#FACITEBRAV è il nome della pizza hashtaggata di Gennaro Tommasino

La pizza di Gennaro Tommasino “esce fuori dagli schemi napoletani”

GENNARO TOMMASINO, IL PIZZAIOLO
Gennaro Tommasino rappresenta la terza generazione di un’antica famiglia di pizzaioli, attiva nel napoletano sin dal 1946. All’età di 15 anni, Gennaro inizia la sua esperienza nel mondo dell’arte bianca facendo “la gavetta” nel locale di famiglia: prima suo nonno poi suo padre, gli insegnano tutto sugli impasti e sulla pizza napoletana. Nel 2018, Gennaro diventa socio ordinario dell’Associazione Pizzaiuoli Napoletani e associato del Gruppo la Piccola Napoli; quello fu l’anno del primo Guinness World Record raggiunto insieme agli altri piazzaioli del GPN, a Lugano, con 10.170 pizze preparate in 15 ore. Il 2019, è l’anno del secondo record mondiale con 10.893 pizze sfornate in 13 ore, questa volta a Torre Annunziata. Intanto, Gennaro Tommasino consegue, all’Accademia Nazionale Pizza DOC, il titolo di Maestro Istruttore Pizzaiolo. Oggi, Gennaro ha 46 anni ed è il titolare del ristorante pizzeria “Bellini”, dove prepara la pizza napoletana proprio come gli hanno insegnato i suoi predecessori.


LA PIZZA DI GENNARO TOMMASINO
La pizza di Gennaro Tommasino “ha un’anima di grano ma talvolta esce fuori dagli schemi napoletani”. Il lievito di birra essiccato “è più gestibile in termini di shelf-life”. L’impasto indiretto lievita per almeno 12 ore; segue una maturazione di altre 24 ore. L’idratazione varia tra il 60% e il 67%. La farina è di tipo 0 e con germe di grano vivo, che rilasciano un sentore caratteristico durante la masticazione. Il cornicione è “poco più pronunciato di quello della classica pizza a ruota di carro”; l’alveolatura è consistente. Il topping è stagionale. La cottura è a legna. #FACITEBRAV è il nome della pizza hashtaggata. L’impasto base è quello di una focaccia condita solo a crudo, con datterino giallo e rosso, carpaccio di pesce spada affumicato, mozzarella di bufala aversana, pepe rosa, parmigiano grattugiato e olio evo umbro.

RISTORANTE PIZZERIA “BELLINI”
Il ristorante pizzeria di Gennaro Tommasino si trova a Napoli in Via Santa Maria di Costantinopoli, nei pressi di piazza Bellini; da qui deriva il nome del locale. Si tratta di un’attività inaugurata il primo sabato di maggio del 1946; i titolari di allora erano i nonni paterni di Gennaro, che gestivano una tipica trattoria napoletana a carattere familiare dove servivano il noto “cartoccio di linguine ai frutti di mare”. Negli anni, il “Bellini” inizia a proporre una “ristorazione più sofisticata” con tanto di brigata al seguito, sia in cucina che in sala; anche l’ambiente viene rimodernato e in un perfetto stile shabby, che sostituisce quello classico di un arredamento in legno. Le due sale interne ospitano fino a 70 persone; nella verandina esterna trovano posto circa 27 commensali. Al “Bellini”, i turisti mangiano la pizza al forno e al piatto; ma anche fritta e “a portafoglio” magari all’impiedi.

GENNARO TOMMASINO
320 0320016
gennibellini2016@gmail.com

TITOLARE E PIZZAIOLO RISTORANTE PIZZERIA “BELLINI”
VIA SANTA MARIA DI COSTANTINOPOLI, 79/80 80138 – NAPOLI (CAMPANIA)
Facebook: Gennaro Tommasino
Instagram: gennarotomm

The following two tabs change content below.

Felicia Mercogliano

Quando scrivo sono consapevole del gesto che sto per compiere ma non delle parole che userò. La mente si apre, i pensieri volano via, le parole arrivano a destinazione in un modo così naturale, il che mi sorprende ogni volta. Amo scrivere su carta, usare la penna, una matita, i colori. Sulla mia scrivania c’è sempre almeno un libro, la sua presenza mi sprona a fare di più e ogni volta meglio. Il contatto materiale per me è liberatorio, questo mi emoziona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.