista

 

“Ognuno di noi è portatore di povertà.

E’ l’incontro con l’altro che ci rende ricchi.

Ecco perché come il Samaritano, dobbiamo fermarci, per donare tutto il bene umanamente possibile”

       Francesco Marino Vescovo di Nola

Giovedì 30 novembre alle ore 20.30, presso il Seminario Vescovile di Nola, in presenza di Sua Eccellenza Francesco Marino si svolgerà la Cena di Gala

“Chef per Amore”….il gusto giusto della solidarietà.

La prestigiosa struttura nolana risalente al 1700 e sorta per la formazione dei presbiteri, ospiterà la Cena di Gala finalizzata a raccogliere fondi per il servizio dormitorio della Caritas Diocesana, che nell’arco dell’anno conta oltre 10.000 ospiti presso i presidi di San Giuseppe Vesuviano e Somma.

La serata di beneficenza prevede anche la mostra fotografica del maestro Antonio Gibotta sull’esperienza del servizio ai senza dimora.

Grazie alla grande sensibilità di Chef di rilievo nazionale, nel sentito legame tra arte culinaria e solidarietà è stato possibile realizzare “Chef per Amore”, in collaborazione con Angela Merolla e lo Chef Antonio Nunziata docente di cucina presso Istituto Professionale Alberghiero “L. de’ Medici” di Ottaviano e delegato Federazione Italiana Cuochi  – Associazione di Torre del Greco, area nolana, vesuviana e strianese.

 

Ben otto professionisti dell’Arte Culinaria:

Chef Stella Michelin Peppe Aversa

Il Buco – Sorrento NA

Chef  Stella Michelin Paolo Gramaglia

President – Pompei NA

Chef  Stella Michelin Giovanni De Vivo

Il Mosaico – Ischia NA

Chef Antonio Tecchia

Il San Cristoforo – Ercolano NA

Chef Fabio Ometo

Villa Trabucco – Torre del Greco NA

Chef Maurizio De Riggi

Markus – San Paolo Bel Sito NA

Chef Giovanni Ripa

Sun’s Royal Park  – Caserta

Gennaro Cariulo

Da Gigione  – Pomigliano d’Arco NA

 

Menu   “Chef per Amore”:

Gennaro Cariulo

Finger food:

Tacos con zuppa forte napoletana/sud americana

Pane, burro e crudo di Marchigiana battuto al coltello

Suino lento (maiale, scarola, Provolone del Monaco e topinambur)

Ceviche di trippa

 

Chef Giovanni Ripa

Finger food:

Mini hamburger alla rapa rossa, scottato di tonno, cipolla appassita all’Aglianico e balsamico, con Provolone del Monaco

Bicchierino in trasparenza con vellutata di peperoni, lecca lecca di gamberi e lardo di Colonnata con panuria agli agrumi

Mozzarella di bufala con polpo erborinato, panuria al nero di seppia e vellutata di zucca

IN ABBINAMENTO:

Cantine Annarumma – Boscoreale NA

“Bomba D’amore” Falanghina brut – vino spumantizzato

 

Chef Paolo Gramaglia

Tataki di tonno, emulsione olio extravergine di oliva e limone, sale nero. Terra di the verde con dadini di mela verde. Giardino zen di patata agrumata con uova di salmone, pesce volante, uova di caviale, fiori e shiso

IN ABBINAMENTO:

Tenuta Le Lune del Vesuvio – Terzigno NA

“Janesta” Lacryma Christi annata 2016

 

Chef Fabio Ometo

Bocconcino tenero di agnello marinato al caffè, salsa di mais fresco, cialdina di carote, sfera di cavolfiore al sesamo e pecorino in gocce

IN ABBINAMENTO:     

Casula Vinaria – Campagna SA

“Melodia” Fiano Colli di Salerno Igp annata 2015

                     

Chef Peppe Aversa  

Pasta mista con ceci e astice

IN ABBINAMENTO:     

Cantine Fontanarosa – Frasso Telesino (BN)

Aglianico Rosato Sannio Doc annata 2015

                     

Chef Giovanni De Vivo                        

Riso Carnaroli alla clorofilla di friarielli, mantecato con salsiccia al finocchietto selvatico e provolone stagionato

IN ABBINAMENTO:

Cantine Romano –Ottaviano NA

Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Doc annata 2016

 

Chef Antonio Tecchia   

Scampi scottati nell’olio di caffè e Trippa stufata con bisque di scampi, rosmarino e salvia. Pomodori verdi, polvere di capperi, schiuma di bufala, crackers al basilico

IN ABBINAMENTO:

Cantine Castaldo Tuccillo – San Gennaro Vesuviano NA Aglianico Terre d’Irpinia Igt annata  2011

 

Chef Maurizio De Riggi

Red delicious: lingotto morbido di mela annurca al genepy speziato con fava Tonka e pepe Muntok, gelée delicious, caviale di mela verde e croccante al cacao

IN ABBINAMENTO:

Cantine Castaldo Tuccillo – San Gennaro Vesuviano NA

Lammiccato filtrato dolce del Vesuvio annata 2017

 

Mastro fornaio Domenico Fioretti – Carinaro CE

Pani: bauletto ai 5 cereali, rosetta con semola, grissini alla curcuma

Partner:

Istituto Professionale Alberghiero “L. de’ Medici”

Ottaviano NA

Federazione Italiana Cuochi  – Associazione di Torre del Greco, area nolana, vesuviana e strianese

AIS -Associazione Italiana Sommelier

Delegazione Comuni Vesuviani

 

TICKET DI PARTECIPAZIONE: euro 60 (vini inclusi)

(L’incasso sarà devoluto interamente alla Caritas Diocesana a favore dei dormitori)

PER INFO E PRENOTAZIONI:

Seminario Vescovile Via della Repubblica n.36 -Nola

Tel. 331 620 06 62         

www.caritasdiocesananola.it

Contatti stampa:

Angela Merolla

meroangela@libero.it

cell. 320 861 98 20

ISCHIA, Una terra dai colori, dai profumi e dai sapori indimenticabili che, in questi giorni, sta vivendo un momento difficile che l’ha scossa ma non Abbattuta.

Da sempre un’isola alla quale noi di Muu Muuzzarella siamo particolarmente legati e infatti da sempre tra i nostri piatti c’è, la famosissima “Zingara” Ischitana”.
In virtù di questo forte legame da stasera 24 Agosto fino al 1 Settembre, in tutti i Muu Store , per ogni “Zingara Ischitana” ordinata, devolveremo l’equivalente ricavato sul Conto Corrente Dedicato **PER L’AIUTO ALLE PERSONE SFOLLATE**
Istituito dai Comuni dell’Isola.
Contiamo su di Voi.