Il 26 gennaio 2016 a Gourmeet, in Via Alabardieri,  pizza – evento “Pizza Grand Clu”, un tentativo di gemellaggio tra due città molto note nell’ambito della cucina internazionale, due luoghi apparentemente lontani ma estremamente compatibili : Napoli con la sua specialità, la pizza, e Parigi con le bollicine più famose del mondo, il suo champagne.

Protagonista Gennaro Nasti, vicecampione del mondo dei pizzaioli nel 2012, diventato poi l’ambasciatore della grande rivoluzione che sta interessando il mondo della pizza napoletana.

Nato a Secondigliano, con alle spalle lunghissimi soggiorni in Usa e altrove, oggi è lo chef di una rinomata pizzeria parigina, a due passi dal Louvre.

Famoso per realizzare pizze secondo la tradizione più autentica napoletana, con pasta morbida e particolarmente digeribile, con alla base lunghissime lievitazioni naturali ed eccellenti materie prime, Nasti dimostra, inoltre, grande padronanza nell’uso di miscele di farina DI TIPO 1 E 2 MACINATE A PIETRA .

Lo chef – pizzaiolo ha proposto:

Montanarina fritta con ricotta, caviale e corbarino semidry
Bianca con S. Marzano alla brace, bufala e foie gras
Pizza di grano arso con piennolo giallo, stracciatella e pancetta di nero casertano
Pizza di canapa, tartare di bufala e corbarino
Pizzetta al caffè grattugiato, stracciatella dolce e confettura di pomodoro

Il tutto sapientemente abbinato a Champagne Taittinger nelle sue declinazioni di Brut Prestige, Brut Prestige Rosè e
Comte de Champagne Blanc de Blanc.

 

The following two tabs change content below.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.