Articoli

“CEN…iamm in Piazza”, la cena spettacolo organizzata da O’Presidente a Gragnano

PREPARATEVI A SCATENARVI CON GLI ALLERIJA!

PER L’OCCASIONE VERRÀ PRESENTATO IL “GRAGNANO SPRITZ”, L’APERITIVO CON IL ROSSO FRIZZANTE

gragnano

Il Ristorante O’Presidente vi aspetta venerdì 6 settembre, ore 20.30, per una straordinaria cena spettacolo che si svolgerànella storica Piazza Guglielmo Marconi a Gragnano, per la serata,questa insolita location, si arricchirà di tavoli dove gli ospiti degusteranno i succulenti piatti stagionali della tradizione preparati dal Resident chef Michele Palomba.

Risorsa di cultura ed identità, in questa preziosa occasione di promozione del cibo e del terroir, saranno presenti gli immancabili prodotti della gastronomia territoriale, quali: il pacchero IGP del pastificio Faella ed i formaggi del caseificio De Rosa che arricchiranno un menu interamente studiato per far apprezzare al meglio il vino di Gragnano delle Cantine Mariano Sabatino.

Ad accompagnare, durante la cena, gli Allerija con il loro, ormai noto, live show che spazia dalla musica folk partenopea, arrangiata in stile gipsy jazz, passando attraverso gli evergreen italiani e stranieri.

Gli ospiti saranno accolti con un simpaticissimo “Welcome drink”, una proposta dinamica e stuzzicante studiata dai nostri barman ed al suo primo esordio: il Gragnano Spritz che, accompagnato da assaggi di “Panuozzo” con provola di Agerola, ventresca paesana e verdure di stagione, precederà la cena spettacolo.

Menù della serata

Primo:

Pacchero di Gragnano IGP “Faella” con ragù di cinghiale dei Monti Lattari, sfumato con Gragnano Doc.

Secondo:

Maialino nero a lenta cottura in forno a legna, con contorno di patata viola, funghi porcini freschi ed erbe aromatiche dello chef.

Predessert:

Provolone dei Monti Lattari con confettura di cipolla di Tropea.

Dessert:

Tiramisù

Acqua ed una bottiglia di Gragnano Doc a coppia.

Costo € 30,00 a persona.

Per info e prenotazioni: 3666888407 / 0818013921

O’Presidente

Il locale, con affaccio sulla storica Piazza Marconi (già conosciuta come Piazza S. Leone), nasce dalla volontà di una famiglia d’imprenditori locali che dediti ad esaltare la vocazione enogastronomica di Gragnanohanno ristrutturato locali già in precedenza destinati ad un antico forno dando vita a quello che oggi è il ristorante O’Presidente, situato all’interno di uno stabile di epoca borbonica e già residenza di un Chirurgo di corte del Re Ferdinando. Presente nel seminterrato della struttura una antichissima cantina scavata nel tufo che, grazie alla sensibilità dei proprietari, conserva perfettamente la sua forma originaria con tutte le caratteristiche di giusta ventilazione, oscurità ed umidità.

Pastificio Faella

A Gragnano, “ Capitale della Pasta”, da oltre un secolo il Pastificio Faella ha sede in piazza Marconi, dove avviene la produzione con semole di grano duro selezionate 100% Italiane, impasto lento con trafilatura al bronzo ed essiccazione tipicamente tradizionale a basse temperature, che conferiscono al prodotto una valida consistenza ed indiscutibile sapore.

Cantine Mariano Sabatino

Un buon vino si fa prima di tutto nel vigneto. Un uva sana, raccolta al giusto grado di maturazione, deposta in cassette e pigiata fresca: questa la ricetta per ottenere vini di qualità. In cantina, la scelta di lavorazione rispecchia lo spirito dell’azienda, ovvero, tradizione e modernità si fondono per ottenere un prodotto unico e sempre riconoscibile.

Caseificio De Rosa

Nasce dalla volontà di due nuovi e giovanissimi imprenditori campani, che dopo tanti anni di formazione e lavoro presso le migliore aziende caseari locali, decidono dar vita, nel 2015, al Caseificio De Rosa. L’azienda dispone di un’ ampia varietà di prodotti caseari adatti a soddisfare qualsiasi esigenza: mozzarelle, ricotte, formaggi farciti e tanto altro ancora. Tutti i prodotti caseari sono realizzati con latte vaccino proveniente da allevamenti sicuri e attentamente selezionati. Inoltre il caseificio dispone di una vasta selezione di ricette locali per portare sulla vostra tavola i sapori e i profumi della gastronomia campana.

UFFICIO STAMPA

Allegra Ammirati


Le Monzù presenta la cena a quattro mani a cura degli Chef Luigi Lionetti e Andrea Aprea,

Martedì 6 agosto 2019 

Monzù

La cucina del ristorante gourmet Le Monzù, raffinato tempio culinario dell’esclusivo resort PuntaTragara a Capri ospiterà, martedì 6 agosto 2019, una serata speciale dedicata ai palati più raffinati:una cena a quattro mani che vedrà protagonisti l’Executive Chef di Le Monzù, Luigi Lionettie lo Chef bi-stellato Andrea Aprea del ristorante VUN Andrea Aprea.

Lo Chef Luigi Lionetti propone agli ospiti allettanti proposte culinarie, frutto di passione, ricercae creatività in perfetto equilibrio, dando vita a piatti contemporanei che esaltano l’eccellenza dellacucina mediterranea. Lo Chef suggerisce alcune rivisitazioni dei must della tradizione campana,unitamente ad invitanti e insoliti accostamenti di ingredienti, rigorosamente del territorio.La sua filosofia culinaria si ispira all’arte ed innovazione, creando una perfetta armonia tra ciboeccezionale e uno stile di vita sano.

Andrea Aprea, classe 1977, dal 2011 al VUN Andrea Aprea, prima stella Michelin nel 2012,seconda stella Michelin nel 2017. “La mia cucina contemporanea guarda al futuro senza maidimenticarsi delle sue origini”. Superare le contrapposizioni scolastiche, uscire dalla retorica dellaTradizione contrapposta all’Innovazione. La cucina di Andrea Aprea parte da qui: dalla ricerca dinuove esperienze attraverso cui definire il sapore della contemporaneità.

È così che ai concetti di innovazione e modernità, preferisce dedicarsi al tema dellacontemporaneità, per definir la quale combina la tecnica con l’esperienza, l’emozione con lacultura, l’estetica con la precisione del gesto. “In questo elegante ristorante cosmopolita, decoratocon colori neutri e drappeggi, lo chef partenopeo Andrea Aprea porta in tavola il meglio delleproposte gastronomiche del bel Paese e qualche piatto che immediatamente riconduce alla suasolare origine.” (cit. Michelin Guide 2018)

Il Ristorante VUN Andrea Aprea, due stelle Michelin dal 2018, è il luogo ideale per vivereun’interessante esperienza gastronomica in un ambiente di eleganza sobria e raffinata. All’internodell’elegante hotel 5 stelle lusso Park Hyatt Milano, situato nel cuore storico di Milano, vibrantecittà a vocazione internazionale, centro della vita economica italiana. Il nome del Ristorante VUN,che in dialetto milanese significa “uno”, è stato scelto per esprimere non solo lo stretto legame conla città, ma anche l’ambizione di suscitare sensazioni ed emozioni eccellenti all’interno dellagastronomia milanese.

Menu Degustazione

Amuse bouche

Chef Luigi Lionetti

Caprese dolce salato..

Chef Andrea Aprea

Rotolino di coniglio, sedano rapa e bietole

Chef Luigi Lionetti

Riso Carnaroli riserva San Massimo, limone,gamberi rossi, capperi e rosmarino

Chef Andrea Aprea

Cappelletti ripieni di parmigiano vacche rosse,tartufo astice e il suo brodo freddo

Chef Luigi Lionetti

Baccala alla pizzaiola disidratata, olive verdi

Chef Andrea Aprea

Preludio dolce

Head Pastry Chef Daniele De Santi / Chef Luigi Lionetti

Tropico: Crema al cioccolato di latte e cocco,spuma di pina colada, gelato di banana e lime

Head Pastry Chef Daniele De Santi / Chef Luigi Lionetti

Piccola Pasticceria

Il costo del Menu è di € 150,00 per persona, vini e bevande esclusi

Menu con abbinamento vini Euro 220,00 per persona 

Ufficio Stampa SHERY LUNARDI

Convivio alla Fattoria Fuori di Zucca di Aversa per esaltare il bello ed il buono della Campania Felix. 

4 chef all’opera nella fattoria ” Fuori di Zucca”: Nino Cannavale, Erminia e Pietro Cuomo, Ruggiero Peluso

fuori

Venerdì 19 luglio la cooperativa Sociale “Un fiore per la vita”, presso la “Fattoria Fuori di Zucca” ad Aversa, organizza una cena raccontata con i prodotti tipici di quattro città campane, Aversa, Casal di Principe, Bacoli e Furore. Partendo dalla maestria di 4 Chef che si sono dedicati alla valorizzazione del territorio; lo chef resident della Fattoria, il maestro Nino Cannavale, gli chef Erminia e Pietro Cuomo dell’ Hostaria di Bacco di Furore e lo chef Ruggiero Peluso del ristorante Lab 2.0 di Bacoli. 

L’evento punta a mettere in connessione le istituzioni locali che, si stanno distinguendo per il proprio impegno e stimolarle alla creazione di alleanze che putano al turismo dei valori.

I quattro territori potranno essere il nucleo di partenza per alleanze più vaste che aggregano altri territori campani.  La serata si realizzerà partendo dal confronto dalle peculiarità di questi comuni che presentano caratteristiche di grande ricchezza enogastronomica, storica, artistica e dei valori di resistenza dei quali sono pregni, puntando alla costruzione di una proposta integrata del turismo di qualità.

Le aree d’interesse dalle quali si parte sono il territorio storicamente individuato come “Campania Felix” con Aversa e Casal di Principe e le loro ricchezze agricole, storico-artistiche e i valori di resistenza civica; l’area Flegrea con Bacoli, punto fondamentale dei gran tour settecenteschi con la sua ricchezza panoramica, archeologica, artistica e il suo mare; infine la costiera amalfitana con Furore ricco per i sui scenari di montagna a picco sul mare che originano una grande ricchezza di enogastronomica.

La tavola è il miglior modo per far conoscenza reciproca, e quindi attraverso 4 piatti preparati dai 4 chef si proverà a raccontare i tratti importanti di ogni comunità, attraverso le mani sapienti di questi maestri che incarnano la promozione del territorio e da sempre hanno portato avanti il rilancio della propria terra. La serata inizia alle ore 20.30 con i saluti delle Istituzioni locali coinvolte presenti all’evento: Alfonso Golia, Sindaco di Aversa, Giosi Della Ragione Sindaco di Bacoli, Renato Natale Sindaco di Casal di Principe. Sono gradite le persone che possono far parte di questa idea progetto, e che attraverso le loro competenze sicuramente potranno dare gli elementi di concretezza che chiede la politica del fare e fare bene.

“Non sappiamo se questa idea vi piacerà, se ci saranno sviluppi, ma ci piacerebbe sognare con voi, noi siamo dei sognatori ai quali piace realizzare le cose”, questa la dichiarazione degli organizzatori.

La serata è patrocinata dalla Regione Campania – Assessorato allo Sviluppo e Promozione del Turismo che sarà presente con una propria rappresentanza.

Menù 

Entree : Aversa presenta,  innovazione  e tradizione: Mozzarella di Bufala Campana Dop a forma di cuore di Caseificio ABC, Caciocavallo Podolico, Caciottina di bufala, ricotta di fuscella, marmellata di Mela annurca Igp.

Primi:  Hostaria di Bacco Furore Presenta: Ndunderi con genovese di Totani

 

Fattoria Fuori di Zucca Presenta : Pasta e Ammore…

 

Lab 2.0  Bacoli Presenta: Cicerchie e Cozze

Dolce: Ritorno Aversano  con la Dolce Bufala di Chef Nino Cannavale, il primo dolce a base di Mozzarella di Bufala Campana Dop.

Vino Asprinio  di Aversa Dop di Vite Matta e selezione a cura di Enoteca Il Vino di Carlo Menale.

 

EVENTO A NUMERO CHIUSO E SU PRENOTAZIONE : Fattoria Fuori di Zucca

Tel 081 814 9433 , info@fattoriafuoridizucca.it     http://www.fattoriafuoridizucca.it

Via Giovanni Linguiti 54 – Parco della Maddalena- Aversa (CE)ex OPG.

UFFICIO STAMPA CARLO SCATOZZA

 

 CENA A QUATTRO MANI E SHOW COOKING MOLECOLARE IN SALA

 PRODOTTI SANI, CUCINA TERAPEUTICA SENZA RINUNCIARE AL GUSTO, QUESTI GLI INGREDIENTI DELLA SERATA

GIOVEDÌ 27 GIUGNO ORE 20.30, MA LIFE LOUNGE&RESTAURANT DI SAN GIUSEPPE VESUVIANO

francesco erba e staff

Per il Primo evento da Ma Life Lounge&Restaurant, aperto da pochissimi mesi, lo chef patron Francesco Erba punta sulla cucina terapeutica, una passione condivisa dallo chef Angelo Biscotti, docente Cast Alimenti, una delle scuole più rinomate di cucina, lo accompagnerà in quest’avventura il 27 giugno alle ore 20.30 a San Giuseppe Vesuviano in Martiri di Nassirya n°160. Sarà una cena a quattro mani decisamente interessante poiché entrambi gli chef condividono l’idea di utilizzare ai fornelli prodotti salubri e terapeutici, senza rinunciare alla bontà, alla bellezza, all’equilibrio ed al gusto dei sapori nel piatto che si crea. La serata sarà resa ancora più briosa dalla dimostrazione durante la preparazione dell’ ”ostrica ghiacciata” ad una temperatura di meno 180°.

 Un menù interessante e che segue i principi della cucina terapeutica di Francesco Erba è previsto per la serata di giovedì 27 giugno:

  • Scampo, anguria e Campari
  • Gambero di Mazara del Vallo, riso al Carbone Vegetale, Kumquat
  • Spaghettoni “Arte e Pasta” all’aglio nero, vongole, sfusato di Amalfi
  • Calamaro arrosto, burrata, liquirizia Amarelli e ostrica
  • Lamponi, crumble di arachidi e spugna al latte

angelo biscottiEccezionalmente, per questa serata, gli chef si divertiranno a sperimentare la cucina molecolare presentando un’ostrica ghiacciata a -180 gradi in modo tale che conservi tutte le proprietà nutritive. Lo scopo è quello di proporre ai gentili clienti una proposta gastronomica basata sulla conoscenza delle diverse proprietà degli alimenti, passando attraverso le trasformazioni che questi subiscono in cottura, e che la cucina risulti utile per raggiungere uno stato di benessere in base al tipo di trattamento cui sono sottoposti gli alimenti. Un piatto, aldilà dell’estetica e del sapore, deve servire a giovare il corpo.

 

francesco erbaChi è lo chef Francesco Erba?
Numerose le esperienze dello chef Francesco Erba, prima di inaugurare, a dicembre, il suo ristorante Ma Life Lounge&Restaurant, che gli hanno consentito di ‘girare tutta Italia’ e apprendere le tecniche più sofisticate di cucina spaziando da quella molecolare fino a sperimentare i segreti della cottura dei cibi a bassa temperatura. Importanti le competenze apprese come assistente dello chef Biscotti, proprio in Cast Alimenti, con cui si è specializzato in tecnologie e creatività per una cucina vegetariana, e non solo. Il nome del ristorante “MA Life” nasce dall’amore dello chef Erba verso sua figlia Martina, colei che ha motivato Francesco a ritornare nella sua città natale.

La serata è su prenotazione al costo di € 75,00 a persona e prevede una bottiglia di vino, scelta dallo chef, a coppia.

 

 

 

 

 

 

Ufficio Stampa Roberta Raja

Venerdì 20 febbraio 2019

Il Rotary Club Campania – Napoli ha organizzato a Napoli, presso lo splendido ristorante Palazzo Petrucci, la quarta edizione della cena di gala “e quindi uscimmo a riveder le stelle”.

I fortunati partecipanti all’evento potranno degustare un menù esclusivo firmato dagli Chef stellati:

  • Paolo Barrale, Presidente della Charming Italian Chef
  • Angelo Carannante, Caracol, Bacoli (NA)
  • Luigi Salomone, Piazzetta Milù, Castellammare di Stabia (NA)
  • Lino Scarallo, Palazzo Petrucci, Napoli
  • Ciro Scamardella, Pipero Roma, Roma
  • Pastry chef Carmen Vecchione, Dolciarte, Avellino

 

La cena organizzata per il prossimo 20 febbraio 2019, intende finanziare un progetto internazionale ed uno locale: il ricavato della serata sarà interamente devoluto, infatti, in favore della Rotary Foundation   e dei suoi programmi finalizzati all’accesso all’acqua potabile nei paesi in via di sviluppo ed al rafforzamento delle economie locali, ed in favore della Fondazione San Gennaro Onlus e dei suoi progetti per i giovani del quartiere Sanità di Napoli.

Il talento degli chef presenti, ai fornelli ci saranno ben 5 Stelle Michelin, la splendida location e le importanti cause umanitarie certamente stimoleranno i numerosi benefattori a partecipare alla cena occupando in breve tempo i limitati posti disponibili.

Il Rotary Club Campania – Napoli ringrazia le numerose e qualificate aziende che, anche in ragione della rilevanza dell’evento, non hanno voluto far mancare il proprio contributo in favore dei progetti di beneficenza.

Partner: Feudi di San Gregorio (vini), Carmasciando (formaggi), Le Carni irpine di Mario Laurino, Mamy (impastatrici), Giro Quadro (childrenswear), Malafronte (panificio), Pastificio Marulo, Leopoldo (dolci), Alma De Lux (amari e distillati).

Ulteriori informazioni sono disponibili al link:

www.facebook.com/Cena-di-beneficenza-Rotary-Club-Campania-Napoli-943186372395415/

Oltre 100 chef uniti per diffondere la cultura del gusto e regalare ai bambini del Santobono la possibilità di guarire più in fretta

L’eccellenza della cucina campana a sostegno dei bambini ricoverati nell’ospedale Santobono Pausilipon di Napoli. Saranno lo chef stellato Michele De Leo, lo chef Danilo Di Vuolo e l’attore Francesco Albanese a fare da padrini all’edizione invernale dell’evento “Cenando sotto un Cielo diverso on the road” in programma domenica 2 dicembre alle ore 19:30 presso il ristorante “Tiberius” di Pompei (ubicato in via Villa dei Misteri, 7) e venerdì 7 dicembre a Capua presso Tenuta San Domenico. Nella data domenicale saranno coinvolti più di 100 chef che proporranno altrettanti piatti in versione degustazione. Il 7 dicembre si terrà invece una serata di gala che vedrà coinvolti ai fornelli diversi chef stellati.

Cenando sotto un Cielo diverso“Cenando sotto un Cielo diverso” è un evento con una triplice finalità: beneficenza, valorizzazione de territorio e dei suoi prodotti (e, dunque, della buona cucina ad essi direttamente legata). Esso coinvolge – in qualità di protagonisti ai fornelli – cuochi, pasticceri, produttori del territorio campano e non, aziende (che, oltre a condividere le finalità dell’evento, sfruttano l’occasione per tessere rapporti con gli altri soggetti coinvolti), personaggi del mondo dello spettacolo vicini al concetto di “beneficenza”, e migliaia di persone che intervengono all’iniziativa per far del bene e mangiare bene.

Il progetto a monte della kermesse è stato ideato dalla dott.ssa Alfonsina Longobardi – psicologa, sommelier ed esperta di food & beverage – che ha voluto coniugare il suo impegno nel sociale alla sue competenze nel mondo del food. A monte della macchina organizzativa c’è l’Associazione “Tra cielo e mare” fondata dalla dott.ssa Longobardi nel marzo 2013: tale ente opera a sostegno delle persone con disagi psichici e di altra natura; altra finalità del sodalizio è quella di avvicinare le persone cosiddette “normali” a persone che purtroppo vivono situazioni di disagio, abbattendo la barriera della “paura” che è causa dell’incomunicabilità; l’ultimo obiettivo dell’Associazione consiste nella valorizzazione del territorio campano, sia delle sue bellezze che del suo potenziale umano (perciò l’evento si tiene in luoghi di interesse storico – culturale e perciò coinvolge chef e produttori, in primis campani).

La prima edizione di “Cenando sotto un Cielo diverso” si è svolta nel 2014 presso il Castello Medioevale di Lettere, incastrato nell’incantevole cornice dei Monti Lattari. L’evento ogni anno ha registrato un consenso sempre maggiore: oggi è divenuto uno degli appuntamenti legati al mondo della beneficenza e a quello dell’enogastronomia più grandi del centro – sud Italia.

Ecco i nomi degli chef, pasticcieri, panificatori, pizzaioli e bar tender che daranno vita alla tappa pompeiana dell’evento:

Chef

Vincenzo Noviello – Le Lune Bistrot  (Pompei)

Andrea Amodio  – Dr. Slim e Mr. Fat  (C.Mare di Stabia)

Alessio Galati – Trattoria Dueggi (Pollenatrocchia)

Vincenzo Cimbali – Personal Chef

Antonio Borrelli – Salotto Comfort-Food (Nocera Inferiore)

Vincenzo Ferro – Country House L’antica Franconia (Taurano)

Antonio Tecchia – ristorante San Cristoforo (Ercolano)

Nunzio Spagnuolo – Ristorante Cieddi  (Portici)

Davide Mea – La Taverna del Mozzo (Marina di Camerota)

Enrico Ruggiero – Personal chef

Fabio Ometo – Villa Trabucco (Torre del Greco)

Franca Di Mauro – Il Cellaio di Don Gennaro (Vico Equense)

Francesco Maiorano e Pamela Vigiano – Trattoria San Fransisco (Tramonti)

Francesco Piscopo  – Leone ristobracepizza  (Casandrino)

Francesco Restivo – Area Varlese (Napoli)

Francesco Vorraro – ristorante Mamma Elena (San Giuseppe Vesuviano)

Gennaro Rotella – Le lampare (C.mare di Stabia)

Gianmarco Carli – ristorante Il Principe (Pompei)

Giorgio Vitiello – ristorante Acqua & Sale (Scafati)

Giuseppe Fasulo – ristorante Eccellenze Nolane (Nola)

Giuseppe Zaccaria – ristorante Il Pescatore (Vietri Sul Mare)

Gustavo Milione – Via Porto cunina e shop (Salerno)

Lorenzo Principe – Osteria Famiglia Principe 1968 (Nocera Superiore)

Antonino Esposito e Ciro Leone – I Dottori del Fritto in Eccellenze Campane  (Napoli)

Alberto Fortunato – La bettola del Gusto (Pompei)

Marco Del Sorbo – Terrazza Fiorella – Massa Lubrense

Maurizio De Riggi – ristorante Markus (San Paolo Belsito)

Nunzio Annunziata – ristorante Marea/Hotel Delfino (Massalubrense)

Paolo Iovieno – ristorante La Terra (Positano)

Pietro Cuomo – Hostaria di Bacco (Furore)

Roberto Verducci – Strairs Diner (Napoli)

Michele Perrotta  – Villa Perrotta (Roccarainola)

Vincenzo Piacente – Hotel Parco dei Principi (Sorrento)

Vincenzo Toppi – ristorante Amor Mio (Brusciano)

Roberto Lepre – Blu Stone (C.Mare di Stabia)

Domenico D’Aniello e Luigi Longobardi – ristorante C’è posto per te (Castellammare di Stabia)

Gabriele Martinelli – Personal chef

Valentino Buonincontri – Bertie’s Bistrot (Nola)

Salvatore Scognamiglio – Ristorante Putea (Cava dei Tirreni)

Antiony Di Lieto  – Tavernetta 58 (Meta di Sorrento)

Lombardo Vincenzo – Tiberius (Pompei)

Rosario Consalvo e Gianluca Centomani  – Villa Imperiale (Posillipo)

Alberto Vaccaro – Il casale del mirto (Vico Equense)

Antonio Morinelli  – Sustettibile Food.Rooms.Art  (Pioppi)

Nando Melileo –  Emozionando (Salerno)

Yuri Buono – Vincanto (Pompei)

Dario De Gaetano – La Fescina (Quarto)

Vincenzo Vaccaro – Ristorante Cucina 82 (Gragnano)

Luigi e Consiglia Russo  – Ristorante La Lanterna (Somma Vesuviana)

Iovine Fioravante -Ristorante Garum (Pompei)

Antonio Mauro –  Massè  Pizza e Fritti (Torre Annunziata)

Luigi Di Martino  – Villa Magia (Positano)

Pizzaioli

Aniello Falanga – pizzeria Haccademia (Terzigno)

Massimo Gargiulo – pizzeria Pizza e Buoi (Santa Maria La Carità)

Claudio De Siena – Pizzeria Magma delle Piscine Sakura (Torre del Greco)

Isabella De Cham – Pizza Frittà  (Napoli)

Pasticceri

Carlo Cuofano – pasticceria Svizzera (Salerno)

Graziano Notarnicola – Madamoiselle Charlotte (Cava Dei Tirreni)

Gennaro Peluso – pasticceria La Goccia (Pompei)

Raffaele Caldarelli – pasticceria Caldarelli  (Nola)

Francesco Palladino – Pasticceria Palladino (C.Mare Di Stabia)

Salvatore Tortora – Pasticceria Tortora

Antonella D’Amora  – La fata delle Torte (C.Mare di Stabia)

Teresa Ruocco – cake design

Carmine D’Amora – Pasticceria Di Nocera (C.Mare di Stabia)

Maestri Panificatori

Carmelo Esposito – panificio Esposito (Pompei)

Filippo Cascone – panificio Cascone (Lettere)

Gianluigi Caccioppoli – panificio Il Buongustaio (Sant’Antonio Abate)

Massimiliano Malafronte – Panificio Malafronte (Gragnano)

Domenico Fioretti – Panificio Fioretti (Carinaro – Caserta)

Luigi D’Auria –  L’università del pane (S.Antonio Abate)

Latterie

Caseificio Aurora

Latterie Gargiulo

Frantoi

Frantoio De Ruosi

Bartender

Francesco Varnelli – Varnelli Pizza Bistrot e Restaurant (Pompei)

Giacomo Prisco – pizzeria f.lli Prisco (Boscotrecase)

Pastifici

Pastificio dei Campi, Pastificio Liguori, Pastificio Arte e Pasta, Pastificio D’Aniello

Produttori

Agrolegumi

Vini

Tenuta delle Ginestre , Poggio delle Baccanti , Cantine Poggio Ridente, Cantine Casa  Rocca, Cantine Barone, Cantine I due principati ,Cantine I Lauranti, Cantine Abbzia, Capri Moonlight, Fattoria Pagano, Cantina Orneta, Cantina Fiore Romano

Birrifici

I Monaci Vesuviani

Birrificio Valsugana

Distillati

Terre pompeiane

Amaro del Rosso

Enoteca

Masseria delle grazie

Grappolo Blu

Caffe Caruso

Sigaro Toscano

Partnership

Alleanza cuochi Slow Food

Slow Food Condotta Vesuvio, Slow Food Condotta Monti Lattari

Sponsor

Agrolegumi  Goeldline Collection

Atelier MerSì di Maria Longobardi

LINK EVENTO FACEBOOK https://bit.ly/2PUQa4A

LINK ALLA LISTA https://bit.ly/2OIdTAc

INFO, PRENOTAZIONI & CONTATTI
D.ssa ALFONSINA LONGOBARDI
Direttore, Coordinamento e sviluppo iniziative “Cenando sotto un cielo diverso”
VIA STABIA, 697 – 80057 S.ANTONIO ABATE (NA)
TEL: 3333455623
email: alfonsinalongobardi@yahoo.it

Grande successo per Le Nereidi Restaurant di Amalfi che ha ospitato la cena-evento “PADOVA-AMALFI  Andata e Ritorno” organizzata da Angela Merolla.

Direttamente dal ristorante Tola Rasa di Padova lo chef  Luca Tomasicchio ha realizzato con lo chef resident Carlo Verde, una cena dai piatti di mare più espressivi del Veneto e della Costiera Amalfitana.

Sei portate, di cui i primi tre piatti dello chef Tomasicchio e i vini in abbinamento che hanno omaggiato il Veneto, mentre le restanti tre portate, i vini come il liquore, erano made in Campania.

Ha allietato la cena sotto il cielo stellato di Amalfi, il famoso cantante di pianobar Nello Buongiorno con il suo vasto repertorio musicale.

Amalfi

Aperitivo di benvenuto

Caseificio Costa D’Amalfi ”latte & sale”

Bocconcini di mozzarella bufala campana Dop

Bocconcini di mozzarella di mucca allo zest di limone Sfusato Amalfitano

Ricottine di bufala

Ricottine di bufala alla Colatura di Alici

In Abbinamento:

Tenuta Cavalier Pepe – Oro Spumante Metodo Martinotti

 

Jamonita

Jamon Iberico Senorio de Olivenza-Dehesa de Extremadura stagionato 42 mesi

Formaggio di capra di Bagnoli Irpino, a latte crudo locale stagionato in grotta 6 mesi

Formaggio di pecora di Bagnoli Irpino, a latte crudo locale affinato in vinaccia, stagionato in grotta 14 mesi

In Abbinamento:

Vini Marino –Proclamo Cilento Fiano Dop annata 2017

Mastro Fornaio Esposito-Pompei

Grissini al farro e semi di papavero

 

Menù:

-Pelle di baccalà soffiata, avocado e grancevola

In abbinamento:

Villa Venier-Spumante Brut Cuvée 56 Metodo Martinotti

Mastro Fornaio Esposito-Pompei

Crackers di farina integrale

 

-Ragout e insalata di mare

In abbinamento:

Gianni Tessari –Lessini Durello Metodo Classico 36 mesi Doc

Mastro Fornaio Esposito-Pompei

Panino ai cereali antichi e semi di lino

 

-Risotto al bianco e nero di seppia, lattuga di mare e limone salato

In abbinamento:

Gianni Tessari -Monte Tenda-Soave Classico Doc annata 2017

 

-Tortello ripieno di mozzarella, tartufo di mare, crema di patate e salicornia croccante

In abbinamento:

Tenute Casoli– Cupavaticale Cru Greco di Tufo Docg annata 2014

 

– Cernia bianca, lardo di colonnata, crema di zucchine, mayonese al limone

In abbinamento:

Cantina Fratelli Follo – Gioia Irpinia Rosato Doc annata 2017

Mastro Fornaio Esposito-Pompei

Panino di semola

 

Crème brûlée al caffè, chantilly al Baileys e gelato al cioccolato

In abbinamento:

Antica Distilleria Petrone

Limoncello

-Costo della cena euro 60 vini inclusi

 

Per info e prenotazioni:

Le Nereidi

Via Tuoro n.8 – Amalfi SA

Tel 089 831030 / 320 861 98 20

 

Partner:

Caseificio “latte & sale” ­­ Vietri sul Mare SA

Jamonita                          Nocera Inferiore SA

Mastro Fornaio Esposito  Pompei NA

Tenuta Cavalier Pepe       Luogosano AV

Vini Marino                      Agropoli SA

Villa Venier                      Treviso        

Gianni Tessari                  Roncà VR

Tenute Casoli                   Candida AV

Vini Fratelli Follo  Castel Vetere sul Calore AV

Antica Distilleria Petrone Mondragone CE

 

Angela Merolla

Benvenuta Primavera

Con lo chef Giovanni De Vivo, cena Stellata a Villa Alma Plena

Villa Alma Plena, poco distante dalla Reggia di Caserta, si posiziona nell’antica riserva di caccia del Re; sorta nel 1800 appartenne al marchese Antonio Letizia, il cui figlio Generale Giuseppe Letizia fu al servizio di Francesco II di Borbone e firmò nel 1860 l’armistizio con Garibaldi nel Palazzo del Pretorio in Sicilia.

Villa Alma Plena, oggi sapientemente ristrutturata dalla famiglia Buiano, accoglie tra il verde del suo parco di ulivi secolari, agrumeti e piante ornamentali, ricevimenti di particolare importanza, non a caso l’evento “Benvenuta Primavera” che vedrà l’eccezionale partecipazione dello chef Giovanni De Vivo Stella Michelin del Ristorante Il Mosaico di Ischia.

“Benvenuta Primavera”, organizzata da Angela Merolla, si terrà venerdì 23 marzo alle ore 20.30 e in quella occasione  ai fornelli di Villa Alma Plena ci saranno non solo lo chef resident Salvatore Spuzzo e lo chef Stella Michelin Giovanni De Vivo, ma anche un team di  abili chef campani, per realizzare insieme piatti originali e primaverili, che condurranno al delizioso dolce finale della maestra pasticcera Stella Ricci e alla Colomba Artigianale Domenico Fioretti.
Il benvenuto alla primavera sarà supportato dai consigli del centro benessere “Heaven Beauty & SPA” e da “Le Fate degli Ulivi” linea cosmetici naturali all’olio extravergine di oliva Olearia Duraccio, suggerendo come apportare beneficio al corpo in questa stagione di risveglio.

Mentre a stuzzicare il palato, con deliziosi sapori primaverili, ci penseranno gli eccezionali chef:

Chef Giovanni De Vivo Stella Michelin

“Il Mosaico” Ischia

Chef Salvatore Spuzzo “Villa Alma Plena”

Chef Antonio Tecchia “Il San Cristoforo” Ercolano

Chef Fabio Ometo “Villa Trabucco” Torre del Greco

Chef Ciro Campanile “ Hotel Elisabetta” Lettere

Chef Antonio Borriello “Villa Trabucco” Torre del Greco

Chef Carlo Verde “Le Nereidi” Amalfi

 

Menù

Aperitivo di benvenuto:

Fantasie degli Chef

Tris di formaggi irpini Cooperativa Agricola Pecorino Bagnolese – Bagnoli Irpino AV

Pecorino stagionato 12 mesi in grotta a latte crudo locale

Pecorino affinato su vinacce 14 mesi in grotta a latte crudo locale

Caprino stagionato 4 mesi in grotta a latte crudo locale

Jamon Iberico Senorio de Olivenza denominazione di origine Dehesa de Extremadura -100% razza pura iberica stagionato 36 mesi

Chef Giovanni De Vivo Stella Michelin

Astice in Primavera su letto di patate viola, crumble, spinaci e Provolone del Monaco Dop

Chef Resident Salvatore Spuzzo

Chef Carlo Verde

Riso carnaroli invecchiato, piselli, seppie arrostite e limoni canditi

Chef Fabio Ometo

Chef Antonio Borriello

Candele trafilate al bronzo, spezzate e farcite con verza stufata, cipollotto di Montoro, guanciale, su guazzetto di frutti di mare con brunoise e vellutata di patate al latte affumicato

Chef Antonio Tecchia

Chef Ciro Campanile

Middine del mar nostro laccato al teriaky su pop-corn e insalatina di puntarelle

Maestra Pasticcera Stella Ricci Rotondi AV

“Abbraccio” Armonia di cioccolato e frutta

Mastro Fornaio Domenico Fioretti Carinaro CE

Colomba artigianale “Albicocca e cioccolato”

Pani, grissini artigianali

Amarè Distilleria Petrone

Amaro alle Erbe della Reggia di Caserta

Vini in abbinamento:

Neroluce Spumante Brut Doc – Metodo Martinotti -Blanc de noirs -da uve Nero d’Avola

 

Cantine Vitematta  Casal di Principe CEAsprinio Igt Terre del Volturno annata 2017 gradazione

Cantina di Lisandro “Lancella” Pallagrello Bianco Terre del Volturno IGP annata 2016

Tenuta Ippocrate  Montefredane AV

Primum Fiano di Avellino DOCG annata 2015

Casula Vinaria – Campagna SA

Primavera Aglianico Rosato Colli di Salerno IGP annata 2017

Partner:

Jamonita – Distributore food di qualità Nocera Inferiore SA

Consorzio Tutela Provolone Del Monaco Dop – Vico Equense- NA

Olearia Duraccio “Le Fate degli Ulivi” linea cosmetici naturali all’olio extravergine di oliva – Ottaviano NA

Heaven Beauty & SPA centro benessere – Mercogliano AV

Pastifico Arte & Pasta Boscoreale NA

Linea Blu Csm – Centro spedizione molluschi -Lettere NA

Melius Catering – Pagani NA

Azienda Agricola Salera – Martinengo BG

Distilleria Petrone – Mondragone CE

Costo della cena euro 70 (Vini inclusi)

Per info e prenotazioni:

Villa Alma Plena

Via S. Prisco Loc. Mazzocca- Caserta

Mobile: 392 951 9069

 

 

 

 

 

 

Tenuta romano: cena conviviale a base di carni pregiate e rossi d’ eccezione

12 Febbraio 2018- Nella Serata di mercoledì 7  Febbraio a Saviano presso la struttura/cascina “Tenuta Romano” si è svolta la serata di presentazione alla stampa del nuovo menù a cura dello chef. Alfonso Miranda a cui abbiamo avuto il piacere di partecipare.

Tenuta Romano, è frutto del lavoro del proprietario Oreste Iovino, noto selezionatore di carni dal 1992, che ad anni di distanza decide di aprire un locale proprio, chr con il prezioso aiuto della figlia Milena intraprende un progetto per rinnovare la proposta gastronomica, cambiando il nome del precedente locale ” Fuego Noble” e tendendo a sapori più raffinati, che adottano ingredienti del territorio e materie prime di qualità, tra cui emerge come protagonista la carne.

Di seguito un assaggio virtuale del menù presentato alla stampa:

panePanificazione

Grissini, lingue croccanti, pane antico,

pane integrale, focaccia, panino dolce, panino maialino.

 

entree

Entreè Confusion:

  Insalatina di frutta esotica, prosciutto di anatra affumicato, sale maldon, olio evo, cristallo di vino.

(In Abbinamento: Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG, Tormena)

tartare

Antipasto I Tesori della Terra:

Tartare di Scottona, fois gras, tartufo (Scorzone nero),

coulis di peperone rosso e giallo, friarielli, olio evo e sale maldon.

(In Abbinamento: San Lorenzo Chianti DOCG 2014, Fattorie Melini)

 

pancia di maiale

Fusione tra tradizione e innovazione:

Bocconcino di pancia di maiale , coulis di mela annurca , caponatina di verdure saltate.

(In abbinamento: Salento Negroamaro IGT 2015, Torleanzi)

gnocchiPrimo Piatto

Gnocco di zucca: Coulis di spinaci e semi di zucca essiccati.

(In Abbinamento: San Lorenzo Chianti DOCG 2014, Fattorie Melini)

agnello

Secondi:

Carrè a modo mio: Carrè d’agnello disossato in crosta di nocciole,sedano rapa,coulis di bietola rossa,ravanelli sbianchiti.

( In Abbinamento: Taurasi Riserva DOCG 2009, I Feudali)

 

DSC_0067

Nel giardino Zen: Filetto di vitello,fondo di manzo,patata a limone e fiori biologici.

(In Abbinamento: Taurasi Riserva DOCG 2009, I Feudali)

 

predessertPredessert

Sorbetto al mandarino: crumble al cioccolato e gelèe di mojito.

 

dessertDessert:

Nel bosco: Russian Tale , crema bavarese limone e cioccolato bianco con interno di fragola,cialda di pasta frolla con frutti di bosco  e fiori biologici.

(In Abbinamento: Grappa Bianca)

 

 

Un menù con proposte interessanti e giochi di contrasto tra salato e dolce e  di diverse consistenze che hanno caratterizzato più portate, dove è emersa la scelta dello chef di lavorare con ingredienti semplici ma cercando di esaltarne i sapori in maniera del tutto originale.   L’assaggio secondi ci ha permesso di apprezzare particolarmente la qualità delle carni selezionate da Oreste Iovino, meno convincente il primo che nell’insieme abbiamo trovato poco equilibrato.

A sugellare la qualità della proposta offerta dalla “Tenuta Romano” i vini in abbinamento scelti dal sommelier dell’AIS.

A concludere la cena  un dessert d’eccezione e decisamente scenico il Russian tale.
#tenutaromano #socialtable

La Buona Tavola.

         Il presepe di pizza di “Da Pasqualino”

 

Il presepe di pizza: è questa l’ultima creazione dell’Art Pizzaiola Linda Gallifuoco, esponente della storica pizzeria “Da Pasqualino” al Borgo Loreto, nel cuore della Napoli antica, tesa a celebrare in maniera originale l’avvento del Santo Natale.

Linda Gallifuoco è una pizzaiola alla terza generazione e collabora quotidianamente ed in perfetta sinergia con il padre, il maestro Giovanni Gallifuoco, la mamma Annamaria Mazzotta, le sorelle Rosa, Angela, Lella, istruttrice UP&ter e campionessa mondiale di pizza fritta, e la signora Giovanna Mazzotta.

Insieme realizzano piatti prelibati della tradizione partenopea e naturalmente la pizza in ogni sua specialità, evidenziandone puntualmente uno spiccato senso artistico, sia nel decoro della portata in sè che nella realizzazione di piccole opere di acqua e farina.

Il progetto “presepe di pizza”, rappresenta dunque un’idea innovativa da proporre come elemento decorativo per le tavole imbandite delle conviviali natalizie. Altrettanto innovativo e assolutamente funzionale è il “menu da asporto” per la sera della Vigilia ed il giorno di Natale “pensato” dal team Gallifuoco soprattutto per le donne dedite ad un’attività lavorativa full time e che, quindi, hanno poco tempo da dedicare alla cucina.

La pizzeria, in particolare, prevede una carta eno-gastronomica che rispecchia fedelmente le tradizioni partenopee, pur non escludendo eventuali richieste di menù personalizzati.

Per la sera della Vigilia è previsto il menù di mare che presenta i “marinati” al pepe verde come antipasto, le linguine allo scoglio, il capitone ed il baccalà fritto e la spigola di mare al profumo di limone.

A Natale, invece, sarà servito il tradizionale brodo di gallina e di pollo con tortellini, ed a seguire “bollito di carne” con canditi e salsine.

Ampio spazio anche ai dolci, per la gioia dei più golosi, dalla pastiera alle cassate siciliane, ai roccocò, alla cupola di struffoli con colata di miele caldo.

 

[Fonte]
Maridì Communication : Maridì Vicedomini
Mob: 338/2259860 – 333 /9921506
Mail maridyvicedomini@gmail.com
www.maridicommunication.it

Villa Trabucco, cena di gala alle falde del Vesuvio

Chef Stellati, Vesuvio e balconate mozzafiato!

Nella splendida location di Villa Trabucco a Torre del Greco si è svolta la serata evento “Uno…Due…Tre…STELLA!”  ottimamente organizzata e condotta da Angela Merolla. La meravigliosa struttura del ‘700 si trova a ridosso del Vesuvio ed è avvolta in un curato parco con piscina, con una sala convegni posta nelle antiche cantine, dove, agli ospiti, è stato servito l’aperitivo con un ricco buffet composto dai finger food preparati dallo Chef di casa Antonio Borrelli con i prodotti da forno dei Maestri Panificatori  Filippo Cascone e Domenico Fioretti, ottimi sia nella preparazione che nella presentazione; il pranzo è stato servito nelle stupende sale dei piani superiori, arricchite da affreschi con balconi panoramici sul golfo di Napoli.

Dopo gli esterni della struttura è stata la volta delle antiche cantine dove Angela Merolla ha presentato la serata e i suoi protagonisti oltre che i due Chef residenti Fabio Ometo e Antonio Borrelli, anche ospiti d’eccezione come gli Chef Paolo GramagliaGiovanni De VivoPeppe Aversa e Antonio Tecchia.

La prima proposta è stata quella dello Chef Paolo Gramaglia del Ristorante President di Pompei che ha presentato “La Satura”, Zuppetta fredda di farro, orzo, bacche di goji, mirtilli rossi, passion fruite e gamberi rossi del Cilento a cui è stato abbinato il vino Castello di Buttrio – Buttrio UD (Sauvignon Doc Friuli Colli Orientali annata 2016), riproposizione di preparazioni degli antichi romani con una presentazione accurata e ben congeniata.

Il piatto successivo è stato uno stupefacente “Uovo a 62°, il Provolone del Monaco e il Mare” preparato dallo Chef Giovanni De Vivo del Ristorante Il Mosaico di Ischia, uovo cotto a 62° su fonduta di Provolone del Monaco con calamaro, alici di Cetara e caviale di tartufo nero a cui è stato abbinato il vino delle Cantine Cennerazzo di Torrioni (AV): Greco di Tufo DOCG annata 2015.

Lo Chef Peppe Aversa ha poi preparato un’ottima “Linguina con scorfano marinato al limone, salsa di bottarga e pomodoro secco”, piatto cotto al punto giusto e ben equilibrato, a cui è stato abbinato il Rosato Sannio Aglianico DOC annata 2015, prodotto da Cantine Fontanarosa di Frasso Telesino (BN).

E’ stata poi la volta di un trittico preparato dallo Chef Antonio Tecchia “La lampuga… consistenze e sapori” con tre cotture diverse: “Il tortino di broccoli e patate, sfoglie di pesce e schiuma di caciocavallo”, “Il crudo, salsa di sedano, chips croccanti di riso e cozze” e “L’arancino, su zabaione di cuori di mare” con in abbinamento Pinot Nero Doc Alto Adige annata 2016, prodotto da Castel Salleggio di Caldaro (BZ).

Dulcis in fundo lo Chef Fabio Ometo ha presentato il suo “Babà” con cuore di bufala al profumo di limone veramente notevole per la sua delicatezza e leggerezza, a cui è seguita una degustazione di cioccolato BaltomBlend e Single OriginCareneo, con in abbinamento i liquori, Amarè della Distilleria Petrone di Mondragone (CE), l’Amaro di erbe, piante e agrumi provenienti dall’orto botanico della Reggia di Caserta.

 

Muu Muuzzarella presenta il nuovo menù

Il 13 Dicembre a partire dalle ore 20:30 sarà presentato il menù rivisto nell’aspetto, nell’organizzazione e soprattutto ricco di novità.

Una sezione dedicata all’innovazione ed una interamente dedicata al Senza Glutine e Vegetariani, per offrire un’esperienza di gusto sempre più interessante ed incontrare la diversità della scelta di qualità.

Un evento esclusivo su Invito

 

Ore 20.30

Presentazione alla stampa

Ore 21.00

Assaggio del menù

Saranno presenti in sala Salvatore e Dario per accogliere feedback e suggerimenti dagli esperti di settore.

 

Soffritto homemade mozzarella ripiena di zuppa forte

La storia di un inizio, quello di Muu Muuzzarella.

Le aziende nascono da una scintilla, da un’idea, così come le nuove storie.

Quella di MUU MUuzzarella nasce un pomeriggio, durante un pranzo tra due vecchi amici; Salvatore, promotore finanziario e Dario, procuratore sportivo.

I due amici, seduti a chiacchierare davanti a un calice di buon vino, si erano fatti prendere dai racconti e dalle idee più strampalate, buttate giù tra un sorso e una risata, quando il cameriere, giunto a prendere le ordinazioni, esordì con: “I signori desiderano?”.Cevice di salmone

A quella domanda Sasy e Dario, così d’istinto, risposero all’unisono: “Una Mozzarella per cominciare”.

Giunta in tavola, i due cominciarono ad assaporare la mozzarella e, subito dopo il primo boccone, Sasy chiese: “Com’è sta muzzarell’?”; “Mmmmh…”, fu tutto ciò che riuscì a rispondere Dario, con la bocca piena e gli occhi al cielo, estasiato da tale bontà.

In quel momento gli occhi dei due cominciarono a brillare, la mente viaggiava vorticosamente e l’idea vincente fu subito servita: senza neanche accorgersene, i due amici continuarono per quasi tre ore a parlare di una cosa soltanto: come reinterpretare la mozzarella di bufala campana!

Tutti la mangiano, tutti la amano e nessuno la propone anche in altri mille modi diversi… Andrebbe rivisitata con piatti nuovi e creativi, senza però snaturare le nostre tradizioni.” chiese allora il primo.

Gli inizi poi devo essere accompagnati da determinazione, capacità visione.

E questa alchimia ha portato l’azienda di Salvatore e Dario a crescere sul mercato del Food, un mercato difficile ma in crescita esponenziale.

 

Muu nell’interpretazione di Dario e Salvatore è l’esperienza del cliente che vuole fare esperienza raffinata della mozzarella, senza perdere però l’innovazione dei prodotti e della loro presentazione.

Così da allora dal latte di bufala nascono piatti eccellenti, che fanno incontrare la mozzarella con pesce, verdure, pasta, dessert e cocktail.

 

Capodanno 2018 al Sensi Restaurant

Sapori, eleganza, atmosfera, musica e spettacolo di fuochi d’artificio da ammirare dalla terrazza sul mare, gli elementi vincenti del Capodanno al Sensi Restaurant di Amalfi.
La cena, raffinata ed originale, proposta dall’Executive Chef Alessandro Tormolino vedrà alternarsi piatti della tradizione e pietanze gourmet.

Sensi Restaurant ad Amalfi, per dare il benvenuto al nuovo anno.

Menu
Pizza di scarola,
crostino di burro alici e limone,
focaccia al vapore con salmone e alghe

Gambero in tagliatella di calamaro,
mandorla salata, friariello e colatura di alici,
gelé di pompelmo

Baccalà croccante,
salsa di topinambur alla vaniglia and chips,
cremoso di papacella

Risotto con carciofo arrostito,
scampo affumicato al profumo di lime

Bottoni di broccoli e burrata
su guazzetto di frutti di mare allo zenzero

San Pietro con salsa di scarola,
crema di fagioli cannellini e aglio nero

Rollatina di pan panettone, mandarino, cioccolato fondente,
sorbetto di melograno e Pernod

ABBINAMENTO VINI:
Prosecco Brut Gorio · Magnum · Malibran
Verdicchio di Matelica · Magnum · 2015 Collestefano
Ribolla Gialla · Magnum · 2016 I Clivi
Greco di Tufo DOCG · Magnum · 2015 Bambinuto
Champagne Brut Reserve · Magnum · Hugues Godme

La serata avrà inizio alle ore 20,00
Costo: € 150 a persona incluso vini abbinati

Adatto ai bambini
Info line e prenotazioni :
Tel. 089.871183 – 3382760040

 

[Fonte] 

Angela Merolla

meroangela@libero.it

Cell. 320 861 98 20

 

“Ognuno di noi è portatore di povertà.

E’ l’incontro con l’altro che ci rende ricchi.

Ecco perché come il Samaritano, dobbiamo fermarci, per donare tutto il bene umanamente possibile”

       Francesco Marino Vescovo di Nola

Giovedì 30 novembre alle ore 20.30, presso il Seminario Vescovile di Nola, in presenza di Sua Eccellenza Francesco Marino si svolgerà la Cena di Gala

“Chef per Amore”….il gusto giusto della solidarietà.

La prestigiosa struttura nolana risalente al 1700 e sorta per la formazione dei presbiteri, ospiterà la Cena di Gala finalizzata a raccogliere fondi per il servizio dormitorio della Caritas Diocesana, che nell’arco dell’anno conta oltre 10.000 ospiti presso i presidi di San Giuseppe Vesuviano e Somma.

La serata di beneficenza prevede anche la mostra fotografica del maestro Antonio Gibotta sull’esperienza del servizio ai senza dimora.

Grazie alla grande sensibilità di Chef di rilievo nazionale, nel sentito legame tra arte culinaria e solidarietà è stato possibile realizzare “Chef per Amore”, in collaborazione con Angela Merolla e lo Chef Antonio Nunziata docente di cucina presso Istituto Professionale Alberghiero “L. de’ Medici” di Ottaviano e delegato Federazione Italiana Cuochi  – Associazione di Torre del Greco, area nolana, vesuviana e strianese.

 

Ben otto professionisti dell’Arte Culinaria:

Chef Stella Michelin Peppe Aversa

Il Buco – Sorrento NA

Chef  Stella Michelin Paolo Gramaglia

President – Pompei NA

Chef  Stella Michelin Giovanni De Vivo

Il Mosaico – Ischia NA

Chef Antonio Tecchia

Il San Cristoforo – Ercolano NA

Chef Fabio Ometo

Villa Trabucco – Torre del Greco NA

Chef Maurizio De Riggi

Markus – San Paolo Bel Sito NA

Chef Giovanni Ripa

Sun’s Royal Park  – Caserta

Gennaro Cariulo

Da Gigione  – Pomigliano d’Arco NA

 

Menu   “Chef per Amore”:

Gennaro Cariulo

Finger food:

Tacos con zuppa forte napoletana/sud americana

Pane, burro e crudo di Marchigiana battuto al coltello

Suino lento (maiale, scarola, Provolone del Monaco e topinambur)

Ceviche di trippa

 

Chef Giovanni Ripa

Finger food:

Mini hamburger alla rapa rossa, scottato di tonno, cipolla appassita all’Aglianico e balsamico, con Provolone del Monaco

Bicchierino in trasparenza con vellutata di peperoni, lecca lecca di gamberi e lardo di Colonnata con panuria agli agrumi

Mozzarella di bufala con polpo erborinato, panuria al nero di seppia e vellutata di zucca

IN ABBINAMENTO:

Cantine Annarumma – Boscoreale NA

“Bomba D’amore” Falanghina brut – vino spumantizzato

 

Chef Paolo Gramaglia

Tataki di tonno, emulsione olio extravergine di oliva e limone, sale nero. Terra di the verde con dadini di mela verde. Giardino zen di patata agrumata con uova di salmone, pesce volante, uova di caviale, fiori e shiso

IN ABBINAMENTO:

Tenuta Le Lune del Vesuvio – Terzigno NA

“Janesta” Lacryma Christi annata 2016

 

Chef Fabio Ometo

Bocconcino tenero di agnello marinato al caffè, salsa di mais fresco, cialdina di carote, sfera di cavolfiore al sesamo e pecorino in gocce

IN ABBINAMENTO:     

Casula Vinaria – Campagna SA

“Melodia” Fiano Colli di Salerno Igp annata 2015

                     

Chef Peppe Aversa  

Pasta mista con ceci e astice

IN ABBINAMENTO:     

Cantine Fontanarosa – Frasso Telesino (BN)

Aglianico Rosato Sannio Doc annata 2015

                     

Chef Giovanni De Vivo                        

Riso Carnaroli alla clorofilla di friarielli, mantecato con salsiccia al finocchietto selvatico e provolone stagionato

IN ABBINAMENTO:

Cantine Romano –Ottaviano NA

Lacryma Christi del Vesuvio Rosso Doc annata 2016

 

Chef Antonio Tecchia   

Scampi scottati nell’olio di caffè e Trippa stufata con bisque di scampi, rosmarino e salvia. Pomodori verdi, polvere di capperi, schiuma di bufala, crackers al basilico

IN ABBINAMENTO:

Cantine Castaldo Tuccillo – San Gennaro Vesuviano NA Aglianico Terre d’Irpinia Igt annata  2011

 

Chef Maurizio De Riggi

Red delicious: lingotto morbido di mela annurca al genepy speziato con fava Tonka e pepe Muntok, gelée delicious, caviale di mela verde e croccante al cacao

IN ABBINAMENTO:

Cantine Castaldo Tuccillo – San Gennaro Vesuviano NA

Lammiccato filtrato dolce del Vesuvio annata 2017

 

Mastro fornaio Domenico Fioretti – Carinaro CE

Pani: bauletto ai 5 cereali, rosetta con semola, grissini alla curcuma

Partner:

Istituto Professionale Alberghiero “L. de’ Medici”

Ottaviano NA

Federazione Italiana Cuochi  – Associazione di Torre del Greco, area nolana, vesuviana e strianese

AIS -Associazione Italiana Sommelier

Delegazione Comuni Vesuviani

 

TICKET DI PARTECIPAZIONE: euro 60 (vini inclusi)

(L’incasso sarà devoluto interamente alla Caritas Diocesana a favore dei dormitori)

PER INFO E PRENOTAZIONI:

Seminario Vescovile Via della Repubblica n.36 -Nola

Tel. 331 620 06 62         

www.caritasdiocesananola.it

Contatti stampa:

Angela Merolla

meroangela@libero.it

cell. 320 861 98 20

L’Associazione  TRA CIELO E MARE in collaborazione con AUMM AUMM 2.0 patrocinate dal COMUNE DI LETTERE

PRESENTANO:

 “ Notte al Castello sotto un cielo di stelle”

che si terrà presso il Castello Medioevale di Lettere  il 25 Agosto 2017  p.v. alle ore 20,00.

L’evento enogastronomico volto a valorizzare le bellezze paesaggistiche – enogastronomiche culturali  e storiche, dei dei Monti Lattari, prevede l’apertura della serata con una sfilata di Moda, che metterà in luce alcune Aziende produttrici del nostro territorio, si proseguirà con un percorso di degustazione che vedrà impegnati importanti chef, pasticceri e produttori che hanno partecipato alla rinomata kermesse “ CENANDO SOTTO UN CIELO DIVERSO” .

Il tutto allietato da una musica live-dance e tante bollicine. Quindi non solo Food ma anche Fashion Style e Glamour, per una serata indimenticabile.

Sponsor della serata la Cantina”  POGGIO DELLE BACCANTI”  di Sant’Antonio  Abate che delizierà i palati con l’ultima creazione “ SFIZ AND SODA” e tante bollicine.

Ecco alcuni degli chef protagonisti della serata:

GABRIELE MARTINELLI  (I Machiavelli – Pompei-), MARIO POLLIO ( Pasta è…  Sant’Agata sui due golfi-), ENRICO RUIGGIERO   (Ristorante  Caupona  – Pompei -)  GIAN MARCO CARLI ( Crudo Fish Lounge  – Pompei -) LUIGI SORRENTINO ( Agriturismo  La casa del ghiro – Pimonte -) UMBERTO VENTRIGLIA ( Personal chef  – Alife ) UMBERTO AVITABILE ( Wolf Irish Pub – Pompei-) NANDO Melileo  ( Pasticificio Cuomo  – Gragnano) FILIPPO CASCONE  (Panificio Cascone – Lettere-), GENNARO PELUSO (CARILLO&PELUSO Italian  Delicius  -POMPEI-)  FRANCESCO LASTRA (Laboratorio  Lastra  –Pompei -)  BAR -Pasticceria  NOBILE  (  C.Mare di stabia)  FRANCESCO VARNELLI  ( Hermes Caffe’ – Pompei-)

Caseificio : Latterie Gargiulo ( Gragnano)

Pastifici presenti : Pasticio Cuomo ( Gragnano)  Pastificio Cavalier Vicinanza ( Gragnano)

Ingresso 15 euro  5 degustazioni 1  calice di bollicine.

INFO:

alfonsinalongobardi@yahoo.it  

Alfonsina Longobardi  333.3455623

Gabriele Omobono      333.8282709

La Risto-Pizzeria “E’ Guagliune” di Pomigliano d’Arco presenta le novità del mese di agosto

Martedì 18 luglio Mario Filosa, Vincenzo Mingacci e Nicola Tranchese presentano le ultime creazioni

La Risto-Pizzeria “E’ Guagliune” di Pomigliano d’Arco presenta le novità del menù di agosto. Una serata fortemente voluta dal talent-scout dei formaggi Mario Filosa, in collaborazione con Leo Cremano e Roberto Esse. Un ricco percorso di degustazione per raccontare il grande lavoro di ricerca delle materie prime effettuato sul territorio ed inserite in una carta da anni apprezzata dai clienti che quotidianamente affollano le tre sale della struttura.

Piatti delicati ricamati dal giovanissimo Vincenzo Mingacci che dopo la formazione in importanti ristoranti del territorio è approdato dietro i fornelli. Raccogliendo il testimone da affermati colleghi che in passato hanno occupato quella cucina come Agostino Malapena e Francesco Franzese.

Al banco delle pizze Nicola Tranchese. Alla carta della tradizione riesce ad abbinare interessanti novità, alcune delle quali saranno degustate nella serata.

Il padrone di casa, Mario Filosa, è fra i più grandi esperti di prodotti caseari, non a caso è da sempre noto come il “Talent Scout dei Formaggi”. Il suo proverbiale “fiuto” gli consente di portare in tavola sapori indimenticabili.

L’appuntamento per gli operatori della comunicazione e le altre figure del mondo del food è fissato per martedì 18 luglio alle ore 20 per una cena-degustazione sulla terrazza del locale.

 

il cuoco Vincenzo MingacciIl talent scout dei formaggi Mario Filosa

Il pizzaiolo Nicola Tranchese

Super Menù della serata

Bruschetta “Giro d’Italia”:

– Lardo di colonnata

– Nduja calabrese

– Pomodorino giallo vesuviano

Le pizze del maestro pizzaiolo Nicola Tranchese

– Marinara al ruoto con pomodorino, aglio, olio, olive nere, acciughe e scaglie di parmigiano

– Pizza di scarola cruda. Doppio panetto, peperoncino forte, alici salate, tarallo sbriciolato.

I primi del cuoco Vincenzo Mingacci

– Mezzo pacchero con pomodorino datterino giallo, noci e vongole

– La sorpresa d’estate. Tubettoni fagioli e gamberi

Il Gran Finale

– Tagliere di formaggi selezionati dal Talent Scout Mario Filosa

– Salumi della selezione “E’ Guagliune”

Semifreddo

 

Per contatti:

Ristorante-Pizzeria

E’ Guagliune

Via Francesco Caiazzo 86

Pomigliano d’Arco

Situata nel grazioso borgo di Schizzano, Lubra Casa Relax ricrea un’atmosfera dal sapore antico ideale per una vacanza rilassante.

La struttura, estesa su tre livelli, comprende una sala accoglienza per gli ospiti, sala colazione, sala lettura e sei camere panoramiche con arredamento e colori personalizzati. Queste ultime sono situate all’interno di una villa antica, di cui il Relax Hotel conserva ancora la scala in pietra arenaria, gli affreschi e i soffitti a volta che donano alla struttura un insolito fascino antico. La casa dispone inoltre, di una terrazza- solarium, un giardino e una cantina privata, elementi che rendono Lubra la scelta migliore per chi vuole rivivere la genuinità dell’antica villeggiatura senza rinunciare al soggiorno di lusso.

Vera anima di questo meraviglio posto, la signora Lucia, carismatico personaggio che propone ai suoi ospiti corsi di cucina.

“A day with Lucia” è l’offerta che la padrona di casa fa ai suoi ospiti: un giorno intero alla scoperta dei sapori della tradizione Napoletana e della loro origine.

Il tour alla ricerca dei sapori nostrani prevede la possibilità di partecipare ad alcune fasi della produzione della mozzarella, una visita in un limoneto e la possibilità di prendere parte alla produzione del famoso Limoncello di Sorrento. Ad ora di pranzo, tutti in cucina con Lucia per la preparazione di un tipico pranzo completo italiano.

E’ possibile, inoltre, farsi guidare da Lucia anche per la preparazione della tipica Pizza Napoletana, dalla scelta degli ingredienti alla cottura. In alternativa vi è l’occasione di imparare i segreti per una perfetta preparazione di alcuni dei primi di pasta tipici del territorio campano.

Ovviamente, dopo la preparazione arriva il momento dell’assaggio, della degustazione e del relax, incrementato dalla splendida cornice panoramica di Casa Lubra.

Ogni pranzo o cena che si rispetti è accompagnato da un buon vino, e in questa struttura non mancherà di certo l’occasione di degustare alcuni tra i migliori vini italiani.

Una location consigliata per assaporare al meglio paesaggio e le pietanze della nostra tradizione.